10°

23°

Arte-Cultura

Islam, ironia senza veli

Islam, ironia senza veli
Ricevi gratis le news
0

Maria Pia Forte

Ricrediamoci: il mondo islamico non ha solo il volto truce e minaccioso che gli attribuiamo fin dai tempi dell’invincibile Saladino  e ancor più oggi col fondamentalismo religioso che ispira sanguinosi attentati. No, i musulmani non perdono occasione per sorridere, fare dell’ironia anche su se stessi. Ce lo dimostra il volume «Il sorriso della Mezzaluna» (Carocci), dove Paolo Branca, Barbara De Poli e Patrizia Zanelli (professori rispettivamente di Lingua e letteratura araba e Islamistica all’Università Cattolica di Milano, Storia e istituzioni del Vicino e Medio Oriente all’Università Cà Foscari di Venezia, e Traduzione Arabo-Italiano all’Università Luspio di Roma) alternano saggi e raccolte di amene barzellette coniate nei Paesi di cultura araba. Barzellette che oltre a divertire ci dicono molto sulla mentalità e i costumi di quelle società. «L’umorismo arabo - spiega il professor Branca - spesso sconfina nei campi interdetti dei bisogni fisiologici, del sesso, della politica e persino della religione ed è soprattutto un modo di scherzare sui paradossi e le contraddizioni dell’esistenza, oltre che una consolazione da ingiustizie e sopraffazioni purtroppo molto comuni in quei Paesi. Luoghi in cui, non a caso, fin dai tempi più antichi vittime predilette di aneddoti e pettegolezzi sono stati spesso i potenti, a partire da califfi e sultani, e i ricchi, specie se avari e scorbutici. Gli uomini di religione poi, imam o dotti islamici, sono una categoria bersagliatissima, quanto i rabbini nell’umorismo ebraico e preti e suore in quello nostrano. Non si prendono mai di mira, invece, Maometto e i suoi profeti e neppure Gesù; non si degenera mai, insomma, in espressioni blasfeme e dissacranti come invece avviene spesso in Occidente».  Dagli esempi citati nel libro, anche i rapporti fra i due sessi sono un tema ricorrente. Qual è il quadro che ne emerge?
«Lo stampo maschilista e patriarcale delle culture orientali impregna il loro humour: le donne sono dipinte come esseri troppo emotivi, irrazionali e rompiscatole. Non mancano, tuttavia, esempi di reazione femminile: donne che si prendono gioco degli uomini, mettendone in evidenza l’inclinazione ad essere spacconi e mammoni». Oltre che rompiscatole, le donne sono dipinte come intraprendenti e scaltre, dotate di pericolose armi di seduzione e dunque da tenere a bada. Lei scrive che le barzellette "riflettono i controversi e articolati rapporti tra i due sessi, sospesi fra tradizionale dominazione maschile e sotterfugio femminile".
«Sì, ma bisogna dire che la maggior parte di esse rispecchiano anche una quotidianità non molto diversa da quella di qualsiasi altra cultura, assumendo carattere universale». E la satira politica, quale spazio ha nei Paesi arabi, retti per lo più da regimi repressivi? Lei riporta alcune barzellette che denotano una certa libertà: alcune ironizzano persino sui kamikaze.
«Le barzellette non può controllarle nessuno. Ad esempio i vari presidenti egiziani, da Nasser a Mubarak, ricorrono spesso nelle barzellette di quel Paese, e un po' dappertutto la classe politica è vittima consapevole di una forma di dissenso o di critica che sfugge a ogni forma di restrizione. Ovviamente parlo delle barzellette orali: pubblicarle nei giornali con tanto di vignette o diffonderle via etere è assai più difficile. Barbara De Poli racconta come la censura abbia colpito i giornali satirici fin dall’epoca coloniale, e come si sia ulteriormente inasprita nei Paesi divenuti via via indipendenti con regimi autoritari. E’ emblematico il caso del settimanale 'Demain', che nel Marocco governato da un re, Hassan II, orientato alla democratizzazione è riuscito a vivere solo dal 2000 al 2003». In quali Paesi del Vicino e Medio Oriente e del Maghreb vige una maggiore libertà di sbeffeggiare il potere?
«Questa libertà è molto variabile a seconda dei periodi e dei temi: in Egitto le battute sul governo o sul presidente sono pane quotidiano, meno colpiti sono esercito e religione. In Marocco e in altre monarchie è rischioso prendere in giro i sovrani, altrove non si può pubblicare nulla che non sia antisraeliano o antisemita e contro gli Stati Uniti». I recenti rivolgimenti del Nord Africa hanno ampliato il margine di libertà degli umoristi? «Sì, moltissimo. I blog sono spesso arricchiti da vignette che fino a non molto tempo fa avrebbero procurato seri problemi ai loro autori». 

Il sorriso della Mezzaluna 
   Carocci, pag. 196,  € 18 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricoverato Sobral, vincitore Eurovision 2017

Eurovision 2017

Salvador Sobral ricoverato in gravi condizioni

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

L'evento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Ristorante Bagno Gelosia

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Lealtrenotizie

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

3commenti

in serata

Rapina con coltello nella farmacia di via Trieste: due ladri in fuga

anteprima gazzetta

Caso Villa Alba: nuovi sospetti

I prossimi avversari

Non solo ottimismo in laguna: "Parma, nuova rivalità"

Anticipi/posticipi

Parma-Avellino domenica 29 ottobre Il calendario fino alla 13a

arezzo

Furto di una collana d'oro, auto affittata a Parma. 27enne nei guai

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

8commenti

OLTRETORRENTE

Scoperto a rubare biciclette, si nasconde sotto a un'auto ma la polizia lo blocca: arrestato

Un residente ha visto un 24enne marocchino, di notte, dal videocitofono e ha chiamato il 113

10commenti

nel pomeriggio

Incidente auto-minicar in p.le Volta: un 38enne al pronto soccorso

Sant'Ilario d'Enza

Si appostano in strada con ascia e coltello per un regolamento di conti: denunciati due russi

Ai carabinieri, i due uomini hanno detto "Siamo di passaggio". In realtà, da oltre un'ora si aggiravano per il paese

1commento

FIDENZA

Addio commosso a Filippo Nencini

Danza

Rebecca Bianchi nominata ètoile dell'Opera di Roma

gazzareporter

"Scena giornaliera del Maria Luigia"

AGROINDUSTRIA

Rainieri e Fabbri: “Il Ceta danneggia l’agricoltura dell’Emilia-Romagna”

PARMA

Incidente in via Rondizzoni

Sul posto il personale del 118 e i vigili del fuoco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

ITALIA/MONDO

Francia

E' morta Liliane Bettencourt, lady L’Oreal: la donna più ricca del mondo aveva 94 anni

legge elettorale

Presentato il Rosatellum bis. Come funziona Video

SPORT

Aragon

Vale "idoneo", sarà in pista. L'arrivo in stampelle Video

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

fotografia

Gazzareporter "Vacanze": vince un romantico paesaggio

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

MOTORI

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte