19°

29°

Arte-Cultura

Raccolte d'arte disperse

Raccolte d'arte disperse
Ricevi gratis le news
0

 Il secondo fascicolo (maggio-agosto) del 2011 di «Aurea Parma», l’importante e autorevole rivista quadrimestrale, fondata da Glauco Lombardi e Giuseppe Melli nel 1912, in vendita nelle principali librerie di Parma, presenta 6 saggi, 166 pagine, di storia, letteratura e arte.  Giuseppe Bertini ricostruisce minuziosamente la dispersione dei quadri presenti delle residenze ducali parmensi, Parma, Colorno e Sala Baganza, nel 1861. Con l’adesione degli Stati parmensi al regno sabaudo i beni immobili e mobili dei Borbone-Parma furono affidati alla casa reale dei Savoia.
Grazie alla devoluzione volontaria, gli ex ducati avrebbero dovuto evitare il rischio di spoliazioni del patrimonio artistico simili a quelle già subite nel 1734 per opera di Carlo di Borbone e a fine Settecento per opera di Napoleone. Ma i Savoia, aggirando gli impegni sottoscritti, già durante il primo decennio postunitario trasferirono gli arredi più preziosi nelle loro vecchie e nuove residenze in Italia.
Il «tradimento» perpetrato dai Savoia suscitò sdegno tra gli uomini politici e di cultura degli ex ducati e innescò una serie di azioni politiche finalizzate alla restituzione, con esito quasi sempre fallimentare. 
Le principali raccolte d’arte rimasero alle istituzioni culturali eredi di quelle avviate nei secoli dai duchi di Parma nel palazzo della Pilotta (Galleria Nazionale, Biblioteca Palatina, Museo Archeologico, Accademia di Belle Arti e Liceo d’Arte), mentre le prestigiose mobilie e suppellettili che arredavano le residenze di Parma, Piacenza, Colorno e Sala Baganza abbandonarono in gran parte il nostro territorio.  Bertini fa il «punto sullo stato attuale delle conoscenze sull’ingente raccolta d’arte parmense, circa 1500 opere, e fornisce elementi utili a chi intende rintracciare le opere che sono state disperse dalle spoliazioni delle residenze ducali».
Ercole Camurani esamina le emissioni di carta moneta della Banca Parmense dal ducato allo stato unitario. Fondata il 21 aprile 1857 come Società Anonima, la Banca Parmense ha la durata di vent’anni. La costituzione della banca fu preceduta da un’intensa opera di promozione con articoli sulla «Gazzetta di Parma».  A seguito del restauro del dipinto «Sant’Agata curata in carcere da san Pietro», conservato a Palazzo Corsini, prima redazione dell’omonimo dipinto di Giovanni Lanfranco della Galleria nazionale di Parma, Angelo Loda riedita la scheda dedicata al dipinto aggiornata, completata dalla bibliografia.  
Giuseppe Martini traccia il profilo della confraternita del SS. Crocifisso, detta «del duca» di Parma, dal ducato di Ottavio Farnese alla fine dell’Ottocento, con nuove acquisizioni emerse dalla sistemazione del fondo e nelle strategie di comunicazione del principe e da alcune interpretazioni sul ruolo della compagnia.  
Leonardo Farinelli rivisita i momenti più significativi della vita del religioso padre Paolo Maria Paciaudi (!710-1785), bibliotecario, archeologo, epigrafista latino, letterato.
Fiorenzo Sicuri riporta, con commento, il memoriale integrale del colonnello Francesco Sebastiani, comandante militare delle forze italiane in provincia di Parma durante i 45 giorni badogliani (del 25 luglio all’8 settembre 1943) a Parma, da lui stesso presentato al tribunale straordinario dopo l’8 settembre, quando fu accusato di tradimento dal rinato fascismo della Repubblica Sociale Italiana. Il memoriale è stato consegnato a Sicuri da Pier Luigi Sebastiani, nipote del colonnello.
Gino Reggiani ricorda Francesco Barocelli, recentemente scomparso, storico dell’arte e organizzatore di eventi culturali. Stefania Provinciali recensisce le mostre di Antonio Ligabue della fondazione Magnani Rocca e di Attilio Fargioli curata dallo Csac nelle scuderie della Pilotta.    La rubrica «Biblioteca» riporta recensioni di Pietro Bonardi, Mario Rinaldi, Patrizia Bertolani e Gino Reggiani Le tradizionali rubriche «Segnalazioni bibliografiche» e «Cronaca», a cura di Adelisa Prandi Gambarelli, concludono la rivista.

Rino Tamani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

SOS ANIMALI

Ritrovati a Bargone due cuccioli abbandonati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti