-2°

Arte-Cultura

Almanacchi dal cassetto dei secoli

Almanacchi dal cassetto dei secoli
0

Mariagrazia Villa
Da noi, a Parma, il tempo si chiama «témp». Senza la «o» finale. E questa mancanza azzoppa l’andatura implacabile del tempo. A esser precisi, la sospende, come se non riuscisse più ad appoggiare il piede e a continuare. E in questo spazio appeso al cielo, o si saltella frenetici, senza respiro, o si lascia che le ore si stirino, si allarghino, si sollevino e scendano in profondità.
Si può ripercorrere il calcolo del «témp» dal Seicento all’Ottocento, tra datazione e gioco d’ampiezza, sfogliando il volume «I giorni sotto la luna. Lunari, almanacchi e cantari: la cultura popolare parmense nella Biblioteca Palatina», curato da Michele Chiari e pubblicato da Mup Editore, in collaborazione con Biblioteca Palatina di Parma e Fondazione Monte di Parma, con il contributo di CePIM spa. L’opera, nuova uscita della collana «Mirabilia Palatina», sarà presentata martedì  alle 17, nella Sala Maria Luigia della Biblioteca Palatina (Strada alla Pilotta, 3 – Parma). Oltre al curatore del volume, interverranno Andrea de Pasquale, direttore della Biblioteca Palatina, Luigi Capitani, amministratore delegato di CePIM spa, Maurizio Dodi, presidente di Mup Editore, e Mario Turci, antropologo e direttore del museo «Ettore Guatelli» di Ozzano Taro.
Il libro dà un assaggio, con la consueta cura storica e iconografica, dei lunari, almanacchi e cantari conservati negli archivi della Palatina e riportati alla luce con paziente e appassionata ricerca, proprio in occasione della realizzazione del volume. Specchio del costume e della quotidianità della gente di Parma tra XVII e XIX secolo, questi strumenti di misurazione sono, non solo il naturale tentativo di dividere e nominare il trascorrere del tempo, un’idea così vasta che va per forza riempita, ma anche un viaggio nel passato, nei modi di dire, nella lingua, nelle abitudini sociali, nei mestieri e nelle storie della realtà parmigiana che ci ha preceduti. Un patrimonio documentale estremamente generoso e loquace, ma ancora disperso e poco conosciuto, forse perché si tratta di quella cultura bassa e anonima, a volte considerata poco sapiente d’arte, se non decisamente kitsch, che quella alta ha sempre spinto sotto il tappeto o guardato con infastidita sufficienza.
Dopo un saggio introduttivo e un primo censimento di questi modi di registrare il passaggio del tempo serbati nei fondi palatini, si passa alla riproduzione dei lunari letterario-dialettali e degli almanacchi murali ottocenteschi con relative schede esplicative, corredate da curiosità e notizie. «Rispetto ai lunari parmensi settecenteschi, poveri e ridotti all’essenziale per la parte decorativa, gli almanacchi – scrive Chiari – si arricchiscono, nel corso del tempo, di un ricco apparato illustrativo che ne rende più gradevole l’aspetto; si deve infatti considerare che, essendo affissi, essi svolgevano, almeno per il corso dell’anno, anche una funzione ornamentale». Sono proprio gli almanacchi, di cui il lunario è parte integrante e costitutiva insieme con il «prognosticon» e il «kalendarium», ad aver contribuito a diffondere una sorta di letteratura popolare del periodo. Non a caso, spesso i personaggi riprodotti sono ripresi dalla commedia dell’arte.Nella terza e ultima sezione, ci si concentra sui cantari moderni, importanti nel Settecento, e non solo.
Qui, Ilaria Azzoni riporta, analizza e spiega un’altra forma di letteratura e informazione popolare, contenente anch’essa un’iconografia particolare e precisa. I cantari, raggruppati per argomenti (dai difetti delle donne, spesso prese di mira da vignette satiriche, ai folli e orribili fatti di cronaca, narrati per commuovere o per sconcertare), ci informano sulla moda e sul gusto dell’epoca e riportano episodi della vita cittadina. Illustrano un pezzo della storia con la «s» minuscola, che nel suo piccolo passo individuale interseca la cavalcata di quella con la maiuscola. Seguendo un tempo che è veramente un «témp». Sospeso, pullulante, dilatato: incapace di proseguire senza prima accordarsi a un ritmo collettivo.
I giorni sotto la luna
Mup, pag. 132,  35,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

1commento

Viabilità

Pericolo nebbia sulle strade: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: chiusa la statale 63 del Cerreto nel Reggiano

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

2commenti

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

1commento

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

5commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Rugby

La partita delle Zebre anticipata alle 15

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

LA GT

Renault, arriva la Twingo «cattiva»