16°

Arte-Cultura

Giovannino, la Bassa e tanta nostalgia

3

Egidio Bandini

Correva l’anno 1988 e da vent’anni Giovannino Guareschi riposava nel cimitero dei galantuomini. Baldassarre Molossi, primo Presidente del Club dei Ventitré scriveva da par suo l’articolo di fondo del nuovo periodico del Club: «Il Fogliaccio» e, ricordando l’amico Giovannino, raccontava una storia davvero particolare: «Un bel giorno Giovannino Guareschi mi propone quanto segue: “Io ti faccio un foglio, o fogliaccio, di due facciate dove metto tutte le cose mie, quelle che mi interessano: tu lo inserisci nella Gazzetta e io lo mando ai miei due o tremila amici”. Accettazione entusiasta da parte mia per questa collaborazione straordinaria, che non mi sarebbe costata niente e che avrebbe dato lustro e prestigio alla “Gazzetta di Parma”. In questo foglio, o fogliaccio – che Guareschi avrebbe voluto intitolare “Il Po”, con ciò richiamandosi all’antico e storico fiume, il padre Padus, che tanta parte ha nelle sue storie immortali immerse nella nebbia della Bassa – il nostro amico Giovannino, come egli mi disse, non si sarebbe occupato di politica, bensì della sua gente e della sua terra: per esempio, un profilo del vecchio agrario morto, ma anche del fittavolo o del famiglio da spesa. Perché, parliamoci chiaro, per Guareschi tutti gli uomini erano uguali e degni, a patto, beninteso, che avessero qualcosa da esprimere e un briciolo di umanità». Dunque, Giovannino non pensava solo al nuovo Candido di Giorgio Pisanò, ma coltivava ancora l’idea del «suo fogliaccio», quello che aveva progettato di stampare in proprio dopo la chiusura del Candido nel 1961. E cosa poteva esserci di meglio che farsi ospitare dalla Gazzetta, dal giornale dove Guareschi aveva esordito, e addirittura con la complicità del Direttore? Anche questa avventura, però, non poté realizzarsi perché Giovannino, dopo pochi mesi, se ne andò per sempre, il 22 luglio del 1968. Erano passati sette anni da quando Guareschi aveva iniziato a pensare al suo «fogliaccio» ed evidentemente l’idea non era affatto tramontata: se il nuovo Candido avrebbe ripreso le battaglie politiche e satiriche del settimanale chiuso improvvisamente da Angelo Rizzoli nel 1961, «Il Po» avrebbe certamente rinnovato il successo di «Mondo piccolo», del «Corrierino delle famiglie» e delle «Osservazioni di uno qualunque»; insomma, avrebbe riproposto il Guareschi più vero. Della straordinaria avventura di questo inserto della Gazzetta rimane la testimonianza affettuosa di Baldassarre Molossi e rimane anche lo schizzo che Guareschi fece, di quella che doveva essere la testata del «fogliaccio», con quel titolo «Il Po» a caratteri cubitali. Ma rimane anche la nostalgia di non aver potuto leggere le storie che Giovannino avrebbe scritto per il suo amico Baldassarre e per tutti i lettori della «Gazzetta»: storie semplici, cronache di tutti i giorni, ma capaci di toccare il cuore, arte nella quale sia Baldassarre Molossi che Giovannino Guareschi rimangono maestri insuperati. Protagonisti Giovannino Guareschi e Baldassarre Molossi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pier luigi

    08 Gennaio @ 08.43

    ma si è offeso?

    Rispondi

  • pier luigi

    07 Gennaio @ 23.56

    mi riferivo a quello in cui scrivevo che: Baldassarre aveva Giovannino, Giuliano aveva Marcheselli, purtroppo gli rimane 'lesotutte'......................

    Rispondi

  • pier luigi

    07 Gennaio @ 22.24

    peccato non lo vedo ancora!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

crisi

Copador, settimana decisiva

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia