20°

34°

Arte-Cultura

Caproni, dolore senza lacrime

Caproni, dolore senza lacrime
Ricevi gratis le news
0

A chi gli chiedeva quale tipo di poesia componesse, Giorgio caproni, del quale ricordiamo i cent'anni trascorsi da quel 7 gennaio 1912, a Livorno, rispondeva invariabilmente «non ho mai fatto il poeta di professione. Non ho  mai capito come lo si possa fare, giacché ho sempre pensato, in genere, che l'esser poeti sia, prima di tutto, una qualità fisiologica, non commerciabile, come l'avere un naso camuso o aquilino».
Dunque: prima di tutto la sincerità, quasi un dovere. Ed Emilio Cecchi, dopo aver letto le prime raccolte degli anni Quaranta «Come un'allegoria» ('36), «Ballo a Fontanigorda» ('38), ma specialmente «Finzioni» del '41 e «Cronistoria» del '43, scrisse: «Fra le giovani voci della nostra poesia moderna, quella di Giorgio Caproni è fra le più fresche e sincere, con una grande precisione di temi e di colori. A questo si aggiunge una sapiente agilità, una movenza, una leggerezza di sintassi, una disciplina continua di stile così perfettamente assimilate che in lui son divenute propriamente istintive». Il cammino era dunque tracciato sino da quegli anni lontani, o che a noi appaiono adesso tanto remoti, se non fosse che l'arte sottile  e magica dei versi ce li ripropone vicini, invece, e raccolti su di noi, sul nostro potere di riflessione. Come accade per la poesia di Bertolucci, di Betocchi, di Giudici: scrittori d'alta scuola che uscivano dal clima novecentesco fra tradizione e avanguardia, con gli occhi ben aperti, consapevoli della misura moderna dello stile non solo per lo stesso stile, ma per le virtù della memoria che in esso si specchia. E Caproni - che alla trepida precisione del piccolo quadro, dell'aneddoto o del ritmo cantabile non ha mai rinunciato - più di tanti altri suoi contemporanei ha saputo fedelmente interpretare lo spirito della poesia (l'immagine è di Giovanni Pozzi), cioè l'illuminante festevolezza del verso, anche quando esso, negli anni e noi più vicini, mutò dal canto alla saggezza di un cosciente nichilismo innestato sarcasticamente sul volto e le espressioni del «viaggiatore cerimonioso» e del «franco cacciatore» davanti al «muro della terra»: una terra sempre più aspra, inospitale e lontana. Era, ed è rimasto, il suo «Seme del piangere», ma senza lacrime, che riassume un suo particolarissimo Novecento (le lezioni di Saba, di Montale, Barile, Sbarbaro, del Rebora protonovecentesco sono più che mai evidenti, quasi citazioni) e quel timbro ironico e malinconico del vedere e del vedersi che ha il sapore del «congedo» come nella famosa poesia degli anni Sessanta, quasi una canzone, ma amara, che ripete l'addio al mondo con un sorriso, con una sfida, e con un grido. Però, come diceva Cecchi, ecco che la leggerezza della sua sintassi era diventata con il passare del tempo, delle emozioni e delle letture (Caproni ha tradotto con schietto talento Céline, Genot, Proust, Frénaud, Char) una tenace scrittura con il ritmo di una fantastica innocenza che sapeva penetrare nelle ferite e nelle crepe dell'esistenza con l'audacia di una rappresentazione del destino - il suo e il nostro - e con un discorso lirico rappreso: «no, speranze / più certe son troncate  sulle stanche / bocche dei morti». Un poeta sicuro, Caproni, fra tanti poeti fanciulli ansiosi, incerti: «Ma non m'arrendo. Ancora / non ho perso me stesso. / Non sono, come me stesso, / ancora solo. / E solo / quando sarò così solo / da non aver più nemmeno / me stesso per compagnia, / allora prenderò anch'io la mia / decisione. / Staccherò / dal muro la lanterna / un'alba, e dirò addio / al vuoto». Con i suoi versi «fuori dal sacco», secondo un'immagine che gli era cara e che spesso ripeteva anche quando veniva a trovare i suoi amici parmigiani, Caproni ha fatto, in fondo, del pensiero poetico come tale una lieve inquietudine, un disturbo e un memore spasimo che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, ci conforta e ci indirizza alla vita, la nostra e l'altrui, con una ancora fortissima emozione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Freddi a 45 anni sarà mamma

gossip

Laura Freddi sarà mamma: è al quarto mese

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

calestano

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

Madonna festeggia il suo compleanno ballando la pizzica in Puglia

social network

Madonna balla la pizzica alla sua festa di compleanno in Puglia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e giocali subito

GIOCHI ESTIVI

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e gioca subito

Lealtrenotizie

Amici e centro d'accoglienza di Cianica sotto shock per la morte di Diawara

BORGOTARO

Annegato dopo un tuffo: amici e operatori sotto shock per Diawara Video

Si cerca di contattare i parenti in Costa D'Avorio

Medesano

Cade dalla finestra e resta sospesa nel vuoto: paura per una donna a Ramiola

Sul posto il 118 e i vigili del fuoco

ANTEPRIMA GAZZETTA

Il suicidio di Samuele Turco: aperto un fascicolo per omicidio colposo Video

La Gazzetta di Parma di domani: le anticipazioni del vicedirettore Claudio Rinaldi

Lutto

Addio al medico Giovanni Mori

PARMENSE

Incendio vicino ai binari: disagi sulla ferrovia tra Parma e Fornovo Foto

Le foto dei nostri lettori

temperature

Torna l'allerta caldo: verso un giovedì e un venerdì a oltre 35°

chiesa

Parroci, si cambia. Dalla città alla montagna: le nomine del vescovo

Il saluto degli "storici" don Mora e don Fontana. Novità anche per Marano, Langhirano, Corniglio

1commento

Tg Parma

Ferragosto a Parma, qualche turista e città chiusa per ferie. San Paolo compreso Video

1commento

STAZIONE

Parcheggi «kiss and go»: dopo 15 minuti a Parma scatta il pedaggio Foto

2commenti

acqua

Guasti alle tubature: Fontevivo e Berceto senz'acqua

Lucchi: "Chi innaffia è un criminale. Farò piombare i contatori ai trasgressori"

2commenti

gazzareporter

Ferragosto: "picco" di materassi abbandonati vicino ai cassonetti Foto

Segnalazioni e foto su via Nello Brambilla (zona Montebello) ma anche viale Duca Alessandro e strada Sant'Eurosia

Carabinieri

Parma malata di sballo, parla chi lotta contro la droga

6commenti

Parlamento

OpenPolis, Pagliari guida la top ten della produttività

Il senatore il più presente, al voto il 97,41% delle volte

incidente

Caduta in moto: paura per marito e moglie a Viazzano

2commenti

storia

Quei benzinai di una volta... Foto

incendio

Sterpaglie a fuoco a Noceto vicino alle case

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

1commento

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

roma

Donna fatta a pezzi: trovati busto e testa in cassonetto. Il fratello confessa

giallo

Modella rapita e messa all'asta: un arresto in Gran Bretagna

SPORT

Tg Parma

Parma, Caputo vuole un club ambizioso. Evacuo e Giorgino ai saluti Video

Gossip Sportivo

Diletta Leotta, anche il compleanno è social

SOCIETA'

ZURIGO

"Ebrei fatevi la doccia": proteste per l'avviso in una piscina svizzera

montanara

«D(io)», la web series dell'ottimismo: un inno alla passione

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti