Arte-Cultura

E' morto Fruttero, la metà di Lucentini

E' morto Fruttero, la metà di Lucentini
Ricevi gratis le news
0

Mauretta Capuano

TORINO - Se ne va anche l’altra metà di uno di più celebri sodalizi letterari italiani. Dieci anni dopo Franco Lucentini, è morto ieri, a 85 anni, Carlo Fruttero, nella sua casa di Castiglione della Pescaia.

Lo scrittore torinese, nato nel 1926, aveva dato vita con Lucentini nel 1952 alla famosa «ditta» di giallisti, giornalisti e traduttori Fruttero & Lucentini che si muoveva nel crocevia intellettuale della Torino einaudiana dell’epoca.

Lo «zapping notturno tra i libri nel letto»; il fritto di paranza, «quei pescetti meravigliosi» da prendere «con le mani, non con la forchetta!»; le camminate con il padre e con l'amico Franco Lucentini con il quale «ridevamo delle stesse cose» e così «capimmo che eravamo fatti per collaborare» erano per Fruttero tra le cose fondamentali della vita e tra i ricordi più belli, come aveva raccontato nel 2010 in un appuntamento speciale di «Che tempo che fa» di Fabio Fazio su Rai3.

E ancora, parlando del rapporto con Lucentini: «L'ho capito in ufficio, a Torino (da Einaudi, ndr), che potevamo essere amici. Lui faceva il lettore, lo scout, pagato 3 lire per Einaudi a Parigi, abitava a Monmartre, naturalmente, e veniva fino a Torino in moto... un viaggio spaventoso. Alla fine si stabilì anche lui a Torino, per essere vicino alla casa e... alla cassa, se non andavi tu a chiedere i soldi... Capimmo che eravamo fatti per collaborare. E poi abbiamo deciso di provare a mettere insieme un romanzo. Facemmo “La donna della domenica” e fu una fortuna». Uscito nel 1972, il bestseller di ambientazione torinese diventò uno dei film più amati di quegli anni, diretto da Luigi Comencini nel 1975.

Appassionato di fantascienza, sempre con Lucentini, dal 1961 al 1986, Fruttero ha diretto la collana di fantascienza «Urania» per Mondadori con cui sono usciti i suoi ultimi libri: «Mutandine di chiffon. Memorie retribuite» del 2010 e, nello stesso anno, «La patria, bene o male», scritto con Massimo Gramellini.

La morte di Franco nel 2002 fu un duro colpo. Fruttero smise di scrivere per alcuni anni. Riprese nel 2006, quando uscì «Donne informate sui fatti» (Mondadori) che, dato per superfavorito al Premio Campiello nel 2007, arrivò invece ultimo con 28 voti lasciando il podio alla giovane sceneggiatrice Mariolina Venezia con «Mille anni che sto qui» (Einaudi). Una delusione per lo scrittore che commentò: «La gente che amava i nostri libri, lo comprerà almeno per vedere come me la cavo senza di lui». E aggiunse anche: «La giuria popolare è orientata verso un certo tipo di narrativa, diversa dalla mia. Sono lettori medi, o medio bassi. Il pubblico popolare preferisce quello, non sto a tormentarmi molto».

Ma subito dopo era arrivato un altro riconoscimento: il Premio Chiara alla carriera e nel 2010 Fruttero è stato il primo vincitore del Campiello alla carriera.

Per molti anni traduttore di autori come Beckett e Salinger, prima di incontrare Lucentini, Fruttero - che ha curato, con Sergio Solmi, «Le meraviglie del possibile. Antologia della fantascienza» (Einaudi, 1959) ed è autore fra l’altro di  «Visibilità zero. Le disavventure dell’on.Slacca» (Mondadori) e di «Ti trovo un po' pallida» - negli ultimi anni aveva raccontato in una postilla la storia di come era nata la favola «Il calabrone che ci vedeva poco» (Gallucci). Unico e inedito testo per i bambini scritto da Franco Lucentini partendo da una piccola storia che Fruttero aveva inventato per suo nipote.

Tanti i libri scritti con l’amico fra cui «A che punto è la notte» (Mondadori), «La prevalenza del cretino» (Mondadori) e «L'amante senza fissa dimora» (Einaudi).

I cinque titoli fondamentali della letteratura, per Fruttero erano: «I Promessi Sposi» di Manzoni, «Candide» di Voltaire, «Le avventure di Pinocchio» di Collodi, «Madame Bovary» di Flaubert e «I demoni» di Dostoevskij.

«Ha vissuto gli ultimi mesi - racconta Ernesto Ferrero, direttore del Salone  del libro di Torino - seguendo la cronaca con la solita curiosità, divertito per le bizzarrie e le stupidaggini che capitavano nel mondo. Lavorava con la figlia Carlotta  divertendosi addirittura a limare con lei l’annuncio funebre, “circondato dall’affetto dei suoi cari” eccetera. Diceva che per il “dopo” gli sarebbe piaciuto un party in giardino. Ecco, se ne è andato con questo spirito».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Colin Firth e Woody Allen

Colin Firth e Woody Allen

NEW YORK

Molestie: Woody Allen, anche Colin Firth si sfila. Carriera finita?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Dopo l'alluvione

Argini dell'Enza: lavori per 330mila euro tra Sorbolo e Coenzo

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

sabato

Cremona, quasi 2.000 tifosi crociati per una trasferta (e rivalità) d'altri tempi

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

IL FATTO DEL GIORNO

Lupi e polemiche: dite la vostra, ma con garbo e correttezza Video

3commenti

polizia locale

Unione Pedemontana, camionisti sempre più indisciplinati: 213 sanzioni su 263 mezzi controllati I dati

23 gennaio

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: affittato il Palacassa Tutte le info

Comitato di vigilanza con 160 operatori aziendali, bus navetta dalla stazione ferroviaria

3commenti

p.le della pace

La città che cambia: ecco la (ex) sede della Provincia vuota Video

PARMA CALCIO

I nuovi numeri di maglia. I convocati per Cremona (ci sono Calaiò e Ceravolo)

Cremonese-Parma

D'Aversa: "Ceravolo e Calaiò in recupero. Ma non sono al 100%" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Francia

La Vedova nera delle Costa azzurra condannata a 22 anni

AUTO

Da febbraio notifica delle multe con la mail certificata

1commento

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

televisione

Armando Gandolfi (e il pomodoro) protagonisti sabato su Rai1 Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"