19°

Arte-Cultura

Poesia, fede incrollabile

Poesia, fede incrollabile
0

Giuseppe Marchetti

In quell'aureo libretto che è «L'arte di leggere la poesia», tradotto nel 2010 per Rizzoli da Roberta Zuppet,  Harold Bloom scrive: «La missione della grande poesia è dunque quella di aiutarci a diventare liberi artefici di noi stessi. Nemmeno Shakespeare può trasformarsi in Falstaff o Amleto, ma tutta la grande poesia ci chiede di lasciarci possedere da essa». Tutt'intera questa ipotesi di lavoro e di crescita spirituale si riaffaccia tra le molte pagine di «Anatomia dell'influenza - La letteratura come stile di vita», che ora Rizzoli pubblica sempre nella traduzione di Roberta Zuppet. E il discorso che il grande critico e professore nuovayorchese offre alla nostra considerazione riprende ad uno ad uno i temi che gli sono, e che ci sono, cari: i temi ora sottili, ora magici, ora religiosamente filosofici e sentimentali della letteratura dei classici sui quali si appuntano da sempre le curiosità degli uomini, le loro ansie di conoscenza, le arti della parola, i significati delle influenze positive e negative che subiamo, e i confronti dei cosiddetti «stili di vita» che lungo il trascorrere dei secoli sono mutati o rimasti radicati alle simbologie iniziali, ai reticoli mitici dei gesti e delle parole. «Anatomia dell'influenza» è ancora una volta, come accade in quasi tutti i libri di Bloom, un'esame di coscienza letteraria, il suo guardarsi dentro per parlarne e parlarsi, per non mancare, a meta dei confronti che la vita impone e per non soggiacere supinamente ai giudizi espressi una volta per tutte. I nomi sono suppergiù sempre quelli: cinque capitoli sono incentrati su Shakespeare, tre capitoli su Walt Whitman, e poi vengono Dryden, Pater, Milton, Shelley, Stevens, Leopardi, Crane, Lawrence, Mervin, Strand, Charles Wright e Yeats. Poiché «la vita stessa è una ragnatela di citazioni», dice Bloom, le suggestioni di quest'opera multipla investono non solo l'influenza della letteratura, ma la più vasta esplorazione del «canone poetico occidentale» sul quale Bloom esercita un incontrastato potere talvolta addirittura arbitrario con l'esclusione, ad esempio, di molti scrittori italiani che noi riteniamo, e lo sono senz'altro, dei classici. Nelle pagine di «Anatomia dell'influenza», ad esempio, tolti il breve saggio su Leopardi e i riferimenti danteschi nelle poesie di Milton, Crane, Joyce e Strand, non v'è traccia della lunga e gloriosa memoria sulla quale sfilano i nostri autori seicenteschi, settecenteschi e ottocenteschi. Ma in tutti i volumi di Bloom si presentano questi silenzi: dunque non è più una novità. Eppure, egli parla di «canone occidentale»! Ed è singolare il fatto che, giunto a discutere delle «modalità di trascendenza negativa» di Charles Wright (il poeta di «Disjecta Membra») osservi acutamente  «che è come se sapesse di essere già tra i suoi antenati spirituali Georg Trakl, Dino Campana, Franz Kafka, Paul Celan». La piena autorevolezza e il forte istinto personalistico che dominano «Anatomia dell'influenza» concorrono, al di là di questi rilievi, a dar sostanza comunque ad un testo di affascinante lettura che diventa persino amabilmente narrativa e suggestiva confessione come nel capitolo intitolato «Joyce... Dante... Shakespeare... Milton» dove il ritmo dei confronti umani e poetici si confonde con i ricordi dello stesso Bloom a dar conto di una fittissima trama di riferimenti che spaziano con incredibile velocità fra Kant e T. S. Eliot, tra Proust e Ungaretti, tra Beckett e Montale, ahimè solo citati.

Anatomia dell'influenza
   Rizzoli,  pag. 444, € 22,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il terrore e la città bloccata: il video di un parmigiano a Londra

LONDRA

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

4commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

CROCETTA

Via Emilia Ovest, cinese 25enne investita. Non è in pericolo

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

16commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

2commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Via Imbriani

Vende 1.600 dosi in pochi mesi: condannato a 4 anni

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

3commenti

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

MILANO

"Ho rotto il femore a un'anziana per allenarmi": primario accusato di lesioni

terrorismo

Londra, l'attentatore si chiamava Khalid Massood

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

Formula 1

Vettel: "Mai guidata una F1 più veloce"

lega pro

Parma, Lucarelli: "Crediamo nella B". Domani ritiro anticipato Video

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»