-2°

Arte-Cultura

Natura, emozione materica

Natura, emozione materica
0

Stefania Provinciali
Dopo il successo ottenuto all’Istituto Italiano di Cultura di Londra, con l’esposizione «The Power of the Soul»  la pittrice parmigiana, Federica Rossi, prosegue il cammino in Europa, per far conoscere la sua arte e incontrare un pubblico sempre diverso al quale proporre quel fare pittura pieno di materia e colori.
Dall’8 al 28 febbraio sarà, infatti, all’Istituto Italiano di Cultura di Copenaghen, su invito della direttrice Clara Bencivenga Trillmich, con la mostra «Mother Earth», Madre Terra. Nella capitale danese del design, si presenta con una ventina di opere di grandi dimensioni, realizzate per questo evento, nelle quali si legge un rinnovamento del percorso artistico anche se la base rimane quella originaria dei cretti, indirizzati, come nell’opera Butterfly, ad un ben delineato desiderio espressivo.
La mostra si chiama «Madre Terra» perché, come dice l’autrice, «la terra è materia essenziale che dà corposità alle opere, è tattilità e pensiero, è generatrice di forme vive e reali, è sensualità,  è il femminile che media tra l’uomo e il divino ma è anche terra con le sue oscurità e le sue ferite», quelle stesse che nel cretto creato artisticamente si condensano per poi uscire con lo sgorgare del colore.
Terre naturali e sabbie laviche si fanno espressione di un bisogno creativo e si aprono su di un’astrazione che costituisce la cifra essenziale del suo impianto pittorico.
Le parole dell’artista si confrontano tra le «forme» della materia, a volte prorompenti, a volte dettate da più aperti contrasti, tra un fondo lieve, quasi cartaceo nelle forme adombrate da sfumati bianchi, e un uscire del cretto dalla terra. Ma affrontare il tema pittorico di Federica Rossi, impone non solo un racconto ma anche alcune considerazioni, indirizzate sia alla scelta formale che alla storia dell’arte recente.
Perché, parlare di cretti inevitabilmente riporta a quelli di burriana memoria che l’artista umbro comincia a realizzarli nel 1973, capaci di evocare
dal un lato l’idea del trascorrere del tempo, e che affidano dall’altro lato alla tramatura superficiale del materiale tutta l’efficacia espressiva e decorativa dell’opera.
Se i riferimenti ad uno storico passato appaiono inevitabili per gli artisti più giovani che cercano una propria individualità, nulla toglie al loro personale bisogno di fare una scelta consapevole nel rapportarsi alla cultura artistica del passato.
Così Federica Rossi sembra guardare e cogliere il cretto nella sua essenza per interpretare la materia in maniera creativa, per cercare gli spazi dentro il quadro, scavare nel tempo, nella possibilità di giungere ad un incontro, fra interiorità e risultato formale, che sia perfetto perché la perfezione è l’irraggiungibile ideale delle arti.
Federica Rossi ha iniziato il suo cammino, in attesa dei prossimi appuntamenti che toccheranno altre capitali d’Europa.
Dopo Copenaghen, per l'artista parmigiana ci sarà infatti un'altra importante  tappa: Bruxelles, lungo un iti-
nerario destinato a proseguire e rinnovarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

12commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti