17°

Arte-Cultura

Il suo nome per il nuovo mondo

Il suo nome per il nuovo mondo
0

 Sergio Caroli

C iò che noi abbiamo sopportato davvero in questa immensità del mare, i rischi di naufragio, le sofferenze fisiche innumerevoli, le angosce permanenti che afflissero le nostre anime, tutto ciò lo lascio alla comprensione di quanti hanno avuto esperienza di queste cose e che conoscono cosa significa la ricerca di ciò che è incerto e addirittura sconosciuto... Fummo preda di una così grande paura che avevamo perso quasi ogni speranza di sopravvivere. Nel mezzo di queste tempeste così terribili, del mare e del cielo, piacque all’Altissimo mostrarci il continente, nuova terra e un mondo incognito». E’ un epico passo del «Mundus novus», l’opera-principe di Amerigo Vespucci, il navigatore che ha dato il nome a due continenti. In suo onore il cartografo tedesco Martin Waldseemüller propose nel 1507 di chiamare America il «nuovo mondo», di cui, per primo, Vespucci aveva intuito l’indipendenza dell’Asia. Nel viaggio compiuto nel 1499 al servizio della Spagna, egli esplorò le coste dell’America Meridionale e dell’attuale Guayana fino alle foci del Magdalena in Brasile; nelle due spedizioni successive in parte finanziate dal re de Portogallo, Vespucci giunse in Venezuela; veleggiò poi verso sud e il 1° gennaio 1502 vide la baia su cui sarebbe sorta Rio de Janeiro: scese ulteriormente lungo le coste del Brasile, incrociò la foce del Rio della Plata, e toccò le rive occidentali dell’Africa, raggiungendo di nuovo Lisbona nel settembre 1502. In occasione del cinquecentesimo anniversario della morte del grande esploratore che cade il 22 febbraio, è il libreria «Amerigo Vespucci» di Franco Cardini e Marina Montesano, volume corredato da ricche illustrazioni, (edito da Le Lettere, pag. 240, 38,00). Dialogo con Cardini, professore ordinario di Storia medievale presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane (Sum) di Firenze. 
Professore, che influsso ebbe nella vita di Vespucci il cugino Lorenzo di Pierfrancesco dè Medici?
Lorenzo di Pierfrancesco dè Medici, detto «il Popolano» per appartenere a un ramo collaterale della famiglia con la quale era tuttavia in stretti rapporti di affari e d’interessi, è personaggio ben conosciuto e documentato nella sua attività imprenditoriali. Avendo sposato una cugina di Simonetta Cattaneo Vespucci (un altro matrimonio da considerare nel quadro dei rapporti tra i Medici e la grande famiglia genovese dei Campofregoso), era in effetti imparentato con Amerigo. Lorenzo di Pierfrancesco era anche molto attivo sotto il profilo della promozione intellettuale: probabilmente presso di lui Amerigo incontrò personaggi come Marsilio Ficino e può darsi che in quelle occasioni si siano sviluppati i suoi interessi geografici e cartografici. Vespucci restò al servizio di Lorenzo di Pierfrancesco fino al 1491, quando si trasferì a Siviglia, sempre però per seguire gli interessi del suo ex datore di lavoro: a Siviglia la filiale dell’impresa Medici funzionava male e bisognava porre riparo al danno.
Quale era il clima a Firenze in tema di studi di geografia, astronomia, cosmografia e nautica?
Sotto il profilo intellettuale Firenze era diventata un grande centro di cultura geografica e cartografica: interessi del genere erano sviluppati fino dal Trecento, ma si erano approfonditi quando, ai primi del Quattrocento, giunse a Firenze dalla Grecia una copia del testo della «Cosmographia» di Tolomeo. Inoltre, nel 1405 Firenze si era impadronita del porto di Pisa e a partire dal 1422 aveva avviato una sua vera e propria politica navale. Ciò l’avrebbe condotta, nel tempo, a peggiorare i suoi rapporti diplomatici con Venezia, divenuta in qualche modo una concorrente.
Quale ruolo vi esercitò Paolo dal Pozzo Toscanelli?
Un ruolo fondamentale, anche perché egli aveva impiantato a Firenze una ricerca fondata sulla cognizioni acquisite nell’università di Padova, dove aveva studiato, e che era uno dei centri scientifici più prestigiosi del momento. Con Brunelleschi Toscanelli aveva avviato una collaborazione fondata anche su ardite sperimentazioni, come lo gnomone costruito nel 1468 nella cattedrale, che permise di determinare l’obliquità dell’eclittica dell’equatore. 
Vespucci narrò le sue imprese, nel «Mundus novus». Quali ne sono i pregi? 
Il taglio e lo stile letterario sono parte principale, forse fondamentale, del pregio del «Mundus Novus»: al punto che qualcuno lo ha definito un giornalista di genio con un senso mediatico «ante litteram». 
Che cosa significò per Vespucci la nomina di a «Piloto mayor» da parte di Ferdinando d’Aragona? 
Grazie a quella carica percepiva un emolumento globale di circa 75.000 maravedì all’anno, cioè il decuplo di quanto pagava per una lussuosa casa che teneva in affitto a Siviglia: in termini di potere d’acquisto, si potrebbe pensare a qualcosa come 5 milioni di euro all’anno. Uno stipendio da grande «manager». Le sue funzioni includevano il controllo su tutti i piloti delle navi della flotta reale e sui loro strumenti nonché la messa a punto del «Padrón Real», una specie di mappa-censimento dell’assetto cartografico del regno. 
E' storicamente corretto affermare che a Vespucci il Portogallo deve il riconoscimento definitivo per il proprio dominio d’oltre Atlantico, e la Spagna il consolidamento e l’espansione del proprio?
E' forse una formula troppo rigida sul piano formale e istituzionale. Si può senz'altro dire che Vespucci concorse in maniera importante alla determinazione dei rapporti tra le due potenze confinanti in merito alle scoperte effettuate dopo il 1492 e al loro inquadramento nell’àmbito del diritto internazionale. 
Amerigo Vespucci - Le Lettere, pag. 240, 38,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Autobus

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

5commenti

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

lega pro

Trasferta, crociati a Teramo in treno: ecco i convocati

Calcio

Derby, appello di Pizzarotti: "Sia una giornata di divertimento". Ai crociati: "I parmigiani credono in voi"

Il sindaco è intervenuto sul suo profilo Facebook

3commenti

meteo

Tra pioggia e arcobaleno in città, neve al Lago Santo Video

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

1commento

sorbolo

Danni alla parete del nuovo edificio: il sindaco sequestra i palloni

8commenti

elezioni 2017

Pellacini: "Sosterrò Scarpa". Critiche da Effetto Parma: "Vignali-bis"

10commenti

bologna

Aemilia, 7 imputati parmigiani al processo d'appello. La Procura generale vuole sentire Giglio

Bernini non è in aula 

1commento

MOTO

500 Miles: da Parma la 24 ore delle Harley

500 Miles: da Parmala 24 oredelle Harley

ordinanza

Niente alcol in lattine o bottiglie durante lo Street Food Festival

gazzareporter

Rottura a un tombino: cortile della Pilotta allagato Video

4commenti

IL CASO

Ponte Verdi, i sindaci pronti alla disobbedienza civile

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

FERRARA

I carabinieri cercano il killer Igor e trovano gli spacciatori

Mondo

Il Papa in Egitto: viaggio di unità e fratellanza Video

SOCIETA'

Fisco

"Amazon ha evaso 130 milioni"

USA

A Los Angeles un luogo per gli amanti del gelato Video

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche