Arte-Cultura

Soldati e sofferenza, quelle tragedie da non dimenticare

Soldati e sofferenza, quelle tragedie da non dimenticare
0

Rita Guidi

Non tutto ciò che finisce, si conclude veramente. Il male lascia un’ombra indelebile dove ha sottratto luce alla speranza, ucciso insieme ai corpi ogni traccia di umanità. In guerra, per esempio. Durante la Seconda Guerra Mondiale, per esempio. 
Emblema triste e assoluto della sconfitta dell’uomo, aldilà di ogni bandiera. A testimoniarlo di nuovo, ma con forza nuova, è Simone Cristicchi – cantautore, ma anche autore di razza (con «Centro di igiene mentale» ha firmato un notevole  esordio) - con questo suo ultimo «Mio nonno è morto in guerra» (Mondadori, 180 pagg., 16 euro).
 Straordinario taccuino di memorie, dove il vissuto personale diventa l’unica prospettiva importante, verità essenziale contro vaghe pagine di storia. «I fatti del 25 luglio o la liberazione di Roma, si possono anche dimenticare, così come la liberazione o lo sbarco in Normandia – scrive provocatoriamente Gianni Oliva nella toccante prefazione – Ma non si può dimenticare la guerra; non si possono dimenticare le logiche che l’hanno determinata; non si possono dimenticare i lutti, le paure». Non si può  e non si deve dimenticare quanto ha significato e quanto significa il sacrificio di una vita, di ogni vita. Ecco allora questo coro di voci da un passato che non è mai passato, e che vuole sconfiggere l’ennesima ingiustizia: del silenzio, dell’oblio.
 Cristicchi dichiara nella sua premessa la necessità di colmare questo silenzio, la felicità di attingere al patrimonio inestimabile delle parole degli anziani, il desiderio che i bambini ricordino a scuola, oltre a matematica o geografia, la storia dei propri nonni. Imparerebbero un mondo finito ma mai perduto, sospeso tra monito e memoria, ricordi e necessità.
 Scoprirebbero che il freddo che provano i vecchi a volte viene da lontano: da una ritirata di Russia a 48 gradi sottozero, dove sai che l’amico che si ferma lo farà per sempre, e cammini verso un futuro segnato, comunque. Quanti ragazzi, quante donne, quanti bambini, quante illusioni tradite in queste voci, alle quali non manca nemmeno la battuta scherzosa, l’ironia amara e sorridente: occhi che rivivono e raccontano, nonostante la sofferenza e l’orrore vissuto (e mai dimenticato). 
Ogni nome, due pagine e un grande racconto. 
La loro guerra davvero: corpi sventrati, bombardamenti devastanti, macerie e cadaveri, senza bandiera e senza nome. C’è la mamma dai «superpoteri» che scava a mani nude e abbraccia e salva i suoi bambini sepolti; c’è la paura e la fame, e l’umanità inattesa (un soldato, un tedesco) di chi salva una vita; gli orrori di Fossoli o la strage dei minatori a Niccoletta; ma anche la devastante fuga dall’Istria o la brutalità di una brigata partigiana... 
Perché, qui, non importa se quei ragazzini uccisi a fucilate e sepolti in fretta, sono partigiani o tedeschi; importa che lì, ora, l’erba cresce più alta. Come a dirci guardate, ascoltate, ricordate. «Cessate di uccidere i morti». 
Lo diceva il poeta. Lo dicono queste pagine. Questo straordinario romanzo vero di Cristicchi. Ascoltiamolo; ascoltiamoli. Per (ri)costruire, per sconfiggere ogni ingiustizia, per vincere davvero, per cambiare. «Per non continuare a morire ogni giorno in questa finta pace». 
Mio nonno è morto in guerra Mondadori, pag. 18016,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

LA BACHECA

44 opportunità per trovare un lavoro

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)