Arte-Cultura

E' morto il poeta Elio Pagliarani

E' morto il poeta Elio Pagliarani
0

(di Mauretta Capuano - agenzia Ansa).

ROMA, 8 MAR - E' morto stasera in una clinica romana il poeta Elio Pagliarani. Era nato a Viserba (Rimini) il 25 maggio 1927. Lo ha reso noto Walter Pedullà. Pagliarani ha fatto parte del Gruppo 63. Tra i suoi scritti, molti nell’antologia "I Novissimi" del 1961, c'è il poemetto sperimentale "La ragazza Carla", pubblicato nel '62.

CHI ERA ELIO PAGLIARANI. Padre dello sperimentalismo e della neoavanguardia italiana, Elio Pagliarani,è il poeta de "La ragazza Carla", il poemetto narrativo che iniziò a scrivere nel 1954, dalla storia editoriale piuttosto travagliata e che ancora oggi resta di assoluta modernità.
«Ricordo che inizia a scrivere, a mano, durante un compito in classe di italiano che avevo assegnato alla scolaresca, di terza media, mi pare. E l’inizio del poemetto è rimasto proprio quell'inizio: "Di là dal ponte della ferrovia una traversa di viale Ripamonti / c'è la casa di Carla..".
Poeta del Gruppo '63 e nell’antologia de "I Novissimi" con Nanni Balestrini, Edoardo Sanguineti, Alfredo Giuliani e Antonio Porta, Pagliarani ha rappresentato come pochi altri la realtà della nostra vita di tutti i giorni, ha saputo togliere liricità alla lingua poetica dandole una forza tutta nuova affrontando temi realistici come il lavoro, le difficoltà delle classi subalterne fino a fare del testo poetico un racconto polifonico e corale.

Pagliarani, nato a Viserba di Rimini il 25 maggio 1927 da una famiglia operaia, ha vissuto a Milano dagli anni Quaranta fino al 1960, per poi trasferirsi a Roma dove ha vissuto fino alla fine. Poeta naturalmente sperimentale, sentiva come un peso il trasferimento delle vicende personali nella sua poesia tanto da definirla «tirannia dell’io». E proprio per questo aveva «deciso di comporre un poemetto narrativo, con la sua brava terza persona, che si occupasse di vicende contemporanee che non mi riguardassero troppo direttamente» aveva raccontato. Nacque così 'La ragazza Carlà uscito, dopo la pubblicazione di alcuni frammenti, nella versione definitiva nel 1960 sul "Menabò", un anno dopo nell’antologia "I Novissimi" a cura di Alfredo Giuliani e nel 1962 per le edizioni Mondadori con l’unica variante di un verso. La protagonista è la diciasettenne Carla Dondi che vive nella periferia di Milano con la madre vedova, e frequenta le scuole serali. All’inizio degli anni '60, Pagliarani si dedica al suo secondo romanzo in versi "La ballata di Rudi" di cui si avrà l’edizione completa nel 1995, con cui vinse il Premio Viareggio e che si chiude con uno spiraglio di ottimismo: «Ma dobbiamo continuare/ come se/ non avesse sensopensare/ che s'appassisca il mare.

Collaboratore delle più importanti riviste d’avanguardia del secondo Novecento, tra le quali Officina, Quindici, Il Verri, Nuovi argomenti, Il Menabò, Pagliarani nel 1971 ha fondato la rivista Periodo Ipotetico di cui è stato direttore e ha fatto parte della redazione di Nuova Corrente. Negli anni Ottanta ha fondato e diretto con Alessandra Briganti la rivista di Letterature Ritmica. Negli anni Cinquanta è stato redattore dell’Avanti e nel 1968 è diventato critico teatrale per Paese Sera.

Tutti i libri dall’autore, tranne quelli destinati alla messa in scena teatrale, fra i quali - oltre ai famosi poemetti in versi - Cronache e altre poesie (1954), Inventario privato (1959), Lezione di fisica e Fecaloro (1968), Esercizi platonici (1985) ed Epigrammi (2001), oltre a più di cinquanta pagine di testi dispersi, scritti fra il 1946 e il 2005, sono stati raccolti in "Tutte le poesie (1946-2005)" da Garzanti, a cura di Andrea Cortellessa, in occasione degli 80 anni del poeta. Pagliarani ha ricevuto alcuni fra i più importanti riconoscimenti italiani fra cui i premi Napoli, Palmi, Betocchi e l’Orient Express.

Nel 2011 aveva esordito nella narrativa con "Memorie" (Marsilio), dedicato alla figlia Lia, nata nel '77, con la prefazione di Walter Pedullà. «Ho ripreso queste memorie una ventina di anni dopo la stesura della prima parte, la quale prima parte era infiorata dalla meraviglia di mia figlia bambina: duplice o triplice meraviglia: di lei che scopriva il mondo, di me che scoprivo lei e con lei infante riscoprivo la mia infanzia: che con le foglioline verdi di bosso arrotolate senza spezzarle si potessero trarre suoni di flauto, o quasi, chi se lo ricordava?» scriveva Pagliarani e forse tornare ai ricordi dell’infanzia è il miglior modo per andarsene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Un coro di no per la chiusura del supermercato di via D'Azeglio

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

1commento

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

2commenti

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti