-2°

Arte-Cultura

"Don Camillo e i giovani d'oggi", da Brescello a San Secondo

Ricevi gratis le news
0

Egidio Bandini
Esattamente 40 anni fa ebbe luogo quella che Peppone avrebbe chiamata la «nemesi geografica». Il film «Don Camillo e i giovani d’oggi» (la cui lavorazione era stata interrotta a Brescello nel 1971, causa la malattia di Fernandel) infatti, venne girato a San Secondo Parmense, esterni ed anche interni, a differenza dei precedenti cinque film, ambientati tutti a Brescello, ma i cui interni vennero girati negli studi di Cinecittà. Così il «Mondo piccolo» cinematografico, dopo vent’anni passati in provincia di Reggio Emilia, tornò dove era nato: nella Bassa parmense. Certamente avrebbe apprezzato la cosa anche  Guareschi che, sin dal 1951, avrebbe voluto vedere don Camillo e Peppone parroco e Sindaco di uno dei nostri paesi lungo il Po. A vegliare sul rispetto dei racconti guareschiani, comparsi su «Oggi» nel 1966, sono Alberto e Carlotta che rifiutano la prima stesura della sceneggiatura, riscritta di sana pianta da professionisti romani quando si iniziò a girare il film a Brescello, con Fernandel e Cervi. La sceneggiatura, infatti (di Bernard Revon, Leo Benvenuti e Piero De Bernardi), immagina Cat a Roma, nel bel mezzo di una manifestazione hippy dove interviene la polizia: questa la scusa per inviare la ragazza ribelle dallo zio don Camillo. Il figlio di Peppone, Michele (detto Veleno) torna in paese coi capelli lunghi e la giacca «Alla Mao» e con la volontà di contestare il padre. Cat, sotto scorta della Polizia e con un foglio di via sorvegliato, viene affidata allo zio prete. Il maoista Michele coinvolge nelle proprie azioni il figlio dell’industriale Piletti, proprietario di un allevamento di polli: i contestatori invadono l’aula del consiglio comunale, lasciando tutti in mutande, compresi Peppone, Piletti e la farmacista Bognoni che, nonostante tutto, si dice però soddisfatta della lezione. Michele si rifugia da don Camillo che, in cambio della protezione, lo tosa a zero, mentre Cat, in piena notte, sale sul campanile e attacca a suonare le campane. Michele riesce a recuperare la ribelle che, per vendicarsi dello zio prete, invita nel cortile della canonica un numeroso gruppo di hippies, compresi Veleno e Giorgio Piletti, che ballano finché vengono cacciati da don Camillo armato di un potente getto d’acqua. A questo punto entra in scena il coadiutore mandato a don Camillo dalla Curia: don Francesco Biavati. Il giovane sacerdote stravolge, secondo i «nuovi metodi conciliari», la chiesa, lasciando esterrefatti i fedeli di don Camillo. Un mattino, però, don Chichì entra in camera di Cat e la vede nuda: da qui si sviluppa la vicenda che porterà alla crisi spirituale del pretino. Una sceneggiatura che nulla aveva a che vedere, salvo per dettagli di scarsissima importanza, coi racconti guareschiani. La seconda stesura, ad opera di Adriano Baracco, Mario Camerini (regista) e Lucio de Caro sarà quella (debitamente ripulita dalle troppe parolacce ) utilizzata per il film ambientato a San Secondo, con Gastone Moschin nei panni di don Camillo e Lionel Stander in quelli di Peppone. E, dal momento che l’intero film venne girato nel paese, senza ricorrere agli studi di Cinecittà, basta giare per San Secondo e si ritrovano, ancora oggi: la canonica di don Camillo, la farmacia del dottor Bognoni, il negozio di Peppone e, a pochi chilometri dal paese, la chiesa dove Cat e Veleno si sono sposati. Insomma, c’è molto più Mondo piccolo a San Secondo che a Brescello e qui, davvero, può capitare di incrociare sotto i portici Lo Smilzo che va all’osteria, o don Camillo che esce dalla chiesa e fischietta il motivetto che anche Gesù aveva imparato alla «Messa beat».

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

9commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

nuoto

Europei, tris d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

SOCIETA'

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5