-2°

Arte-Cultura

Gli anni d'oro di Salso e Tabiano

Gli anni d'oro di Salso e Tabiano
0

di Pier Paolo Mendogni

Ci sono tanti modi per ripercorrere la storia e Ercole Camurani ha scelto quello, abbastanza inusuale, della bibliografia, ossia dell’indicazione di quanto si è scritto su un determinato argomento che nel caso specifico è Salsomaggiore con i luoghi vicini e le varie attività economiche connesse, come viene enunciato nel titolo del suo ultimo libro «Bibliogafia di Salsomaggiore, di Tabiano e dei castelli, del sale e del legno», edito da Mattioli 1885.
Detto così viene da pensare ad un lungo elenco di pubblicazioni, suddivise per anni, frutto di una minuziosa e paziente ricerca; ed in parte lo è, ma Camurani riesce a ravvivare l’interesse anche dei non addetti ai lavori allargando l’orizzonte e andando a frugare fra curiosità storiche che conferiscono al volume singolari motivi di richiamo sul piano del costume, della storia e dell’economia. L’origine della città termale, legata alle importantissime saline, è molto antica, forse risale al periodo celtico; il nome «Salsemajore» lo si trova però solo in un documento d’epoca longobarda (626-636) anche se il sale e le acque salse costituiscono una specificità territoriale che ne ha contrassegnato tutta la storia, mutata però nell’Ottocento con la scoperta dei benefici effetti delle acque termali con la conseguenza di provocare un forte richiamo turistico.
«Nel trionfo del Liberty e del Deco – scrive Camurani - la rivoluzione della mobilità ferroviaria e poi automobilistica, delle comunicazioni telegrafiche e poi telefoniche, la luce elettrica come illuminazione pubblica e comfort privato espandono il mercato della domanda alla quale risponde una frenetica, esaustiva offerta».
Sono anni ruggenti quelli dei primi decenni del Novecento e Salsomaggiore si afferma tra i posti di maggiore richiamo del termalismo europeo con la presenza di illustri personaggi. La pubblicità di quegli anni è esuberante di bellezze muliebri fiorenti grazie alle virtù salutari delle acque: Dudovich, Bellerio, Erberto Carboni creano artistici e accattivanti manifesti (diversi dei quali vengono riprodotti a colori) per pubblicizzare «Tabiano: acque solforose, le migliori del mondo», «Salsomaggiore, tutte le cure termali con le acque più ricche di iodio»; una cometa indica la meta Salso alle «sposine» che vogliono realizzare il sogno di avere un bambino; per chi vuole unire il benessere termale con la mondanità al pomeriggio c’è il tiro al piccione al Poggio Diana che alla sera ospita signore in abito da sera accompagnate da gentiluomini in cilindro e monocolo.
Nella seconda metà del Novecento il nome di Salso oltre alla salute si è legato alla bellezza e all’eleganza con la manifestazione di Miss Italia e ne hanno beneficiato turisticamente anche le località dei dintorni di interesse storico e artistico. Località che Camurani osserva da un’angolazione molto particolare, quella etimologica. Non poteva però mancare Salsomaggiore con la sua assonanza fonetica col latino «salsus», salato, ma il discorso si allarga ad altre radici nonché alla possibilità di un toponimo su base gentilizia.
Non ci sono dubbi per Borgo San Donnino (Fidenza). Donnino, cubicolario imperiale convertitosi al cristianesimo e decapitato sulla riva dello Stirone, ha dato il nome a tante località e chiese, elencate dall’autore. Anche Pellegrino (Parmense) è un nome assai diffuso. Scipione, Bargone, Vigoleno, Varano Melegari coi loro castelli si rivelano importanti centri durante il medioevo e costituiscono ancora oggi delle mete storico-artistiche rilevanti.
L’economia curtense era caratterizzata da un sistema di misurazioni che variava anche tra località vicine e che è stato unificato con l’unità d’Italia con l’introduzione del sistema metrico-decimale; così ad esempio a Salso si seguiva il sistema piacentino e a Borgo San Donnino quello parmigiano per cui il braccio da panno variava da m. 0,6750 a m. 0, 6395; i volumi si misuravano in quadrette e oncie cubiche, i liquidi in pinta, boccale, brenta.
Anche le monete variavano e dal 1866 al 1872 le retribuzioni delle Saline venivano anche pagate con una specifica carta moneta.
Intanto stava affermandosi il termalismo e il 5 luglio 1864 usciva il primo numero de «L’indicatore dei bagni salino-iodati di Salsomaggiore della Provincia di Parma» «Guida per forestieri, contenente le cognizioni necessarie per essi a fine di ritrovare immediatamente comodi alberghi, di conoscere le agevolezze nei prezzi, l’elenco per medesimi con le date degli arrivi e partenze ecc.». Salsomaggiore dalla storia entrava nella cronaca.
 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

Calestano

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

2commenti

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

3commenti

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

2commenti

Incidente

E' ancora gravissimo il rugbista ventenne investito 

SONDAGGIO

La commessa più votata? E' Giorgia

2commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

5commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Appennino

Schia: al via la stagione con una «valanga» di novità

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

1commento

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

1commento

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

11commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

Reggio Emilia

Giovane bastonato e preso a frustate: in manette un 55enne e due figli

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Calcio

LegaPro: Pareggio del Bassano; Venezia primo

Parma Calcio

Trasferta, Saporetti ci sarà. D'Aversa: "Nessun alibi anche nelle difficoltà"

CULTURA 

Archeologia

Restaurati 50mila metri quadrati di città a Pompei

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco