22°

32°

Arte-Cultura

Dalí, visionario surreale e ironico

Dalí, visionario surreale e ironico
Ricevi gratis le news
0

di Edda Lavezzini Stagno

Ogni mattina, prima di alzarmi, provo un sommo piacere: quello di essere Salvador Dalí». L’artista amava far parlare, e parlare di sé. Possedeva una notevole autostima, qualità che aiuta molto, come dimostra la sua vita. A 60 anni dall’ultima retrospettiva Salvador Dalí (1904-1989) torna a Roma con la grande antologica, «Dalí. Un artista, un genio», al Complesso del Vittoriano fino al 1° luglio. 103 opere tra olii, disegni, documenti, fotografie, filmati, lettere, oggetti, per intrecciare i fili tra l’artista e il genio. La mostra del Vittoriano, organizzata con la Fundació Gala-Salvador Dalí di Figueres, mette in risalto l’influenza esercitata su Dalí dall’arte e dalla cultura italiana analizzando per la prima volta il rapporto dell’artista col nostro paese. L’inizio del percorso, che ho il piacere di fare con Josè van Roi Dalí, unico figlio di Salvador e Gala, pittore e artista come il padre, propone foto anche divertenti, dalle quali emergono l’estro e l’ironia del grande Dalí. Questo settore è arricchito da installazioni con la voce del Maestro e da originali performance nelle quali Salvador si esibisce in travestimenti e situazioni scherzose. Josè ogni tanto si lascia andare ai ricordi: «I miei genitori erano complici negli scherzi. Mio padre aveva una fantasia incredibile nell’architettarli. Spesso io ero l’unica vittima sacrificale. Si divertivano a spiare le mie reazioni». Proseguiamo il percorso tra quadri che raccontano il mondo onirico del maestro nato in Catalogna, a Figueres. Ci sono Raffaello, con cui si inizia, e Michelangelo con cui idealmente si chiude. Il quadro più antico è proprio l’«Autoritratto con il collo di Raffaello» del 1921, in cui l’artista rivela la sua volontà di iniziare un sottile colloquio con il pittore urbinate: quasi una vera e propria identificazione. Si ammirano altri capolavori, e una straordinaria serie di dipinti e disegni surrealisti realizzati in quel decennio magico iniziato nel 1931. E così ecco «Cortile Ovest dell’Isola dei morti» (ossessione ricostitutiva da Boecklin), «Coppia con la testa piena di nuvole», «La Madonna di Port Ligat» che Dalí, nel 49, ha presentato a papa Pio XII, sperando di ottenere una dispensa per poter sposare Gala (1894-1982) anche in chiesa. Ma il matrimonio religioso verrà celebrato nel 1958, sei anni dopo la morte del primo marito di Gala, il poeta Paul Eluard. La novità in assoluto dell’esposizione, accompagnata dal catalogo Skira, è la sezione dedicata al rapporto fra Dalí e il nostro paese. «E’ stata mamma, la musa, la donna così importante per papà, e con la quale vivrà tutta la vita, a risvegliare l’interesse per l’Italia in mio padre», afferma Josè. E allora ecco i viaggi, tra Roma, Venezia e Bomarzo, in Umbria, dove Dalí visita quei giardini popolati da mostri che sembrano uscire dalle rocce animate dei suoi dipinti. Emergono i suoi rapporti con De Chirico, ma anche quelli con registi, attori, da Luchino Visconti a Fellini, ad Anna Magnani.     In genere i grandi artisti, negli ultimi anni della loro vita, sono circondati da persone «iperprotettive», e mi piacerebbe sapere se Josè è mai riuscito ad abbracciare suo padre negli ultimi anni della sua vita: «Quand’era ormai vicino alla fine, mio padre fu isolato dal resto del mond; persino agli amici più intimi  e ai familiari più stretti fu impedito di avvicinarlo. Io riuscii a raggiungerlo e ad abbracciarlo nell’agosto del 1985,  grazie a mia madre che una volta mi aveva rivelato l’esistenza di un passaggio segreto.  “Protetto'' da una barba posticcia, confuso tra i tanti visitatori del museo,  me lo trovai all’improvviso tra le braccia: per un tempo breve che mi parve un’eternità, ebbi modo di stringere forte a me quel che restava della sua straordinaria persona e del suo magico carisma, e di rendermi conto  con dolore che Lui probabilmente non c’era più...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti