22°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Un tetto di fiori e di foglie

Il racconto della domenica - Un tetto di fiori e di foglie
0

Marta Silvi Bergamaschi

Benedetta era coricata sulla poltrona e il frutteto le illuminava gli occhi con cascate di fiori bianchi e rosa: un tetto di petali e di tenere foglie sotto un alto cielo azzurro, un azzurro domenicale, spudoratamente limpido, mosso da voli silenti. Sì, pensò Benedetta, è domenica, non si va a lavorare, non occorre infilarsi in automobile, non occorre vestirsi da signora per bene. Mi terrò addosso tutto il giorno il mio vestito da lavoro, largo, sgangherato, ma piacevole. A meno che...Udì la voce di suo marito uscire dalla macchia dei noccioli:- Benedetta, chiese, vuoi che andiamo a Sabbioneta, la nostra piccola Atene, o sul Garda...-  Fu presa da un’insolita paura: no, per favore, oggi no, sono fiorite le piante. Glielo disse e lui, il suo grande amico, capì e sorrise:-Speravo proprio mi rispondessi così. Hai visto che meraviglia?- -Una mattina tanto fiorita mi suggerisce pensieri d’amore, d’amicizia, di complicità. Sono felice di averti sposato.- Poi tacque, come intimorita. Lui la baciò sulla bocca e le sussurrò all’orecchio qualcosa che lei non capì. –Vado a potare la siepe,- disse. Si allontanò lesto come un gatto. Benedetta socchiuse gli occhi. Vide la luce immensa che usciva dal mattino e pensò: è bello vivere. Pigri, contemplativi, isolati e partecipi. Il pranzo era pronto, doveva preparare soltanto il sugo per la pasta. Udì le campane balbettare otto rintocchi, è presto, c’è tempo... Allungò una mano e sentì tra l’erba umida la presenza di tante minuscole vite: bestioline che parlavano tra loro e l’erba vibrava, pareva ridere, sommessa, una vasta trama di sussurri le era intorno. E di furtivi amori? Affondò il corpo nella poltrona; la terra, la buona, generosa terra era lì, appena sotto di lei. Avrebbe potuto entrarci come un grillo, come una talpa e conoscere il misterioso intrico di radici, di fiori che sbucavano, di casette aperte d’insetti. Immaginava la casa delle formiche ricamata di labirinti e di nascondigli, con cumuli di provviste di ogni genere. Benedetta trattenne il respiro, percepì l’essenza della terra scendere in lei, ne assaporò la metafisica gioia. Questa è la vita, disse. Poi pensò al sugo per la pasta. Fra poco, c’è tempo... Vennero a trovarla tre farfalle, bianche come il marmo, un volo saltellante (erotico?) in balia del mite vento che da poco si era alzato; le si accostarono carezzandole ciocche di capelli. Grazie, mormorò Benedetta. Civettarono con i fiori del prato e degli alberi, succhiarono aromi sconosciuti, combinarono matrimoni, giocarono tra loro come vaporosi e ambigui petali; scomparvero. Dalla casa di fronte giungevano, sommesse, le voci di Livia e di Rino, i suoi amici mezzadri. Svegli dalle quattro: la stalla era già pulita, le vacche, sdraiate su un fianco, riposavano sulla paglia gonfia. Avevano già dato tutto il loro latte: un dono prezioso. Livia e Rino assaporavano l’abbondante colazione, quindi sarebbero tornati al lavoro. La domenica per loro non esisteva. Benedetta dondolò una gamba e il sole, ormai alto, la pizzicava con la sua lunga, calda lingua. Il sole è il maestro d’orchestra dei prati: è lui che dirige con inesorabile precisione. Fa fiorire le piante, rende turgido il pistillo, colora, con un misterioso pennello, ribes, amarene, susine, albicocche, pesche, mele e pere. La prima marmellata che farà Benedetta sarà di Ribes. Squisita. Poi ogni frutto avrà il proprio vasetto. Una bellissima varietà di colori occuperà una lunga mensola. “L’angolo impressionista”, lo chiamava, immerso in una luce che ogni ora cambiava. Così pensava Benedetta, coricata sulla poltrona nel prato. Era domenica, se lo poteva permettere. E il sugo? Ancora una mezz’ora, poi avrebbe velocemente raggiunto la cucina. Udì il lungo rintocco delle campane. Le donne indosseranno la veste buona e varcheranno la soglia della chiesetta. Udì un bimbo fare domande impegnative a cui nessuno rispondeva, udì un brulichio continuo. Ecco, il disegno era compiuto. Silenzio. Iniziava la Messa. Era domenica. Benedetta centellinava il dolcissimo sole primaverile a piccoli sorsi e gli occhi le si chiudevano in un sopore irresistibile. Il giovane sole dell’anno la stringeva in un pericoloso amplesso. Le parve di udire la voce di Rino attraversare la strada e giungere nel prato:- Professore, che cosa fa con “al scosel” di Benedetta. Fa il cuoco?- S’udì la risata allegra di Enzo. Il sugo…pensò Benedetta. Lui venne a prenderla, la raccolse tra le braccia.- Stanno per fiorire anche i mughetti,- le mormorò. La depose nel soggiorno. La tavola era apparecchiata, la pasta era già nei piatti, pronta per essere mangiata. –Oh…hai fatto il…- fece Benedetta. –Chissà quale sapore avrà!- -Sorpresa,- rispose Enzo. Risero. La risata volò lungo i prati come un frullo d’invisibili ali. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

OGGI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

I corpi senza vita ritrovati dai figli in camera da letto

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

5commenti

elezioni 2017

Salvini torna a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

2commenti

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

8commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

salumi da re

Norcini e salumieri a raduno a Polesine. Sfida al "panino teen-ager"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

roma

Omofobia, Shalpy: "Sputi e insulti per strada: un trauma"

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon