23°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - L'arrivo del giorno giusto

0

di Anna Maria Dadomo

La giornata si presentava magnifica, buia e piovosa, come piaceva a lei. In giardino, ovunque si guardasse, lo spettacolo del foliage,  era al suo meglio: manciate di foglie  di ogni colore  si staccavano dai rami sotto i colpi del vento,  danzavano fragili nell’aria, cadevano sul prato. Il giallo delle foglie del noce prevaleva su tutti gli altri: ricopriva  interamente lo stradello davanti a casa,  macchiava, con pennellate dense e pastose, i davanzali delle finestre.
Ma non era quello. Nessun spiraglio di luce, nessuna crepa d’azzurro fendeva il  muro spesso e compatto delle nuvole: ogni tentativo del sole sarebbe stato respinto. E sarebbe stato così fino a sera. Lo capì non appena aperse la finestra della camera. 
E capì che quello era il giorno giusto. Avrebbe lavorato tutta la mattina e oltre, se era il caso, senza distrazioni dato che il figlio non sarebbe tornato a casa per il pranzo. Sarebbe stata sola con  il suo lavoro. 
La sua paura. E i gatti. Il sonno placido dei gatti. Pandus, il suo preferito, bianco con macchie nere sul dorso e sulle orecchie,    gli occhi verdi, si sarebbe acciambellato sulla poltrona, appena dietro la sua seggiola, in una morbida cuccia di lana; Peperino, grigia  e arancione, la pancia bianca, avrebbe condiviso la sedia da ufficio vicino alla stufa con Pigotta, un’elegante, placida tigre domestica  di 6 chili. I gatti non disturbavano le sue mattine di lavoro. Anzi. Discreti e silenziosi, erano i compagni ideali per avventurarsi nei territori sconosciuti della scrittura. Qualcuno di loro, ogni tanto, si sarebbe alzato, avrebbe fatto una capatina  in cucina  dove, sopra  un foglio di giornale, erano sistemate le ciotole del cibo e dell’acqua per sgranocchiare qualcosa e ritornare,  soddisfatto e appagato,  al suo posto,  riprendere il sonno interrotto.
Confidava in loro quella mattina, nella loro rassicurante presenza, per tuffarsi con ritrovato coraggio in quel racconto, e riuscire a portarlo a termine.
Doveva andare giù, scendere nelle profondità dell’inconscio che  il suo immaginario  le presentava come  caverna  marina dal fondale mobile  e fangoso, dove non penetrava la luce del sole, dove   fievoli bagliori di luce si accendevano e spegnevano, e  strane paurose creature  mandavano segnali, e  bocche si aprivano e chiudevano senza suono. 
La prima volta c’era stato un  liquido ristagnare  d’ombre, uno  sciabordio d’acqua , una corrente cupa che trascinava via, e d’improvviso quella bocca enorme dai denti lunghissimi, luminescenti che l’adescavano, pronti ad ingoiarla in pochi istanti. 
Aveva avuto paura. Ed era risalita. Da allora non aveva più ripreso quel racconto. Quel giorno avrebbe ritentato. Era il giorno giusto. E se di nuovo quel buio laggiù in fondo, con la sua  fauna abissale dagli scheletri poco calcificati, dai tessuti molli, dagli occhi ciechi  e primitivi  che sporgevano dal corpo, con la loro bocca enorme e gli stomaci  in grado di dilatarsi enormemente permettendo loro  di ingoiare in pochi istanti corpi ben più grandi del suo, l’avrebbe spaventata, se di nuovo il coraggio le fosse venuto meno, si sarebbe girata, avrebbe preso e  stretto tra le braccia Pandus. E  il tepore del suo pelo morbido che sapeva di muschio e di resina contro la guancia,  quel    suo guardarla senza curiosità con  gli occhi  semichiusi come se sapesse, l’avrebbero restituita  a se stessa. E soprattutto, il venerabile Pandus, avrebbe mantenuto il segreto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Samsumg volta pagina, affida il rilancio al Galaxy S8

hi-tech

Samsung, esce il Galaxy S8: lo smartphone del rilancio

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

CANNES

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria degli Argini

Osteria degli Argini

CHICHIBIO

«Osteria degli Argini», tutto fatto in casa con cura

Lealtrenotizie

Uccide la moglie malata e si taglia la gola

A Felegara

Uccide la moglie malata e si taglia la gola

SAN LAZZARO

Medico aggredito e rapinato nel suo studio

TRAVERSETOLO

Il rock «di centrodestra» del Primo Maggio

Ozzano

Vandali al cimitero: auto danneggiate

VIA VERDI

Arrestato studente con 60 grammi di «fumo»

Calcio

Parma, l'abbraccio dei tifosi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

TERENZO

L'Asiletto, i bimbi a scuola dalla natura

TORNOLO

Don Massimo lascia le sue cinque parrocchie

dramma

Felegara, con un coltello uccide la moglie malata e si suicida Foto Video

I corpi di Wilma Paletti e Gianfranco Carpana ritrovati dai figli

Molinetto

Supermercato: mette in vendita salumi inserendo nel prezzo la tara. Denunciato

3commenti

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

4commenti

xxx

notizia 4

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

anteprima gazzetta

Omicidio-suicidio: Felegara sotto choc

intervento

Pellacini: "Comune e Provincia svendono quote delle Fiere di Parma"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Trump assume la figlia come dipendente federale

La testimonianza

Carminati: "Sono un fascista degli anni '70"

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

Musica

Stoccolma: finalmente Dylan ritirerà il Nobel

SPORT

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon