14°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - L'arrivo del giorno giusto

Ricevi gratis le news
0

di Anna Maria Dadomo

La giornata si presentava magnifica, buia e piovosa, come piaceva a lei. In giardino, ovunque si guardasse, lo spettacolo del foliage,  era al suo meglio: manciate di foglie  di ogni colore  si staccavano dai rami sotto i colpi del vento,  danzavano fragili nell’aria, cadevano sul prato. Il giallo delle foglie del noce prevaleva su tutti gli altri: ricopriva  interamente lo stradello davanti a casa,  macchiava, con pennellate dense e pastose, i davanzali delle finestre.
Ma non era quello. Nessun spiraglio di luce, nessuna crepa d’azzurro fendeva il  muro spesso e compatto delle nuvole: ogni tentativo del sole sarebbe stato respinto. E sarebbe stato così fino a sera. Lo capì non appena aperse la finestra della camera. 
E capì che quello era il giorno giusto. Avrebbe lavorato tutta la mattina e oltre, se era il caso, senza distrazioni dato che il figlio non sarebbe tornato a casa per il pranzo. Sarebbe stata sola con  il suo lavoro. 
La sua paura. E i gatti. Il sonno placido dei gatti. Pandus, il suo preferito, bianco con macchie nere sul dorso e sulle orecchie,    gli occhi verdi, si sarebbe acciambellato sulla poltrona, appena dietro la sua seggiola, in una morbida cuccia di lana; Peperino, grigia  e arancione, la pancia bianca, avrebbe condiviso la sedia da ufficio vicino alla stufa con Pigotta, un’elegante, placida tigre domestica  di 6 chili. I gatti non disturbavano le sue mattine di lavoro. Anzi. Discreti e silenziosi, erano i compagni ideali per avventurarsi nei territori sconosciuti della scrittura. Qualcuno di loro, ogni tanto, si sarebbe alzato, avrebbe fatto una capatina  in cucina  dove, sopra  un foglio di giornale, erano sistemate le ciotole del cibo e dell’acqua per sgranocchiare qualcosa e ritornare,  soddisfatto e appagato,  al suo posto,  riprendere il sonno interrotto.
Confidava in loro quella mattina, nella loro rassicurante presenza, per tuffarsi con ritrovato coraggio in quel racconto, e riuscire a portarlo a termine.
Doveva andare giù, scendere nelle profondità dell’inconscio che  il suo immaginario  le presentava come  caverna  marina dal fondale mobile  e fangoso, dove non penetrava la luce del sole, dove   fievoli bagliori di luce si accendevano e spegnevano, e  strane paurose creature  mandavano segnali, e  bocche si aprivano e chiudevano senza suono. 
La prima volta c’era stato un  liquido ristagnare  d’ombre, uno  sciabordio d’acqua , una corrente cupa che trascinava via, e d’improvviso quella bocca enorme dai denti lunghissimi, luminescenti che l’adescavano, pronti ad ingoiarla in pochi istanti. 
Aveva avuto paura. Ed era risalita. Da allora non aveva più ripreso quel racconto. Quel giorno avrebbe ritentato. Era il giorno giusto. E se di nuovo quel buio laggiù in fondo, con la sua  fauna abissale dagli scheletri poco calcificati, dai tessuti molli, dagli occhi ciechi  e primitivi  che sporgevano dal corpo, con la loro bocca enorme e gli stomaci  in grado di dilatarsi enormemente permettendo loro  di ingoiare in pochi istanti corpi ben più grandi del suo, l’avrebbe spaventata, se di nuovo il coraggio le fosse venuto meno, si sarebbe girata, avrebbe preso e  stretto tra le braccia Pandus. E  il tepore del suo pelo morbido che sapeva di muschio e di resina contro la guancia,  quel    suo guardarla senza curiosità con  gli occhi  semichiusi come se sapesse, l’avrebbero restituita  a se stessa. E soprattutto, il venerabile Pandus, avrebbe mantenuto il segreto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

X-Factor - Lite Fedez-Agnelli

televisione

Lite mai vista a X-Factor: Fedez insulta Agnelli e se ne va

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

Un fotogramma che mostra il lancio di una bottiglia contro la troupe.

striscia

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

5commenti

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

GAZZAFUN

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Ascanio Celestini al Parco e Otello a Noceto

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Operaio e ladro: avrebbe rubato 4500 euro di merce dalla ditta

PARMA

Rubava materiali idraulici nella sua ditta e li rivendeva: arrestato operaio 40enne Video

Denunciato uno zio, residente a Maranello

1commento

Gabbiola di Traversetolo

Cade da un ballone di fieno in giardino, ma non è in gravi condizioni

METEO

Nel weekend arrivano piogge in Emilia e neve in Appennino

Allerta gialla per l'Emilia occidentale

anteprima gazzetta

Parco Ducale in balia degli spacciatori: com'è la situazione Video

PARMA

Lei non lo ama, lui la minaccia e dà coltellate al portone per entrare

Serata di follia in via Pedretti: denunciato un 31enne

via Bixio

Imbrattato il linguistico del Marconi Gallery

5commenti

Carpi-parma

D'Aversa: "Attacco? Aspettiamo domani" Video - I convocati

1commento

La testimonianza

«Plagiata e poi schiavizzata: vi racconto il mio incubo»

Il Giardino

Il Parco Ducale «occupato» da spacciatori e alcolizzati

51commenti

PARMA

I ladri si arrampicano sui tubi: quattro furti in poche ore

1commento

PARMENSE

Terremoto: lieve scossa tra Fornovo e Varano

VERSIONE DIGITALE

Black Friday: la Gazzetta a 0,50€ al giorno

tg parma

Coin di via Mazzini: si fa strada l'ipotesi di un cambio con Ovs Video

Black Friday: è il giorno della caccia allo sconto nei negozi

Traversetolo

Tre anni di carcere al bullo che rapinava i coetanei

3commenti

Piacenza

Furto con esplosione in tangenziale. Banditi fuggiti sulla via Emilia

Presa d’assalto cassa continua uffici, autori fuggiti con denaro

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'autonomia regionale e quel ponte chiuso

di Stefano Pileri

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

oxford street

Panico nel cuore di Londra dopo falso allarme terroristico. Riaperte tre stazioni metro. Video: la gente in fuga

egitto

Bomba e spari, attentato nella moschea nel Sinai: 235 morti

SPORT

Formula 1

Abu Dhabi, Hamilton davanti a Vettel

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

Procura

Foto sexy della Leotta in rete: coinvolto un minorenne

SOS ANIMALI

Chi vuole adottare Willy?

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A 2018, svelati gli interni

motori

Confronto tra KTM 390 Duke, Honda CB 500 F e BMW G 310 R