Arte-Cultura

Il racconto della domenica - L'arrivo del giorno giusto

0

di Anna Maria Dadomo

La giornata si presentava magnifica, buia e piovosa, come piaceva a lei. In giardino, ovunque si guardasse, lo spettacolo del foliage,  era al suo meglio: manciate di foglie  di ogni colore  si staccavano dai rami sotto i colpi del vento,  danzavano fragili nell’aria, cadevano sul prato. Il giallo delle foglie del noce prevaleva su tutti gli altri: ricopriva  interamente lo stradello davanti a casa,  macchiava, con pennellate dense e pastose, i davanzali delle finestre.
Ma non era quello. Nessun spiraglio di luce, nessuna crepa d’azzurro fendeva il  muro spesso e compatto delle nuvole: ogni tentativo del sole sarebbe stato respinto. E sarebbe stato così fino a sera. Lo capì non appena aperse la finestra della camera. 
E capì che quello era il giorno giusto. Avrebbe lavorato tutta la mattina e oltre, se era il caso, senza distrazioni dato che il figlio non sarebbe tornato a casa per il pranzo. Sarebbe stata sola con  il suo lavoro. 
La sua paura. E i gatti. Il sonno placido dei gatti. Pandus, il suo preferito, bianco con macchie nere sul dorso e sulle orecchie,    gli occhi verdi, si sarebbe acciambellato sulla poltrona, appena dietro la sua seggiola, in una morbida cuccia di lana; Peperino, grigia  e arancione, la pancia bianca, avrebbe condiviso la sedia da ufficio vicino alla stufa con Pigotta, un’elegante, placida tigre domestica  di 6 chili. I gatti non disturbavano le sue mattine di lavoro. Anzi. Discreti e silenziosi, erano i compagni ideali per avventurarsi nei territori sconosciuti della scrittura. Qualcuno di loro, ogni tanto, si sarebbe alzato, avrebbe fatto una capatina  in cucina  dove, sopra  un foglio di giornale, erano sistemate le ciotole del cibo e dell’acqua per sgranocchiare qualcosa e ritornare,  soddisfatto e appagato,  al suo posto,  riprendere il sonno interrotto.
Confidava in loro quella mattina, nella loro rassicurante presenza, per tuffarsi con ritrovato coraggio in quel racconto, e riuscire a portarlo a termine.
Doveva andare giù, scendere nelle profondità dell’inconscio che  il suo immaginario  le presentava come  caverna  marina dal fondale mobile  e fangoso, dove non penetrava la luce del sole, dove   fievoli bagliori di luce si accendevano e spegnevano, e  strane paurose creature  mandavano segnali, e  bocche si aprivano e chiudevano senza suono. 
La prima volta c’era stato un  liquido ristagnare  d’ombre, uno  sciabordio d’acqua , una corrente cupa che trascinava via, e d’improvviso quella bocca enorme dai denti lunghissimi, luminescenti che l’adescavano, pronti ad ingoiarla in pochi istanti. 
Aveva avuto paura. Ed era risalita. Da allora non aveva più ripreso quel racconto. Quel giorno avrebbe ritentato. Era il giorno giusto. E se di nuovo quel buio laggiù in fondo, con la sua  fauna abissale dagli scheletri poco calcificati, dai tessuti molli, dagli occhi ciechi  e primitivi  che sporgevano dal corpo, con la loro bocca enorme e gli stomaci  in grado di dilatarsi enormemente permettendo loro  di ingoiare in pochi istanti corpi ben più grandi del suo, l’avrebbe spaventata, se di nuovo il coraggio le fosse venuto meno, si sarebbe girata, avrebbe preso e  stretto tra le braccia Pandus. E  il tepore del suo pelo morbido che sapeva di muschio e di resina contro la guancia,  quel    suo guardarla senza curiosità con  gli occhi  semichiusi come se sapesse, l’avrebbero restituita  a se stessa. E soprattutto, il venerabile Pandus, avrebbe mantenuto il segreto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Un coro di no per la chiusura del supermercato di via D'Azeglio

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

1commento

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

2commenti

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti