15°

Arte-Cultura

Spattini, tele ricolme di vita

Spattini, tele ricolme di vita
0

Stefania Provinciali

Un terrazzo che si apre sulla città mentre l’artista assorto sembra guardare altrove. Il pensiero corre a quegli «sguardi» sul paesaggio che ritorneranno negli anni, espressione di una meditazione ricorrente e di una mediazione sulla forma. Lui, l’artista, è Claudio Spattini (1922-2010), protagonista dell’antologica che la Fondazione Cariparma inaugura sabato, alle 17, a Palazzo Bossi Bocchi, con apertura al pubblico da domenica fino al 10 giugno. L’immagine apre il catalogo della mostra e riporta alla vita del pittore, nato a Modena ma parmigiano d’adozione; si trasferisce, infatti, a Parma per rimanervi negli anni Cinquanta quando vince la cattedra di disegno alla scuola media Giovanni Pascoli.
Quel decennio rappresenta anche il periodo più vivace e ricco di spunti della sua carriera artistica che si svolgerà senza interruzioni. Sono più di sessanta le opere presentate in mostra per raccontare sessant’anni ed oltre di pittura, vissuti su esperienze forti quali il dialogo aperto nella Bologna degli anni Trenta con Giorgio Morandi e con Virgilio Guidi, fino alla scoperta della vibrante tensione pittorica insita nella Scuola Romana e nella pittura di Mario Mafai. Incontri intensi di cui Spattini fa tesoro pur delineando, nell’Italia divisa fra il realismo e astrazione, una propria visione che rappresenta il vero ma che è attenta al nuovo, riferito all’Ecole de Paris.
La sua vita artistica si svolgerà così fra rivisitazioni e ritorni, fra forme e colori, dove traspare sul filo di una cronologia necessaria l’attenzione ad un pennello forte e denso di cromia ma anche a composizioni dove la natura morta e le sue tentazioni iconografiche lo hanno avvicinato costantemente alle tematiche morandiane. Riferimenti necessari anche se Spattini, si rivela sempre più alla ricerca di un proprio equilibrio, non facile da delineare in tempi in cui essere realisti portava ad una parziale messa ai margini della pittura, come ben spiega Gloria Bianchino nel saggio in catalogo. Con le sue riletture anche interiori dell’arte del Novecento l’artista apre le porte ad una rinnovata visione compositiva dove dietro ogni immagine paesaggistica, ogni natura morta, ogni ritratto sta un pensiero, un approccio al disegno ed al pennello, vissuto nell’intimità e avviato alla scoperta.
La ripetizione di alcuni temi ed in certi dipinti anche dell’interpretazione formale, non deve però ingannare. Accostandosi ai quadri in sequenza cronologica, si scoprono variazioni non secondarie, cambiamenti di luce, di taglio, e quindi di umori e tensioni. Dipingere per una vita si può allora considerare un’esperienza molto più significativa di un aggiornamento continuo al mutare delle tendenze dell’arte, almeno per questo autore che senza lasciarsi sfuggire le tensioni del secolo ha cercato dentro di sé le possibili adesioni.
Una lettura che è anche riscoperta di un agire volto a mediare dal vero senza chiusure. Ne è testimonianza già nel 1959 la fine penna di Roberto Tassi, che in occasione del catalogo della mostra alla Saletta del Caffè Nazionale «Amici dell’Arte» di Modena, coglieva alcuni aspetti fondamentali «... da un lato una tendenza verso un neo realismo che pur non inquinato da tentazioni banalmente contenutistiche faceva le sue prove formali sulla persona umana e conservava dell’ondata neo realistica... alcune suggestioni cromatiche e soprattutto di vigore plastico. Dall’altro una capacità di commozione assai vivace sullo spettacolo della natura...».
Una sorta di lirismo che rimarrà vivo sulla tela, nella pur intensa ricerca di altre «visioni» interpretative. La mostra, «Claudio Spattini e la memoria del Novecento», realizzata a meno di due anni dalla scomparsa, vuol oggi essere un omaggio all’uomo, la cui attività d’insegnante è ben viva nel ricordo degli allievi, e all’artista che dal terrazzo dello studio sembra guardare oltre il paesaggio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

1commento

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa