10°

22°

Arte-Cultura

Morirono in 14 sotto le bombe

Ricevi gratis le news
0

 Qualche tempo fa, camminando tra via Venezia e via Cocconi, ho rivisto la lapide a ricordo dei 

14 morti in seguito al bombardamento del 18 novembre 1944. La mia mente è riandata alle prime ore di quella mattina tremenda. Ero uscito un attimo in attesa che venisse pronto il caffè che era già sul fuoco quando vidi due cacciabombardieri americani che ci sorvolavano. Pensavo che se ne stessero andando senza far danni quando vidi due "puntini" che si avvicinavano. Con il cuore in gola gridai "a terra hanno sganciato!" Seguirono due scoppi dal lato posteriore della mia casa e subito fummo avvolti da una nube di polvere. Chiamai i miei famigliari e fortunatamente tutti risposero compreso mio padre che era sceso in mutande perché aveva fatto il turno di notte alla Banca Commerciale. Eravamo illesi e mia madre ci disse di ringraziare Dio. Mio fratello ed io lo facemmo, ma non senza fatica.
 Dopo 10 minuti la polvere si dileguò e potemmo vedere che l’inferriata della finestra del lato posteriore era stata tranciata. Tra la cucina e la camera vi era un foro di un metro circa ed un altro buco era nella parete che dava sulla strada. E sulla strada vi era, ancora fumante, una scheggia di circa 30 centimetri con ogni probabilità la stessa che ci causò i danni veramente ingenti.
 La casa risultò inagibile ma a noi era veramente andata miracolosamente bene. Ben più triste destino toccò a 14 degli abitanti delle case popolari, parallele alla ferrovia Parma-Suzzara, chiamate, per la loro forma "i capanón". Proprio per questo, dall’alto, probabilmente saranno sembrati depositi. In realtà erano case abitate da persone umili nelle quali furono "traslocate" per volontà delle autorità politiche del tempo che vollero anche a Parma il "piccone risanatore". Vollero cioè la demolizione delle case di alcuni borghi dell’Oltretorrente che erano ubicati nella zona dove oggi si trova via Costituente. 
Le case che furono abbattute erano  fatiscenti  e i borghi erano stretti e facilmente difendibili ed inoltre, cosa non meno importante per le autorità fasciste, i suoi abitanti erano ritenuti "sovversivi" per cui era bene che fossero suddivisi  ai quattro angoli della città. Tornando al bombardamento ricordo che per parecchie notti faticai a dormire. Avevo ancora negli occhi l’immagine di quei corpi straziati e con i vestiti strappati. C'era anche quello di un bimbo che, imbiancato dalla polvere, a prima vista, ci sembrò un bambolotto.
 Tra  i caduti vi furono cinque familiari del signor Cantoni che perse quattro figlie e la moglie. Nel libro di Vittorio Barbieri "La popolazione di civile di Parma nella guerra '40-'45 edito dall’Associazione Nazionale Vittime civili della guerra - sez. di Parma, si legge la sua testimonianza: [«Abitavamo allora in via Venezia. Erano le 7.30 circa ed io mi trovavo già in via Piacenza intento al mio lavoro di netturbino quando si udì l’inatteso urlo delle sirene (dato l’orario). l miei familiari scesero le scale di corsa per uscire all’aperto. Mia moglie bloccò i figli sulla porta perché gli aerei stavano mitragliando i fuggitivi senza pietà. Poi una bomba colpì in pieno la casa ed intere famiglie rimasero sepolte dalla macerie... il sottoscala ove tutti si erano rifugiati, era divenuto la loro tomba...]». 
Nella ricorrenza del 2 novembre, sulla lapide che ora si trova fissata sulla facciata del palazzo che è stato costruito al posto degli edifici di quel tempo, in via Cocconi al civico numero 30, vicino all’incrocio con via Venezia, ho portato un fiore a ricordo di quei poveri caduti.  
ROMANO BENECCHI
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Smog: polveri sottili alle stelle, da oggi blocco diesel euro 4

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

2commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

5commenti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Como, 49enne dà fuoco alla casa e si uccide con tre dei suoi figli Foto

novellara

Si fingeva "sexy girl" su Facebook per raggirare gli uomini: denunciato

SPORT

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Moto

Rossi: "Qui non sai mai come andrà domani"

SOCIETA'

langhirano

Bellezze in passerella a Pilastro

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto