12°

Arte-Cultura

Il Museo Lombardi svela la farmacia di Maria Luigia

Il Museo Lombardi svela la farmacia di Maria Luigia
Ricevi gratis le news
0

di Monica Tiezzi

Maria Luigia? Curiosa e sperimentatrice: fu   la prima imperatrice a credere nell'omeopatia (anche prima che, nel 1839, Carlo Alberto Savoia consentisse per  regio decreto la vendita di questi medicinali), al punto da non affrontare  un viaggio senza  portarsi dietro 24 provette piene di rimedi omeopatici. C'è anche questo nella farmacia da viaggio della duchessa di Parma, esposta da ieri permanentemente nel Museo Glauco Lombardi grazie a una teca donata dall'Ordine dei farmacisti di Parma. Un prezioso baule in legno di noce, con dettagli in ottone, il cui ricco contenuto   pochi finora avevano potuto ammirare.
«Accarezzavamo da tempo  l'idea  di esporre il materiale.  Ci ha aiutato l'Associazione mogli dei medici di Parma,  che ha contatto l'Ordine dei farmacisti che ha deciso di sponsorizzare l'iniziativa», spiega Francesca Sandrini, direttrice del museo Glauco Lombardi. La farmacia portatile - esposta non a caso nella stanza che raccoglie le immagini relative ai viaggi di Maria Luigia - è stata presentata ieri dal presidente dell'Ordine dei farmacisti Andrea Melegari nel corso  di una mattinata che ha visto anche gli interventi di Antonio Corvi, presidente dell'Accademia italiana di storia della farmacia, di  Giovanni Cipriani (Storia contemporanea, Università di Firenze), e di Paolo Morelli, farmacista, che hanno parlato dell'evoluzione della farmacia e medicina da viaggio dal Granducato ad oggi.   Un po' per ipocondria, un po' per reale necessità (soffriva di disturbi respiratori e gastrointestinali, emicrania e reumatismi, e aveva febbri ricorrenti), Maria Luigia frequentava assiduamente medici e farmacisti, e a Parma c'era una farmacia di corte. Fra i bagagli per i suoi numerosi viaggi   non mancava mai   la farmacia portatile di manifattura francese, realizzata presumibilmente dopo le nozze con Napoleone,  fra il 1810 e il 1814. Dentro,   tanti cassetti, boccette di cristallo di Boemia con la corona imperiale (sostituita poi dallo stemma  ducale), vasetti in terracotta invetriata, cannule in vetro, garze e cerotti di produzione londinese,  scatolette in cartone. Vasta la gamma  dei medicinali custoditi, alcuni rimasti intatti: dai rimedi più dolci e naturali come le erbe medicinali (rabarbaro, rosa, cannella, camomilla, valeriana), alle pillole  purgative e contro il «verme solitario», alla cantaridina (estratta da un coleottero, molto in voga  fra  '700 e '800 per le proprietà  afrodisiache e  antiflogistiche), ai medicinali più forti come antidolorifici, oppiacei e assenzio, che venivano somministrati e dosati  dal medico.    Fra  i laboratori di  produzione, nomi destinati a diventare famosi come Carlo Erba e Zambeletti, e anche farmacie storiche di Parma, come la Gibertini e la San Giovanni.
Esposto nella teca - anche se non faceva parte dell'originale corredo della farmacia - anche un  reperto bizzarro: frammenti del cranio di Maria Luigia, estratti dal  chirurgo Giovanni Rossi  durante una rischiosa operazione cui la duchessa si sottopose nel 1839 nel tentativo di liberarsi dall'emicrania. Il chirurgo   definì l'intervento   un successo: chissà se servì davvero a qualcosa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS