19°

29°

Arte-Cultura

Il Museo Lombardi svela la farmacia di Maria Luigia

Il Museo Lombardi svela la farmacia di Maria Luigia
Ricevi gratis le news
0

di Monica Tiezzi

Maria Luigia? Curiosa e sperimentatrice: fu   la prima imperatrice a credere nell'omeopatia (anche prima che, nel 1839, Carlo Alberto Savoia consentisse per  regio decreto la vendita di questi medicinali), al punto da non affrontare  un viaggio senza  portarsi dietro 24 provette piene di rimedi omeopatici. C'è anche questo nella farmacia da viaggio della duchessa di Parma, esposta da ieri permanentemente nel Museo Glauco Lombardi grazie a una teca donata dall'Ordine dei farmacisti di Parma. Un prezioso baule in legno di noce, con dettagli in ottone, il cui ricco contenuto   pochi finora avevano potuto ammirare.
«Accarezzavamo da tempo  l'idea  di esporre il materiale.  Ci ha aiutato l'Associazione mogli dei medici di Parma,  che ha contatto l'Ordine dei farmacisti che ha deciso di sponsorizzare l'iniziativa», spiega Francesca Sandrini, direttrice del museo Glauco Lombardi. La farmacia portatile - esposta non a caso nella stanza che raccoglie le immagini relative ai viaggi di Maria Luigia - è stata presentata ieri dal presidente dell'Ordine dei farmacisti Andrea Melegari nel corso  di una mattinata che ha visto anche gli interventi di Antonio Corvi, presidente dell'Accademia italiana di storia della farmacia, di  Giovanni Cipriani (Storia contemporanea, Università di Firenze), e di Paolo Morelli, farmacista, che hanno parlato dell'evoluzione della farmacia e medicina da viaggio dal Granducato ad oggi.   Un po' per ipocondria, un po' per reale necessità (soffriva di disturbi respiratori e gastrointestinali, emicrania e reumatismi, e aveva febbri ricorrenti), Maria Luigia frequentava assiduamente medici e farmacisti, e a Parma c'era una farmacia di corte. Fra i bagagli per i suoi numerosi viaggi   non mancava mai   la farmacia portatile di manifattura francese, realizzata presumibilmente dopo le nozze con Napoleone,  fra il 1810 e il 1814. Dentro,   tanti cassetti, boccette di cristallo di Boemia con la corona imperiale (sostituita poi dallo stemma  ducale), vasetti in terracotta invetriata, cannule in vetro, garze e cerotti di produzione londinese,  scatolette in cartone. Vasta la gamma  dei medicinali custoditi, alcuni rimasti intatti: dai rimedi più dolci e naturali come le erbe medicinali (rabarbaro, rosa, cannella, camomilla, valeriana), alle pillole  purgative e contro il «verme solitario», alla cantaridina (estratta da un coleottero, molto in voga  fra  '700 e '800 per le proprietà  afrodisiache e  antiflogistiche), ai medicinali più forti come antidolorifici, oppiacei e assenzio, che venivano somministrati e dosati  dal medico.    Fra  i laboratori di  produzione, nomi destinati a diventare famosi come Carlo Erba e Zambeletti, e anche farmacie storiche di Parma, come la Gibertini e la San Giovanni.
Esposto nella teca - anche se non faceva parte dell'originale corredo della farmacia - anche un  reperto bizzarro: frammenti del cranio di Maria Luigia, estratti dal  chirurgo Giovanni Rossi  durante una rischiosa operazione cui la duchessa si sottopose nel 1839 nel tentativo di liberarsi dall'emicrania. Il chirurgo   definì l'intervento   un successo: chissà se servì davvero a qualcosa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

2commenti

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

7commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

NAPOLI

In codice rosso aspetta 4 ore: muore 23enne

3commenti

SPORT

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

il personaggio

«Chicco» Taverna l'ex rugbista che doma le onde

SOCIETA'

perugia

Oca lo becca al parco, nonno risarcito dalla Regione

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti