10°

18°

Arte-Cultura

Luis Sepùlveda oggi a Parma per gli 80 anni della Guanda

Luis Sepùlveda oggi a Parma per gli 80 anni della Guanda
1

Gli appuntamenti
Lunedì  alle 18,30 all'Auditorium del Carmine il grande narratore Luis Sepúlveda converserà con lo scrittore Bruno Arpaia. Martedì alle 11,30 alla Galleria San Ludovico verrà inaugurata la mostra di illustrazioni di Guido Scarabottolo «Sotto le copertine» (aperta fino al 10 giugno da mercoledì a domenica dalle 10 alle 19). Poi, alle 16,30 a Palazzo del Governatore conversazione sul rapporto tra autore ed editore con Marta Morazzoni, Andrea Kerbaker, Luigi Brioschi, Giuseppe Marchetti.  Infine, alle 18, sempre a Palazzo del Governatore, lectio magistralis sulla poesia del grande poeta siriano-libanese Adonis.


Riccardo Di Vincenzo
Il mio rapporto con Guanda è sempre stato felice, sin dal primo giorno. Non mi è mai successo ciò di cui parla Robert Musil, ossia che lo scrittore si senta quasi di troppo in una casa editrice che pure vive del suo lavoro».
Così Luis Sepúlveda racconta il suo legame con la Ugo Guanda editore di  Parma, di cui lunedì e martedì verrà festaggiato  l’ottantesimo compleanno.
Com’è nata la vostra collaborazione?
 È cominciata vent’anni fa con la pubblicazione de «Il vecchio che leggeva romanzi d’amore». Quel romanzo è stato tradotto in cinquantadue lingue, quindi ho avuto rapporti con molti editori. Solo che con Guanda il rapporto professionale è diventato un incontro di persone. Mi riferisco in particolare a Luigi Brioschi, che è il rappresentante di una razza in via d’estinzione: quella dell’editore vero. È una persona colta e di grande saggezza letteraria, con un molto fiuto per i libri e abile nel destreggiarsi tra i pericolosi flutti del mercato. Non è facile perché spesso gli editori che propongono grande letteratura, o grande poesia, come fa Guanda, sono penalizzati. Tuttavia un editore non può e non deve diventare un direttore di marketing, non può trattare i libri come se fossero formaggini. Dalla collaborazione all’amicizia il passo è stato naturale. La nostra amicizia si nutre di stima, di complicità, di scoperte di autori ignoti che ci siamo segnalati a vicenda, condividendoli quasi segretamente, magari prima che diventassero autori di fama internazionale.
Guanda ha appena pubblicato  la sua raccolta di «Tutti i racconti», a cura di Bruno Arpaia. Lei ha scritto che il racconto breve è il genere che più le piace. Perché?
Scrivere racconti è molto impegnativo. Cortazar diceva che nella lotta tra un testo e il lettore, un romanzo può vincere ai punti, il racconto deve vincere per knock out. Io credo che avesse ragione. I racconti richiedono grande sicurezza e disinvoltura nel rapporto con la scrittura. In un romanzo, se un capitolo è debole, si può sempre rimediare nel capitolo successivo. Nel racconto non è così. È una prova unica, o riesce o fallisce.

Anni fa lei scrisse che si deve procedere di sconfitta in sconfitta fino alla vittoria finale. Ne è ancora convinto?
 Sì ne sono ancora convinto. Io continuo a nutrire la bella utopia di un mondo più giusto e migliore. So per esperienza che ogni volta le grandi idee e le grandi promesse saranno disattese, subiranno una grande sconfitta che deluderà molti, tuttavia sconfitta dopo sconfitta il mondo progredisce lentamente. Perciò non ci sono buoni motivi per abbandonare questa utopia. Probabilmente, io la vittoria finale non la vedrò, ma posso sperare che la vedano i miei figli. O almeno che vedano un mondo migliore del nostro.
Cos’è per lei un mondo migliore?
Ad esempio, un mondo diverso da quello odierno. Oggi mi sembra che ci sia un regime di banchieri. Pare che l’economia si sia sbarazzata della politica e governi direttamente. Il mercato finanziario decide tutto: anche l’idea etica di bene e di male, dove è considerato un bene ciò che favorisce il mercato. Credo che i cittadini debbano riscoprire i propri diritti, a cominciare dal diritto di essere cittadini e non solo consumatori. A volte, mi sembra che abbiamo dimenticato l’abc della democrazia per lasciare tutto in mano al mercato, comprese quelle decisioni politiche che spettano a noi.
C’è un libro che avrebbe voluto scrivere e non ha scritto?
Sì, ma non dispero di poterlo scrivere un giorno. Sento di dovere un libro a mio nonno, anarchico andaluso, e a mia nonna abruzzese. Hanno avuto una vita sorprendente, leggendaria in alcuni momenti. Da anni raccolgo materiali su di loro, e sento che dovrei decidermi a trasformare questi materiali in un’idea letteraria compiuta, elaborandoli nella scrittura, affinché scaturisca il romanzo che devo loro. E non solo per gratitudine.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Natalia

    14 Maggio @ 19.18

    Grande Sepùlveda( firmato : una "vallisoletana" di Parma)

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

I cinque eventi imperdibili del weekend

WEEKEND

I cinque eventi imperdibili di sabato e domenica

E' morto Thomas Milian

Tomas Milian aveva 84 anni

Lutto

Addio a "Er monnezza": è morto Tomas Milian Gallery Video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente in autostrada: 5 chilometri di coda fra il bivio A1/A15 e Campegine Tempo reale

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

4commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Raffaele Sollecito si trasferisce a Parma: intervista esclusiva Video

Accusato con Amanda Knox dell'omicidio Kercher, Sollecito è stato assolto. Ha scelto di vivere a Parma

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

14commenti

PONTETARO

I ladri svaligiano l'auto in pochi minuti con la chiave clonata

1commento

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

CULTURA

Addio a Gianni Baratta, «anima» di Oser e Fondazione Toscanini

Per 24 anni, dal 1982 al 2006, era stato alla guida dell'istituzione musicale della nostra città

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

tg parma

Amministrative 2017, il centrodestra sceglie Laura Cavandoli Video

1commento

Incidente

Paura in Autocisa: tir esce di strada e resta in bilico nel vuoto

E' successo ieri pomeriggio

carabinieri

"Adescato" e rapinato in stazione: due arresti

2commenti

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

22commenti

Sondaggio

"Il Parma andrà in B? Avete fiducia?": prevale il pessimismo, "no" al 63%

Intervista

"Nessuno può fermarmi": un romanzo ricorda la tragedia dell'Arandora Star Video

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

Milano

Il convivente spegne la tv in camera, lei tenta di ucciderlo

2commenti

vasto

Uccise l'uomo che investì la moglie: condannato a 30 anni

5commenti

SOCIETA'

ELEONORA RUBALTELLI

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

SPORT

tv e sport

Totti-show da Fiorello Foto

Parma Calcio

D'Aversa: "Ognuno di noi deve migliorare se stesso, ne gioverà la squadra" Video

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery