-1°

Arte-Cultura

Quote rosa, maglia nera al Bel Paese

Quote rosa, maglia nera al Bel Paese
0

di Rita Guidi

Attenzione perché per una volta non è affatto una discriminazione né tantomeno un’offesa: quando si tratta di fare ordine, l’altra metà del cielo ha davvero una marcia in più.  Quando si tratta di togliere la polvere, pulire, cambiare, scompaginare, lo sguardo femminile brilla del proprio ancestrale privilegio. Faccende di casa, dite? No, no. Parliamo di società, parliamo di comunità. Parliamo di quella abitazione più grande che è il nostro Paese, nel quale le donne sono chiamate a contribuire troppo (tra le mura domestiche) e troppo poco (nelle stanze del potere). Perché parliamo di donne vere, sia ben chiaro: non di corpi senza volto (e senza cervello), emblema e accessorio (in)utile del più  becero maschilismo. E perché...: «Troppi uomini. E’ stato questo a metterci nei guai», insiste già a partire dal risvolto di copertina Marina Terragni, in questo suo «Un gioco da ragazze» (Rizzoli,  pag. 182, euro 14). Ben più  di un invito e poco meno di un proclama, il libro della celebre opinionista (editorialista di «Io Donna» del Corriere della Sera), giornalista e blogger, spinge sull’acceleratore del desiderio e del bisogno forte di cambiamento. Perché «troppi uomini – dice – è una vera e propria malattia» dalla quale bisogna guarire. Economia, democrazia, istituzioni necessitano dunque, per la Terragni, di una risposta e di una soluzione che solo una forza al femminile (quella racchiusa come un tesoro nel nostro Dna) può  davvero garantire e promettere. Ogni capitolo due pagine dall’andamento frizzante come i post del suo blog, la Terragni inizia a far pulizia alla grande: «Fare ordine significa soprattutto che ciò  che è secondario non può più  pretendere di stare al primo posto, e ciò che è primario non può  più essere tenuto là sotto. Molte delle istanze che oggi sono considerate primarie - il mercato, il lavoro, il consumo, la rappresentanza - devono tornare seconde. Al primo posto si deve riportare la vita, i bisogni, i desideri. La gioia delle relazioni, unico vero presidio contro quel dispositivo mortifero che è il consumo, che ci rende consumabili. Consumati dal consumo». Una proposta e un cambiamento epocale, quindi, per sconfiggere – citando Ceronetti – «questo drago fumante che viene chiamato economia». Devianza già stigmatizzata da J.M. Keynes – pure qui citato – per cui «saremmo capaci di fermare il sole e le stelle perché non ci danno alcun dividendo». Contro le «bestie incravattate» che sono le Borse, c’è allora una chance che l’autrice rintraccia citando esperti e grandi nomi. Una via al womenomics che restituisca senso (e rispetto) alla vita di tutti. E che nello stesso sguardo (femminile) virtuoso, coniughi anche un bell’equilibrio di dividendi: «Dimenticate la Cina, l’India e Internet – scrive la Terragni citando The Economist –, la crescita economica è trascinata dalle donne». Nel senso che tra le aziende top (la ricerca è di «Fortune»), quelle con un po’ di donne (tre o più) ai vertici offrono performance nettamente superiori (sia come capitale netto - + 83% - che come rendimento per gli azionisti - + 73%). In Italia? Cda monosex in 6 aziende su 10, e comunque le consigliere d’amministrazione sono un misero 5 per cento... Eppure c’è (ci sarebbe) molto da fare per rimettere ordine. Molto da disfare. Per esempio lavorare a km zero: le nuove tecnologie lo consentono, no? E dunque meno spese, meno traffico, meno corse tra asili e posti di lavoro... Una soluzione a portata di mano, a patto di raggiungere le leve del potere. Luogo (luoghi) va da sé, da sempre arroccati nella più strenua delle resistenze: porte chiuse o accuse d’incapacità per chi riesca a varcarle. Emblematico e attualissimo l’esempio – in chiusura del libro - di Angela Cingolani, una delle 21 donne costituenti, che alla sua entrata a Montecitorio fu accolta dai soliti commenti maschilisti, e che rispose: «Non si tema quasi un ritorno a un rinnovato matriarcato, seppur mai esistito. Abbiamo troppo fiuto politico per aspirare a ciò; e comunque, peggio di quel che nel passato hanno saputo fare gli uomini noi certo non riusciremo mai a fare». E allora: fuori dalla Camera che dobbiamo fare ordine!
Un gioco da ragazze - Rizzoli, pag. 182, euro 14,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria