Arte-Cultura

Il narratore sconosciuto e la sua lettrice

0

di Gianni Croci

Era da tempo, da lungo tempo, da quando il giovane Narratore Sconosciuto usciva con gli amici, si recava al bar, giocava alle boccette, che sognava di scrivere racconti e novelle, storie di cui è fatto e vive il mondo. 
D'altronde per il Narratore Sconosciuto l'atto di scrivere era l'unico modo per trovare il coraggio di affrontare la giornata e la vita. Sono trascorsi, da allora, molti anni.
Era cominciato così: con un sogno. Giorno dopo giorno il Narratore Sconosciuto si portava appresso il suo sogno, questa misura svuotata di interessi economici, di denaro, di ambizioni e cariche pubbliche, legato saldamente  a questa sua gagliarda passione  nella sua personale sfida contro il peso della realtà sempre più grave e ingombrante, intollerante, e la gioia della scoperta della  parola, la scrittura, le storie da raccontare che sarebbero durate per domani e dopo, forse per sempre.
Il Narratore Sconosciuto nella letteratura e nella scrittura, aveva trovato una risposta a una della sue necessità più profonde: senza chiedere, ma solo dando se stesso e senza attendere - come d'obbligo - una qualsiasi risposta. Molto semplicemente non voleva aver nulla a che fare e da spartire con la realtà. Il Narratore Sconosciuto pensava che i sogni nascono dall'infinita ricerca a una vita diversa, da un rifiuto, non ci dicono da dove provengono, si presentano con immagini, per sollecitazioni del sangue e del cuore, per amore di qualcosa che non conosciamo e che ci sarà svelato solo al momento opportuno, se ce lo saremo guadagnato, e i nostri sforzi saranno racchiusi dentro la magia della parola e il mirabile dono della scrittura.
Il Narratore Sconosciuto sapeva che non si può chiedere, ma soltanto attendere, con pazienza. Aspettare il giorno del proprio bilancio quando ad ogni richiesta sono state proposte dure alternative alle quali il Narratore Sconosciuto non potrà sfuggire, rifiutarsi, ma solo cimentarsi, mettersi alla prova con dignità e senso del dovere, senza altro aspettarsi che il suo nome appaia in calce ai racconti, alle sue storie finalmente pubblicate. E che sia ricordato per la serietà del lavoro e la correttezza morale, l'umiltà e l'onestà della sua prosa e della sua persona. Del mondo che ha inventato e vissuto nelle proprie storie.
Quando squillò il telefono fisso, il Narratore Sconosciuto non usa il cellulare, il Narratore Sconosciuto ingobbito dopo tutto quel tempo dedicato alla ricerca delle proprie storie da raccontare e dare respiro alla propria  vocazione, era seduto davanti alla sua Olivetti nel tentativo di mettere a frutto una porzione di tempo e non perdere il gusto e l'entusiasmo alla scrittura.
«Ho letto i suoi racconti sul quotidiano. Per una persona, una donna, nata e cresciuta in un'altra città da quando leggo le sue storie conosco i borghi e le persone di Parma più di quanto non abbia imparato dopo il mio matrimonio, la nuova residenza, la vita familiare che ho trascorso e trascorro in questa bella città».
Il Narratore Sconosciuto era benevolmente scosso. Scioccato. Commosso. Nessuno gli aveva mai telefonato - per di più una signora, che immaginava felicemente coniugata con figli grandi sposati e relativi nipoti ai quali dedicare il suo tempo e il suo amore - per congratularsi per la sua prosa, il suo modo di scrivere e di descrivere il paesaggio e i borghi della sua infanzia e giovinezza che tanto avevano colpito la signora.
«Sì, sono una sua lettrice e neanche più tanto giovane, ma voglio farle i miei complimenti per come lei scrive. Leggo anche altre cose ma in generale non mi prendono così a fondo, non mi danno brividi alla schiena, non comunicano, non mi fanno sentire viva. Le frasi vere devono farti tremare dentro, ti devono fare avvicinare al filo teso tra la giovinezza e la vecchiaia. Tra la vita e la morte. Al tempo che devi vivere con amore».
La dolce voce era stata risucchiata nella dimensione della memoria.
E ora la lettrice del Narratore Sconosciuto ha un nome, è la signora Liliana. Una donna senza età. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)