-1°

Arte-Cultura

Giorni in fuga e sarcasmo nella raccolta poetica di Cesare Viviani "Infinita fine"

0

Dopo l'edizione Oscar Mondadori delle «Poesie 1967-2002» a cura di Enrico Testa e dei saggi critici raccolti per il Melangolo nel volume «La voce inimitabile», Cesare Viviani giunge ora alla raccolta «Infinita fine» edita da Einaudi. Un'altra felice dimensione riflessiva di quel magico quadro aperto che sempre la poesia di questo toscano curioso e insaziabile ci propone sino dai tempi de «L'ostrabismo cara» (Feltrinelli '73) «infischiandosene di sorprendere o scandalizzare a ogni costo il lettore» - come scriveva Giuliano Gramigna sul Corriere della sera il 22 aprile del 2003. Ma nella vicenda umana ancor prima che poetica narrata in quest'ultimo libro Viviani offre alla nostra considerazione una ben singolare novità:  quella di pensare una poesia che non sia soltanto poesia in senso stretto, bensì una motivazione filosofica di trame che ci portiamo dentro e addosso nella battaglia silenziosa, «nel tempo millenario della storia degli uomini»,  nella felicità che ci espone ora al ridicolo, ora persino all'eroismo. Insomma, un Viviani che sta sul limitare dell'estrema funzione (e finzione) esistenziale, poiché «Anche l'ultimo passo,/ quello incontro alla morte,/ fu un penoso incespicare». Di esitazione in esitazione, la vita passa: ecco il canzoniere di Viviani, il suo mordere appunto il tessuto di questa «Infinita fine» che ha e non ha senso, e che la poesia può a malapena indicare, segnalare, disperdere o, per caso, ritrovare. «Tra cadute, convalescenze/ e guarigioni/ passo la vita./ Ci vuole paura per vivere,/ e non il coraggio/ che porta fuori strada/ e fa desiderare altri mondi». O la misura, dunque, o il rischio della beffa, con un sarcasmo sotteso che, a tratti, si evidenza grottescamente. «Se dare peso all'esistenza/ di un potere della mente,/ oppure sentire che si tratta solo/ di operazioni imparate nel tempo,/ senza le quali/ non c'è mente (non c'è niente». Alla ricerca di una possibile giustificazione, dunque, il poeta  raccoglie nuovamente le certezze che aveva espresso in «La voce inimitabile» quando scriveva: «Pietà per l'esistenza prima che per gli esistenti. Pietà per la creazione prima che per le creature». Questa è l'unica realtà possibile dentro un'atmosfera di precarietà dove tutto e niente coincidono in noi resi forzatamente sospettosi e diffidenti.
Infinita fine - Einaudi, pag. 151, euro 12,50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

2commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Gazzareporter

I "magnifici 13"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

Crisi di governo

Mattarella convoca Gentiloni al Quirinale. Renzi: "Torno a casa davvero"

turchia

Autobomba nel centro di Istanbul: 13 morti e decine di feriti

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti