15°

Arte-Cultura

Donne, colore della sensibilità

Donne, colore della sensibilità
0

I pittori parmigiani Cecrope Barilli e Amedeo Bocchi sono tra i protagonisti della mostra che Barletta dedica anche quest’anno all’Ottocento italiano, così come Alberto Pasini e Roberto Guastalla li erano stati in quella dello scorso anno dedicata agli orientalisti. «L’odore della luce» è il titolo della rassegna che riguarda «Il mondo femminile nella pittura dall’Ottocento e del primo Novecento», allestita (fino al 19 agosto) nella Pinacoteca Giuseppe De Nittis a cura di Emanuela Angiuli come il catalogo della Silvana Editoriale.
«L’odore della luce» è una sinestesia, uno «scambio di sensi», che si addice splendidamente alla pittura dei primi decenni del Novecento di Amedeo Bocchi per quella luce che pare sgorgare dall’interno delle figure femminili intridendo l’aria, l’ambiente del loro profumo, della vibrazione dei loro sentimenti.
La figlia Bianca – nello splendido quadro della Fondazione Monte Parma – è seduta con gli occhi socchiusi avvolta in una tenera nuvola di sogno, leggera e luminosa come l’ampia gonna bianca, davanti a un geranio rosso che pare riflettersi lievemente sulle gote. Nel ritratto dell’Accademia di San Luca Bianca guarda davanti a sé con giovanile stupore, con la freschezza dei fiori che trapuntano il verde.
La luminosità si scioglie in fragili, delicate cromie intorno alla «Convalescente» dei Musei Fiorentini mentre si ispessisce fisicamente con valenze psicologiche in «Bianca con Nicolina». Ai primi anni del Novecento risale «Fior di loto», capolavoro della Pinacoteca Stuard, percorso da una sottile ambiguità fra l’allegorico candore virginale dell’abito indossato dalla giovane di ceto borghese, immersa nelle inquietudini adolescenziali, e la carnosa sensualità delle larghe foglie verdi del fiore esotico. Capolavoro di finezza umana e pittorica è la graziosa «Contadinella» dai capelli rossi coi riccioli scomposti raffigurata da Cecrope Barilli seduta su un muretto sassoso e vestita con poveri abiti che l’abilità dell’artista ha trasformato in un incantevole brano.
La contadinella è stato un soggetto caro anche a Telemaco Signorini che da toscano l’ha collocata su uno sfondo marino.
I bimbi occupano un particolare spazio affettivo quando si parla di mondo femminile. La donna-mamma è una delle immagini più rappresentate e così troviamo molte mamme contadine coi loro figli in scenari in cui la realtà, anche povera del quotidiano, si coniuga con la vivacità, il sorriso tipici dei bambini, come ci viene proposto da Francesco Gioli (Fiori di campo), Niccolò Cannicci (Primavera), Leonardo Bazzano (con la mamma che ha in braccio due gemelli, seduta vicino al maiale che mangia nel secchio e le pecore che bevono nel trogolo), Giuseppe Gaziosi (una mamma che allatta al sole nel campo in cui si miete il grano) e lo straordinario Gaetano Previati che con la sua lunga pennellata divisionista dà vita a una «Mammina» che stringendo amorevolmente il suo bimbo lo accosta verso un cespuglio gioiosamente fiorito.
La donna è quasi sempre inquadrata in ambienti naturalistici che possono essere il giardino, per le signore della borghesia, o il campo in cui lavorano le contadine parte viva di una società prevalentemente agricola. Attraverso le opere emergono le molteplici realtà ambientali e sociali che caratterizzavano le diverse regioni italiane e che con l’unità si sono parzialmente attenuate. Anche le espressioni artistiche riflettevano matrici culturali diverse quali, ad esempio, la corrente toscana dei macchiaioli, la scuola napoletana di Posillipo, il movimento del divisionismo nelle varie articolazioni naturalistiche, sociali, simboliste. Varie sono le sfaccettature attraverso cui gli artisti hanno guardato il mondo femminile. Giovanni Fattori ha colto la solidità fisica e caratteriale della «Boscaiola», la donna che lavora duramente nei campi descrittaci anche da Niccolò Cannicci, Francesco Gioli (le ragazze che vendemmiano), Angelo Tommasi (le donne che vangano).
Sul versante opposto, quello della ricca borghesia, ci sono le disinvolte passeggiate a cavallo di Ettore Tito, le giovani dame che si scambiano confidenze nel parco di Vittorio Corcos, la luminosa signora che cura il giardino di Armando Spadini, le spumeggianti dame di Boldini che indossano eleganti abiti colorati che dialogano coi fiori, la diafana giovane in abito bianco, avvolta nell’impalpabile lucore dei teneri verdi che la circondano, di Giuseppe De Nittis. Giuseppe Pellizza coniuga immagini romantiche in cui il serrato divisionismo si fa pulviscolo atmosferico che accarezza la giovane e il giovanotto nella «Passeggiata amorosa» e «I due pastori» seduti sotto un albero spoglio d’autunno.
Una vaga malinconia coinvolge «L’attesa» di Giovanni Giani, la sognatrice sulla riva di un fiume di Torello Ancillotti, gli sposini pescatori in «Luna di miele» di Telemaco Signorini, la deliziosa contadinella che si specchia nell’acqua di Pio Joris. E’ un mondo femminile descritto con affetto in cui la donna sa sedurre con un sorriso ma è anche madre affettuosa e instancabile lavoratrice.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia