19°

29°

Arte-Cultura

Penna e colori, tropici barilliani

Penna e colori, tropici barilliani
Ricevi gratis le news
0

Giuseppe Marchetti

Dopo «Le cere di Baracoa»  (nella terna vincitrice del premio Fabriano  2010) e «Carte d'Avana» (edito da Fedelo's, premio  Microeditoria 2011) Davide Barilli torna, con «La ragazza di  Alamar» (sempre Fedelo's editrice,   nella collana «Riflessi», giocata sulla sinergia tra testo e immagini) sul diletto argomento cubano, prendendo  spunto da una singolare angolazione prospettica che è quella,  classica, delle parole, anzi: delle  definizioni. Definizioni che trovano splendido riscontro nelle  tavole a colori di Francesco Barilli, piene di un fascino carnoso  e immaginoso. Nove tavole, undici le parole, cioè i capitoli del  racconto, che  trovano una puntuale e precisa  versione in spagnolo nella traduzione del cubano Angel Carballo Camino.
 
Se in  «Carte d'Avana» Barilli aveva  raccolto orme, passi, pensieri,  spiriti e caratteri d'una Cuba antica e recente con impietosa ma  anche dolcissima malinconia, in  «La ragazza di Alamar» il riscontro narrativo affonda nel corpo  della voce e delle voci, partendo  da un'esperienza personale, come sempre, ma anche da un'invenzione che è, per dirla con un  vecchio e nobile titolo gaddiano di Roberto Roversi,  «registrazione di eventi», e quasi  pellegrinaggio alla scoperta di  un labirinto di sentimenti, credenze, miti e ancestrali innocenze. Le tappe sono quelle di  un anomalo alfabeto: Almendrón,  Barbacoa, Cambolero, Después  de la lluvia, Escarcha de unas,  Fumigador, Guagua, Herbiero,  Avenida de Italia, Llega y pón,  Malecón (...le altre lettere, fino alla Z,  verranno raccontate in un  secondo volume). Barilli  con questo  suo vocabolario di auto americane, traballanti soppalchi di  legno, venditori di crack, odori,  dipintrici di unghie, sparatori di  fumo, specialisti delle virtù delle  erbe,  case   fatiscenti, conduttori di mezzi di  trasporto di ogni forma e provenienza lungo  l'Avenida de Italia e il nastro d'asfalto assolato  del Malecón, ci mette davanti  agli occhi una Cuba che non appartiene né alle facili immagini  del turismo di massa, né ai severi  riscontri di quello socialmente  evoluto. Si sta, dunque, in una via  di mezzo: e ci si sta bene, perché è  una zona di conoscenze che, come vuole Barilli, s'intrecciano e  si sovrappongono alle nostre  personali curiosità. Poiché davvero, questi capitoli di un unico racconto  vivono e palpitano di curiosità, con una particolare attenzione – che è anche  dimestichezza – verso l'impalpabile atmosfera della terra cubana, proprio quando Barilli confida nell'io che gira per l'isola. Il  suo viaggio, in realtà, non finisce  mai, da L'Avana ad Alamar dove  incontra una misteriosa e sfuggente figura di donna che l'accompagna e lo intriga: ma non è  un'avventura amorosa bensì la  guida per scoprire certi misteri  che alla fine, poi, rimangono assolutamente tali. Da qui, il fascino del racconto e della sua intima poesia che, per esempio, lo  «herbiero» quasi muterà in miracolo di San Lazzaro.
 
Ci troviamo dunque davanti  non solo l'esito di un soggiorno  non casuale fra gli abitanti di Cuba, con i loro «santuari», le loro  bettole, i temporali violenti (Barilli ci racconta anche l'odore della terra dopo la pioggia), il pellegrinaggio a San Lazzaro e la  visita a Santiago de las Vegas dove nacque Italo Calvino, ma una vera e  propria mappa di quei caratteri e  ambienti che altri narratori cubani, per esempio Reinaldo Arenas e Humberto Arenal ma soprattutto il grande Guillermo  Cabrera Infante hanno codificato e descritto lungo l'asse di quelle che Angel Rama definì «le testimonianze della decrepitezza»  e Borges, invece, la «felicità della  materia narrativa». Barilli, da  scrittore italiano, raccoglie gli  echi di tali diversità e li riconduce alla propria memoria delle  parole diventate personaggi viventi. 

La ragazza di Alamar -  Fedelo's  ed., pag. 78,  11,50.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

SOS ANIMALI

Ritrovati a Bargone due cuccioli abbandonati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti