11°

29°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Morinì, segretario e chauffeur

0

 Gustavo Marchesi

 
 
Fausto Morinì, giovanottone florido e occhialuto di origine italiana e nascita francese, per questo chiamato «Monsieur», era il segretario tuttofare dell’Assconcerti nel nostro piccolo centro. 
Detto altresì l’ultimo baciamano, per l’usanza che manteneva a dispetto dei tempi, fungeva anche da autista accompagnatore dei concertisti, che prelevava alle varie stazioni e depositava in alloggi convenzionati, in genere al Residence Pacuvio, evitando così le gaffe dei taxisti normali piuttosto imbranati nel settore arte-cultura, sprovvisti com’erano di sufficienti cognizioni. Era capitato che sbagliassero residence e portassero l’ospite a qualche casa di tutt’altro genere del Pacuvio, seppure accogliente. L’ultimo errore riguardò una bella soprano dal look maestoso che indusse il taxista a ritenerla attesissima nel grand hotel della maitresse Sordella, dove si affrettò ad acompagnarla. La svista ebbe la conseguenza di allarmare in modo definitivo il presidente dell’Assconcerti, che si rivolse a Morinì: «Monsieur, faccia una cortesia, mi prenda lei il volante». 
Morinì diede subito prova di puntualità, anche se il suo stile non prometteva niente di buono. 
Togliendo gli occhi dalla strada, guardava troppo spesso con le grosse lenti il passeggero che sedeva dietro e lo metteva in seria apprensione, anche per qualche manovra improvvisa e spericolata. 
Come nel caso di madame Wally Landòs, la leggendaria clavicembalista che non stava più nella pelle dal tremore di trovarsi in consegna di un autista azzardoso. Infatti non appena le scappò detto che da giovanissima aveva suonato in Russia, a Jasnaja Poljana, in casa del conte Tolstoj – proprio lui l’autore del romanzo «Guerra e pace» – il segretario chauffeur ebbe un preoccupante trabalzone e sbandò verso il marciapiedi, quasi sui piedi di Marcella Coscienza, vicesindaco e assessore alla cultura, in pratica la responsabile delle sovvenzioni all’Assconcerti.
Una coincidenza che per puro caso non lasciò un ricordo troppo pesante sull’umore della vicesindaco. 
Ma come non giustificare l’emozione di Monsieur? Non era arrivato in fondo neanche alla prima parte del romanzone, ma l’aveva guardato più volte al Cinema Farnese, dove suo padre lavorava. 
Fausto trascorreva pomeriggi al cinema, divorando avidamente insieme agli amati film storici, sfilatini al prosciutto con maionese che non avevano nessuna difficoltà ad alzargli il peso, già fin troppo oltre per la sua età. Neanche fosse stata un personaggio del mitico romanzo-poema, Morinì vivisezionò la Wally anche mentre provava nel ridotto del teatro. 
Con la sua petulanza da bambinetto la invitava a riparlare di Tolstoj. Wally tentò di cavarsela con una chicca: alla fine del concerto il conte si era abbandonato ai complimenti e al rimpianto: lei così giovane, così brava, lui così vecchio, così stanco! 
E madame aveva tentato un’amara tenera chiosa: «Mon grand, c’est la vie»! Morinì, pur lusingato dalla preziosa confidenza, continuò l’interrogatorio. Tanto interesse procurò il panico alla signora, che prima del recital non si era ancora ripresa. 
Sfinita chiese di consumare almeno una frugale merendina, dicasi un tè e due biscottini leggeri. 
Morinì pensò di farle compagnia con una porzione di lasagne…
In concerto, circa a metà di una composizione di Bach, lunga un’ora e più, Wally staccò le mani dalla tastiera, fulminata da un vuoto di memoria. Costretta a uscire, si imbatté nel sorridente faccione di Monsieur che la scrutava con un’espressione di complicità.
 In quel momento delicato, Morinì pensava come intervenire nella loro lingua comune, anche se poche parole per non rivelare le carenze di un francese dimenticato in gran parte. Proferì allora, le braccia al cielo: «Mon grand!… C’est la vie»!  E si apprestava al doveroso baciamano.
Ma Wally stavolta non esitò a darsi alla fuga – ben diversa dal modello di Bach. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

indagini

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

DOPO SEI ANNI

Miss Italia torna a Salso:

WEEKEND

Maschere in piazza, clown e... Cantine aperte: l'agenda

Busseto

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lutto

Addio a Erminio Sassi, anima della Fontanellatese

Polemica

«Climatizzatori nei bagni Tep ma bus roventi»

POLITICA

E adesso nasce anche «Effetto Langhirano»

Lega Pro

La Lucchese ai raggi X

SAN GIOVANNI

Il piccolo falco «Sandro» è caduto dal nido

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima