11°

29°

Arte-Cultura

La "vera" storia delle barricate, al di là del mito

La "vera" storia delle barricate, al di là del mito
0

Enrico Gotti

Il 6 agosto di 90 anni fa le squadre comandate da Italo Balbo lasciarono la città sconfitte, senza essere riuscite ad entrare nelle zone controllate dagli antifascisti. Il racconto di quei giorni è diventata memoria collettiva, ma tante cose sono rimaste nell’ombra.  Marco Minardi, direttore dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea, ha scandagliato gli archivi, per ricostruire la storia delle barricate, al di là del mito. La sua ricerca confluirà  in un libro, destinato a mettere in discussione la memoria acquisita, a restituire la complessità di uno dei più importanti eventi della Resistenza contro il fascismo. A partire dalla geografia dello scontro: l’attenzione non è rivolta alle barricate in Oltretorrente, ma a quelle che furono innalzate nei rioni a nord della città.
 «Ho indagato la zona di borgo del Naviglio e di via Saffi, perché risulta sempre un’appendice alla resistenza in Oltretorrente, invece quei rioni sono l’avamposto delle barricate: gli scontri sono stati lì», spiega Minardi, che ha cercato informazioni sui sovversivi negli archivi di polizia e prefettura, ha incrociato fascicoli degli antifascisti schedati con i fogli di famiglia del censimento del 1921. Casa per casa, racconta la vita dei parmigiani che tennero testa a migliaia di fascisti.
La ricerca affronta anche un altro aspetto del mito: il ritratto dei protagonisti. «Italo Balbo, nelle memoria popolare,  è l’antagonista di Picelli. In realtà arriva a Parma per risolvere il pasticcio provocato da altri, più che da squadrista intransigente - spiega Marco Minardi -. Arriva nella notte del 3 agosto. Non sarebbe servito a nessuno l’assalto. C’erano migliaia di fascisti pronti ad attaccare. Quando Balbo arriva, la situazione è delicatissima, mette il quartiere generale in piazza della Steccata, il suo è il tentativo di evitare il peggio. Prende atto che i sovversivi sono pronti a tutto. Per gli antifascisti è la battaglia della vita, per i fascisti no, c’è tutto da rimetterci».
I primi reparti delle camicie nere arrivano a Parma, nella notte tra il primo  e il 2 agosto, da Veneto, Toscana, Marche, con moschetti nuovissimi, rivoltelle, bombe, pugnali. Si tratta di una spedizione punitiva contro i lavoratori che non avevano rispettato il diktat di Mussolini di interrompere lo sciopero generale. Gli antifascisti organizzano la resistenza, costruiscono barricate. Guido Picelli guida gli arditi del popolo e riesce ad unire le forze: contro gli squadristi non ci sono solo socialisti e anarchici, ma anche popolari, come il consigliere comunale Ulisse Corazza, ucciso negli scontri con i fascisti,  o Alberto Simonini e Ferdinando Santi della Camera del lavoro. I rioni popolari diventano campi trincerati, con barricate di carri, banchi, travi, lastre di ferro e tutto quanto era a portata di mano. Balbo annota nel suo diario: «Partecipano all’azione sovversiva persino alcuni preti in sottana che hanno offerto viveri e banchi di chiesa per gli sbarramenti».
 Per la prima volta il fascismo si trova di fronte un nemico agguerrito e organizzato. «La sfida è osservare ciò che accade in quegli anni - spiega Marco Minardi -. Le barricate sono un simbolo dell’uso pubblico della storia: io credo che la storiografia debba fare i conti con la memoria, per questo ho usato un approccio storiografico a un evento molto celebrato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Furti all'Esselunga

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

7commenti

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

5commenti

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

L'INIZIATIVA

Parma città creativa dell'Unesco: nasce la Fondazione

L'organismo è aperto. Per ora ne fanno parte Comune, Fiere, Upi, Cciaa e Università

tardini

Al via la prevendita per Parma-Lucchese

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

4commenti

Elezioni 2017

Cattabiani denuncia un attacco hacker al suo sito e parla di atti intimidatori

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

WEEKEND

Cantine aperte, moto, maschere: 5 eventi da non perdere

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima