-5°

Arte-Cultura

Il guardaroba di Madama

Il guardaroba di Madama
0

Pier Paolo Mendogni

Oltre cinquantamila scudi d’oro suddivisi in vari sacchetti e forzieri; decine e decine di gioielli con diamanti, rubini, smeraldi, perle; braccialetti, anelli, collane d’oro; una quarantina di abiti dei più diversi tessuti – ermesino (seta leggera), raso, velluto, grograno (lana grossa), damasco, panno – una ventina di maniche, una quarantina di busti: l’inventario delle «Robbe di Madama Serenissima Margherita d’Austria», redatto dopo la sua morte ad Ortona nel 1586, a 63 anni, ci offre uno spaccato illuminante sulla vita, i costumi,  la cultura del Cinquecento ad altissimo livello ma estensibile anche al resto della società perché tra le migliaia di voci che compongono l’elenco figurano medicine, profumi, attrezzi di cucina, pignatte, stadere, tegami, padelle, «calzette di lana da fare la gelatina»; e generi alimentari, scatole con mustaccioli, scorze di cedro, lemoncelli, «persicata di Napoli».
L’inventario – che si rivela di eccezionale interesse e occupa un’ottantina di pagine a stampa – è stato studiato da Giuseppe Bertini e pubblicato dall’editore Giuseppe Allemandi con un’introduzione di Silvia Martini. Margherita d’Austria è stata una delle personalità più rilevanti nel quadro politico europeo del Secondo Cinquecento. Figlia naturale dell’imperatore Carlo V e di una ricca dama fiamminga, è nata nel 1523 e il padre, che l’ha legittimata, l’ha mandata a istruirsi in Italia a Napoli, Firenze, Roma dove ha alloggiato nel palazzo che da lei ha preso il nome di Palazzo Madama. Sposatasi a 13 anni con Alessandro de’ Medici, è rimasta vedova pochi mesi dopo per l’assassinio del marito. Costretta a risposarsi a Roma nel 1538 con Ottavio Farnese, di due anni più giovane, ha portato in dote il feudo d’Abruzzo.
Nel 1545 diventava madre di due gemelli, Alessandro e Carlo, quest’ultimo morto in tenera età: lei ne conserverà sempre il ritratto insieme al fratello «Signor Principe e Don Carlo puttini» rintracciato recentemente da Mariangela Giusto a Roma nella Galleria Corsini. In quell’anno il Papa Paolo III istituiva il ducato di Parma e di Piacenza per il figlio Pier Luigi, ucciso due anni dopo in una congiura. Gli subentrava Ottavio con non poche difficoltà. Margherita, con l’autorità del suo rango, aiutava il marito per consolidare il possesso di Parma e cercare di riprendersi Piacenza. La duchessa giungeva a Parma nel luglio 1550 e nel ’56 si recava a Bruxelles alla corte del fratello Filippo II, portandovi il figlio Alessandro. Tre anni più tardi lasciava Parma in quanto nominata governatrice delle Fiandre: un ruolo ricoperto con grande impegno ed equilibrio politico.
Ritornata nel Ducato nel 1568, ripartiva poco dopo per l’Abruzzo con la sua corte composta da nobili piacentini, due parmigiani – l’elemosiniere Servazio Cantelli e Giuditta Terzi dei conti di Sissa moglie del medico dottor Diemmi – e diversi fiamminghi. Dopo tre anni di permanenza a Cittaducale otteneva da Filippo II il governo dell’Aquila dove si trasferiva nel dicembre 1572 con tutto il suo ricco patrimonio. Qui venivano a trovarla il fratello don Giovanni d’Austria e più volte il figlio Alessandro che nel 1577, rimasto vedovo, le affidava la piccola nipote Margherita. Nel 1585 Madama si spostava con la corte a Ortona, dove si ammalava gravemente e il 3 gennaio 1568 dettava le sue ultime volontà, lasciando erede universale il figlio Alessandro Farnese, governatore dei Paesi Bassi. Il 18 gennaio moriva.
Le «gioie, gli ori et argenti», i «mobili pretiosi, le tappezzerie, letti et cose più importanti» vennero trasportati a Parma su diciassette muli insieme alla salma della duchessa, accompagnata da alcuni sacerdoti con le torce accese. Altri beni venivano spediti in trentotto colli in settembre, imbarcati a Ortona fino al Ferrarese da dove risalivano il Po fino al ducato.
Scorrendo l’Inventario – composto da oltre 2.500 voci – si entra nel prestigioso mondo di Madama Margherita cogliendone gli aspetti più diversi e anche i più intimi: la sua passione per la musica, per gli orologi (ne aveva molti preziosi anche in forma di gioielli); i ritratti dei personaggi che più amava o ammirava: il padre Carlo V, il Papa Paolo III, il figlio Alessandro, il marito Ottavio, il fratello Filippo II di Spagna, il cognato Cardinale S. Angelo (Ranuccio Farnese).
Messali, rosari, crocifissi, reliquie, anelli con l’Agnus Dei testimoniano la sua religiosità, legata alla guida di Ignazio di Loyola. Infine le tante «curiosità» come una «scatoletta tonda piena di manna», «una scatoletta piena del rimedio per la podagra», «un pezzo di alicorno», «tre ossi longhi di balena», «una scatola verde con dentro una rosa di S. Catherina», «due spadine piccole da giocar di scrima». Tutti elementi che ci aiutano a ricostruire una quotidianità, un modo d’agire e di pensare che la storia non ci ha tramandato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

1commento

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Falsi vigili svuotano una cassaforte

A Marore

Falsi vigili svuotano una cassaforte

1commento

L'odissea di un giardiniere

«Con il mio Euro2 non posso lavorare»

3commenti

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

EMERGENZA

Parma si mobilita

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

15commenti

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

1commento

Il racconto

«Quando Roosevelt si insedio al Campidoglio»

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta