-5°

Arte-Cultura

Ammaniti, le cose precipitano

Ammaniti, le cose precipitano
0

Lisa Oppici

È un titolo quasi provocatorio quello scelto da Niccolò Ammaniti per il suo ultimo libro. Una sorta di contrappasso. Ma anche, forse, una rivincita. «Il momento è delicato», gli ripetevano tutti quelli cui, negli anni, proponeva racconti, dal gran capo della Mondadori Gian Arturo Ferrari in giù. «I racconti non vendono, meglio un romanzo», quello che «grosso modo» l’autore romano si sentiva dire. E allora: «Ora che viviamo un momento veramente delicato mi sembra giusto intitolare così questo libro», scrive Ammaniti nelle pagine introduttive. «Il momento è delicato», dunque. Sedici racconti, dal 1993 al 2012. Testi tutti molto «ammanitiani», molto caratteristici di un autore con un’identità ben chiara e segni distintivi riconoscibili. Si spazia: dalla forma più distesa e per certi versi anche più ricca di «La figlia di Shiva » («il primo racconto che ho scritto in vita mia [...],  potevo avere venticinque anni») ai testi più asciutti, dai più «cannibali» ai più visionari. C’è il giovane squattrinato che pensa di poter fare un bel gruzzoletto «ripulendo» la casa della compagna di stanza della nonna, morente in ospedale. C’è un lui che per occultare i segni del tradimento finisce per distruggere il proprio appartamento, pezzo per pezzo, e si distrugge. C’è il barbone maniaco che una notte al parco si trova davanti il suo idolo, Alba Parietti, e non è un bell’incontro. C’è un ragazzo che paga cara una fellatio mancata, in un concatenarsi di eventi che lo porta sempre più giù, fino alla tragedia. E tanto altro. Si parte da una situazione «normale», o apparentemente normale, e si assiste piano piano al precipitare delle cose verso una degenerazione senza fine, spesso con svolte onirico-incubiche, in un mix che tiene insieme l’horror, il grottesco, il pulp. È una sorta di marmellata, quella di Ammaniti. Strana.Tratti distintivi, si diceva, inconfondibili. In primis i mostri. Mostri mutanti che si mangiano cose e persone. Che si mangiano la realtà: la sbriciolano, la frantumano. E che ti capitano lì all’improvviso, spesso determinando una svolta e cambiando le carte in tavola: arrivando a una frattura della «normalità», e delle certezze. Perché quello di Ammaniti (e il nostro, certo) è un mondo di mostri. Le notti sono strane, quasi da incubo (ma non senza «spruzzate» di grottesco), gli incontri poco rassicuranti. E anche il sogno più bello, anche la visione più accattivante, a un certo punto si squarcia e si rivela per ciò che è. Alba Parietti, idolo del clochard protagonista di «Alba tragica», è esemplare nel suo passare da sogno erotico perfetto a vera e propria fiera: «L’essere finì di mangiare i resti del barbone, fece qualche metro svogliatamente e si accucciò sotto un eucalipto. Si acciambellò su se stesso come un cane che dorme. E iniziò la metamorfosi. L’enorme testa nera cominciò a fondersi con le zampe anteriori e quelle posteriori con il ventre. La coda si torse e si fuse con la schiena. I tessuti si muovevano veloci, si riorganizzavano, le cellule dell’essere si differenziavano e si riaggregavano, tornando a uno stato embrionale e totipotente».Mostri, metamorfosi, persino deformità, (tutte centellinate in descrizioni accuratissime), «stranezze»: la chiave di Ammaniti sta qui. Ed è lo stesso scrittore che ce la consegna, in quelle pagine iniziali che sono senz’altro uno dei contributi più preziosi del volume: ««E se...?» Ecco come mi parte una storia. Da una semplice (e spesso inverosimile) ipotesi. E se l’infermiere entra nella casa e dentro ci trova un mostro, un nipote mostruoso e disperato per la mancanza della nonna? È una domanda che produce un’invenzione, la molla che mette in moto ogni racconto che scrivo. [...]. Come reagirebbe Pennacchini, il mio vicino di casa, trovandosi di fronte a un alieno? A una notte di sesso accidentale che gli ribalta tutte le certezze?». In quelle pagine, in cui Ammaniti si racconta, e ci racconta la sua scrittura, c’è uno squarcio sul suo mondo che per chi legge è un regalo prezioso. È proprio quello, forse, il testo più bello del libro.

Il momento è delicato -  Einaudi, pag. 370, euro 17,50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

Marche

SOCCORSO ALPINO         

Neve altissima sull'Appennino marchigiano

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

1commento

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

9commenti

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

1commento

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

3commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

15commenti

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

2commenti

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

1commento

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

3commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

4commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Stati Uniti

Oggi Donald Trump diventa presidente Video

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

4commenti

SPORT

sport

Tragedia al rally di Montecarlo, morto spettatore

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta