11°

26°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Quel mancato monumento a De Gasperi

0

Gustavo Marchesi
A chi non è successo di trovarsi da giovane in bolletta e dannarsi in cerca di un rimedio? Io conosco un caso che mi toccò quasi direttamente.
Nell’estate 1954 (fa sempre una certa emozione pensare che eravamo nel secolo scorso), Athos e Dario, studenti della più genuina goliardia e allora mie conoscenze, allo scopo di tappare almeno qualche buco del proprio bilancio in passivo, escogitarono di promuovere una finta questua di lire (le ultime) per un monumento ad Alcide De Gasperi, da poco scomparso. Ed eccoli mettere insieme un album di gusto vecchia nobiltà. In apertura segnarono un elenco delle somme raccolte, tanto cospicue quanto inesistenti, con firme altrettanto immaginarie di donatori prestigiosi, il tutto buttato giù tra un monte di risate che a trascriverle ci sarebbe voluto un registro a parte.
Una mattina, con la fiction sottobraccio e in testa i berretti di facoltà, si recarono in corriera a Verona, prescelta almeno come assaggio. Una volta in centro, girando alla larga dagli uffici pubblici, nel timore di qualche inchiesta non opportuna, avvicinarono ugualmente personaggi in vista: commercianti, professionisti, politici, e religiosi che non esitarono ad attingere alle cassette delle chiese. La lista delle offerte si allungò, cifre reali, dignitose, anche se molto inferiori alle prime fasulle. Al tocco fecero tappa in un celebrato locale e, grazie a un pasto come si deve, diedero quasi fondo al raccolto e si ubriacarono di Valpolicella e Bardolino. Un organizzatore teatrale, vicino di tavolo, felicitandosi per l’idea degasperiana, li omaggiò di due biglietti all’Arena.
I posti erano abbastanza in alto e lontani dal palcoscenico perché lo spettacolo sembrasse reale. Una spettatrice graziosa, non meno brilla di Athos e Diego, tentava di cambiare posizione, ma non riusciva a reggersi in piedi. Nonostante i due si facessero un dovere di aiutarla per un tratto, non appena la mollarono, ritenendo che fosse ormai al sicuro, ruinò dalle gradinate e scoppiò in una spontanea sghignazzata. Gran ragazza di spirito! Presi da simpatia, i due stavano per metterla a parte del progetto monumentale e combinare un improvvisato terzetto. La rumorosa compagnia diede sui nervi al protagonista in scena, un famoso tenore, quasi più famoso di De Gasperi, che si rivolse al pubblico con un tono gay (ante litteram per quei tempi): «Insomma per gli dei! c’è una signora in difficoltà»!
 Athos e Diego furono allontanati.
Era venuta l’ora di tornare alla base. Un camionista, che doveva viaggiare fino al mattino, si dichiarò disponibile a concedere loro un passaggio. Dopo qualche chilometro la sua cortesia subì alcune modifiche. Aveva fame, aveva sete, reclamava che a tarda sera, uno come lui, sulla mezza età, cominciava a perdere di forze e un monumento a De Gasperi valeva bene una sosta in trattoria. I ragazzi insistevano che i locali erano già chiusi, ma lui assicurava che non pochi stavano aperti tutta notte come il «Melongabbio», dove dietro un separé di canne si concedevano anche dei fuori programma non alimentari, attrazioni per la gioventù a prezzi sopportabili.
Infastiditi Athos e Dario scesero presto, a Dossobuono, e proseguirono con l’autostop. Accolti sul pulmino di una squadretta allegra, reduce dal Garda, subirono un inatteso ricatto: in cambio dell’ospitalità, l’album con le somme e le firme. Un cimelio, ammisero i mattacchioni...
Intanto prima dell’inverno si costituì un comitato di volontari per il monumento a De Gasperi e ci fu chi (forse i nottambuli dell’autostop) segnalò, quali pionieri dell’iniziativa, Athos e Dario che tentarono, invano, di smontare la diceria assunta nei pettegolezzi e forse prossima a interessare l’ufficio erariale.
Da allora hanno dichiarato guerra a ogni forma di monumentomania, anche allusiva, e secondo voci attendibili si applicano tuttora ad atti vandalici.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

3commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Game of thrones 7

Game of Thrones

"La grande guerra è arrivata"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

6commenti

Lealtrenotizie

Anziana investita da un'auto in via Pellico: è grave

PARMA

Anziana investita da un'auto in via Pellico: è grave

Un altro incidente è avvenuto in via Abbeveratoia, di fronte all'ospedale

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

1commento

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

COLLECCHIO

Guardia di Finanza alla Copador

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

4commenti

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

2commenti

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

4commenti

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

La denuncia

Asili e materne, graduatorie col «trucco»

3commenti

Lega Pro

Parma, e adesso la Lucchese

1commento

Intervista al dG

Fabi: «Così rilancerò il Maggiore»

Iniziativa

Per il mese di giugno acqua gratis nelle casette Iren

Criminalità

Le «ronde elettroniche» funzionano. Già 260 i parmigiani coinvolti

4commenti

Iniziativa

Acer Parma, bollette listate a lutto per le vittime di Manchester

Busseto

Addio a Scrivani: ha insegnato a guidare a  generazioni

Sport Paralimpici

Giulia, pesce combattente

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

2commenti

ITALIA/MONDO

made in italy

Addio a Laura Biagiotti, "signora della moda" - Gallery

ISLANDA

Turista italiano 20enne muore in un incidente in bici

SOCIETA'

MILANO

La danza dell'amore dei serpenti. In un parco pubblico Video

cinema

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette Foto

SPORT

Moto

Rossi, notte serena all'ospedale

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

2commenti

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima