-2°

Arte-Cultura

Picasso torna a Milano: oltre 250 opere in mostra

Picasso torna a Milano: oltre 250 opere in mostra
0

Circa 250 opere di Pablo Picasso sono esposte in una mostra inaugurata oggi nel Palazzo Reale, dove rimarrà fino al 6 gennaio. Provengono dal Museo Nazionale Picasso di Parigi, dove sono conservati i lavori che il grande artista spagnolo aveva voluto tenere per sè: una «collezione privata» in cui via via metteva quanto ritenesse più significativo dei vari periodi della sua creatività. Alla morte di Picasso l’intera raccolta passò quindi allo Stato francese: fu il modo con cui gli eredi, grazie ad una apposita legge, pagarono le cospicue tasse di successione. La raccolta fu poi mantenuta unita, costituendo un apposito museo per contenerla. Vi furono in seguito aggiunte anche altre opere, frutto di donazioni.

Per l’edificio del museo si sono resi recentemente necessari lavori di restauro. Nel corso del conseguente periodo di chiusura, è stato deciso di dare la possibilità alla collezione di essere esposta in diverse città del mondo. La mostra milanese rappresenta l’unica tappa italiana.
Nel Palazzo Reale sono così presentate opere che coprono tutta la vita di Picasso (Malaga 1881 – Mougins 1973): dagli esordi in Spagna ai primi contatti con l’ambiente artistico parigino, dai periodi «blu» e «rosa» alla sperimentazione cubista, dal «ritorno all’ordine» con la parentesi neoclassica alla metamorfosi stilistica degli anni Trenta, dalle opere di denuncia contro la dittatura franchista e la guerra fino all’ultima e sempre vitalissima stagione creativa.
Sono esposti dipinti, sculture, disegni, libri illustrati, fotografie. La rassegna parte da alcuni quadri giovanili di inizio Novecento, eseguiti da Picasso a Barcellona, dove si era fermato un periodo prima del trasferimento a Parigi. Il più importante è «Celestina (la donna con un occhio solo)» del 1904. Del primo periodo parigino sono particolarmente interessanti tre dipinti di figura del 1907, preparatori del celebre «Les demoiselles d’Avignon», in cui Picasso si ispirò all’arte primitiva, preannunziando anche il successivo periodo dell’avanguardia cubista. Questa è quindi documentata in mostra soprattutto con «Uomo con Mandolino». Degli anni successivi sono particolarmente interessanti diversi ritratti di «Olga», la ballerina russa Olga Koklova, sua prima moglie, ed anche quello della stupenda Dora Maara.
Del 1951 è poi «Massacro in Corea» con cui Picasso denunciò nuovamente gli orrori della guerra, dopo il famosissimo «Guernica», del conflitto civile spagnolo. «Guernica» fu esposto nello stesso Palazzo Reale, in occasione della prima mostra milanese di Picasso, nel 1953. Come avvenne allora per «Guernica», «Massacro in Corea» è presentato nella «Sala delle Cariatidi» in cui rimangono ancora visibili i danni provocati dai bombardamenti dell’ultima guerra mondiale. Fu lo stesso Picasso a suggerire nel 1953 che la sala mantenesse sempre quelle drammatiche testimonianze e così è stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

1commento

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

6commenti

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Traffico

Pericolo nebbia questa mattina nel Parmense Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

9commenti

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

7commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti