-4°

Arte-Cultura

Delitti, misteri e genetica tra l'Italia e il Nord Europa

Delitti, misteri e genetica tra l'Italia e il Nord Europa
0

 Silvia Ugolotti

Non si considera uno scrittore, ma uno che scrive. Alessandro Grignaffini, il vizio della penna l’ha sempre avuto. Anche quando, in sala operatoria, faceva nascere i bambini. Ginecologo, professore all’università di Parma, ha pubblicato articoli scientifici e  recensioni d’arte sul Resto del Carlino e l’Avvenire. Infine, la narrativa. L’esordio è un giallo ambientato tra l’Italia e il nord Europa:  «L’aforisma negato» (pubblicato dalla Giovane Holden Edizioni), un titolo intrigante scelto dall’autore per dichiarare fin dall’inizio come i teoremi della scienza non siano assoluti, ma si evolvano nel tempo. Una serie di omicidi fanno da leitmotiv all’intricato plot che si snoda tra le pieghe più scure della sperimentazione scientifica: una mente che ordisce e una schiera di seguaci che ubbidendo a una logica macabra non lasciano spazio ad alcuna speranza. La trama, che ha l’odore di acidi e sale operatorie, arriva là dove la genetica e la biologia molecolare oltrepassano i propri limiti. A indagare c’è il commissario capo della Kriminalpolizei di Berlino Kurt Wermaier, affiancato da un ginecologo italiano, l’unico personaggio senza nome, che darà il colpo d’ala definitivo all’indagine. Una pagina dopo l’altra, la tensione sale con ritmo pacato e insieme incalzante grazie a un impianto narrativo ben congeniato e una scrittura precisa. La soluzione del caso (non la sveleremo) arriverà in un’aula di tribunale, dove sotto accusa è anche la mente umana, quando potente e affilata come una lama di coltello squarcia i confini dell’etica e della coscienza. E aspira all’onnipotenza. «Tutti noi abbiamo storie da raccontare. Sono l’intricato garbuglio dei nostri pensieri, delle riflessioni che ogni giorno facciamo su noi stessi e su quanto ci sta intorno», dice Alessandro Grignaffini: il tono pacato, i modi misurati. Una persona riservata, più in sintonia con il silenzio che la scrittura impone che con il brusio della scena. 
«Queste storie fanno parte di noi, ce le portiamo dietro per anni e le arricchiamo con la nostra esperienza quotidiana. In alcuni casi aspettano il momento buono per saltar fuori: io ho scelto quello della narrazione. Non mi considero un romanziere: scrivere mi fa stare meglio». 
Dal campo medico alla Germania, nomi e luoghi che appartengono al vissuto personale: «ci sono tracce della mia vita in queste pagine, la professione è ovvio e una predilezione per le terre del nord (mia moglie ha origini tedesche). In particolare Berlino, una città intensa che ho imparato ad amare vivendola. Ci sono stato diverse volte per scrivere questo libro: un modo diverso per stimolare la curiosità in viaggio». Autobiografia che si mescola alla fantasia, geografie nordiche e misteri: «i misteri del mondo sono tanti e avvincenti, ogni epoca ha avuto i suoi enigmi, ma considero la mente umana quello più affascinante. Questa storia è anche un affresco sui comportamenti dell’uomo, in particolare quando il potere innesca pericolosi atteggiamenti, che qui ho portato agli eccessi del delirio intellettuale». Pronti per essere stampati ci sono altri quattro romanzi tra ambientazioni storiche e atmosfere sul filo del thrilling.
L'aforisma negatoGiovane Holden, pag. 28016,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

2commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

1commento

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta