Arte-Cultura

America, viaggio interiore

America, viaggio interiore
0

 Giuseppe Marchetti

Lorenzo Lasagna arriva a questo suo singolare e per più ragioni inconsueto libro di viaggio, da una ormai lunga esperienza di narratore. Un narratore che raccoglie dalla memoria le maggiori provocazioni, ma che sa anche guardarsi intorno con capacità di cronista e di storico. Con Guido Cavalli (per entrambi un solo nome Enrico Malò) ci aveva dato «Cielo di paese» (Mobydick, '01) che inaugurava un utile dibattito su certi temi della Resistenza, ma in seguito ha confermato le proprie doti accostando argomenti, situazioni e personaggi diversi che ora gli hanno consentito di realizzare un breve resoconto di viaggio,  «Philly - La città dell'amore fraterno» (Epika edizioni), non ricorrendo ai soliti e ormai logori elementi del vedere e dell'osservare come se il viaggio intrapreso fosse solo un divertimento o, peggio ancora, una vacanza.
Lorenzo Lasagna viaggia su più fronti, come Arbasino, e cerca di non dimenticare mai perché è partito e dove è giunto. Non si butta sulle spalle uno zaino trovato lì per caso. Se decide di recarsi a Filadelfia dev'essere sicuro almeno di una cosa: «Insomma, non avevo materiale sufficiente per ambientarci un romanzo, ma abbastanza spunti per convincermi a partire, e controllare di persona che razza di posto fosse».
Assieme all'amico avvocato albanese che vive e lavora a Parma, Gentian Alimadhi, Lasagna incentra la principale attrazione del proprio viaggio sulla speranza di poter vedere le partite di baseball. «Con un po' di fortuna nei collegamenti, avrei potuto passare una notte a New York, e ovviamente una serata allo Yankee Stadium. E al mio ritorno in Pennsylvania avrei avuto anche il tempo di assistere ad una partita dei Phillies».
Filadelfia è, per il nostro viaggiatore, una città strana: contemporaneamente si presenta come la volle William Penn a fine Seicento e come si presenta oggi: «Philadelphia è per molti versi  il prototipo della città americana» - conclude Lasagna - ma il suo soggiorno è narrato come uno squarcio di vita, una immersione non occasionale nella vita americana che più americana di così non è possibile, alla luce di un risvolto sportivo che ora è tale (e qui ci meravigliamo positivamente della tecnica consumata con la quale Lasagna descrive gli incontri tra il pitcher seduto sul dugout e «il lanciatore dominante Halladay» che arriva a compiere un «terzo inning addirittura impressionante») e ora, invece, è di chiara e «perturbante classicità ottocentesca» in una città «colpita duramente dalla crisi delle industrie siderurgiche più che dagli effetti dei campi magnetici ad alta intensità generali dai militari nel 1943».
Ma il viaggio del nostro curioso pellegrino - che non è certo il solito viaggiatore scaricato da un aereo in attesa di risalire su quello di ritorno - è anche cultura, il tentativo in buona parte riuscito di capire, oltre al «gioco perfetto di Mr. Halladay», il tipo particolare di «coesistenza» che anima la società americana nelle sue varie e spesso contrastanti componenti. Se ne parla nel terzo capitolo del libro «Vedo persone morte» dove Lasagna discute del film «Il sesto senso», dopo aver narrato nel precedente «Lo strano caso della Uss Eldridge» il cosiddetto «Esperimento di Philadelphia». In pagine come quelle che stiamo scorrendo Lasagna rintraccia il corposo retroterra che sta dietro ogni vicenda di viaggio e di scoperta, e il suo racconto diventa così storia di un incontro, memoria e conoscenza. In questo caso, memoria e conoscenza di una città, «Città dell'amore fraterno», che non è tanto la retorica di un romanzo «volemose bene», quanto piuttosto la distinzione  tra un ruolo semplice di viaggiatore e un invito all'amicizia, che Lasagna ricompensa con amabile complicità.
Philly - La città dell'amore fraterno - Epika ed., pag. 80, 12,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

3commenti

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

modena

Parte il progetto dello chef Bottura: ogni lunedì a cena 60 persone in difficoltà

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti