Arte-Cultura

Letti per voi - L'Italia fascista e la persecuzione degli ebrei

Letti per voi - L'Italia fascista e la persecuzione degli ebrei
Ricevi gratis le news
0

È il 14 luglio 1938 quando sul Giornale d’Italia appare Il fascismo e i problemi della razza, un testo non firmato, ma presentato come opera di diversi professori universitari, in cui, tra le altre cose, si legge che «Gli ebrei non appartengono alla razza italiana». La data è storica, perché segna l’inizio di un processo irreversibile che segnerà una delle pagine più buie della storia d’Italia.

«Costretti a fabbricare una caricatura in stile teutonico», avrebbe commentato Vittorio Foa, ironizzando su questa commissione di professori. Ma perché il governo fascista scelse di discriminare gli ebrei solo nel 1938, ossia diversi anni dopo il suo arrivo al potere? Perché dopo segnali contraddittori scelse di instaurare a ogni costo, e con un’imprevista rapidità, uno «stato di emergenza antisemita»?

Sono queste alcune delle domande a cui cerca di rispondere il saggio «L'Italia fascista e la persecuzione degli ebrei» (Il Mulino, 29 euro), scritto da Marie-Anne Matard-Bonucci, docente francese di Storia contemporanea all’Università di Grenoble II, che ha già all’attivo  studi su fascismo e antisemitismo. Partendo da una ricostruzione storica degli atteggiamenti fascisti - e del Duce in particolare - nei confronti dell’antisemitismo, il lavoro dell’autrice non è tanto di tornare sulle condizioni degli ebrei nella Penisola durante quel periodo, ma piuttosto quello di analizzare i motivi che portarono il regime a quelle decisioni. La tesi di fondo è che l’esclusione degli ebrei fu pensata come «il motore che avrebbe permesso di rivitalizzare una dittatura al potere da più di quindici anni».

L’antisemitismo di stato non mirava a consolidare un consenso già alto, ma faceva capire come un impulso giunto dai vertici «poteva ripercuotersi fino ai livelli più bassi della società». La gerarchia fascista riusciva in tal modo a compiacersi dell’intensa attività amministrativa che la legislazione razziale aveva generato, e quindi del livello di efficacia con cui esercitava il suo controllo sugli italiani, che divennero esecutori («raramente entusiasti, ma talvolta zelanti»), delle nuove direttive. Stando alle premesse, conclude l’autrice, niente di simile sarebbe stato immaginabile in Italia. Eppure, bastarono pochi anni per spazzare via queste certezze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

protagonista

Colorno, il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

Ieri mattina la storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

bassa

Reggia devastata dall'acqua: studenti Alma e volontari al lavoro Video

Sospesa l'attività didattica della scuola di cucina italiana

ALLUVIONE

L'esondazione dell'Enza: la Regione stanzia 2 milioni per le spese urgenti

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

colorno

Approfittano del caos dovuto alla piena per svaligiare due case Video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

8commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

5commenti

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

SPORT

calcio

Coppa Italia: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS