-2°

Arte-Cultura

Bodoni, il genio della grafica

Bodoni, il genio della grafica
Ricevi gratis le news
0

Mariagrazia Villa

La grazia elegante di Canova, la sensibile armonia di Foscolo e l’antica dignità di Piranesi. Ma anche la luminosa chiarezza di Tiepolo e la spinta innovativa di Boccherini. Nel grande incisore, tipografo e stampatore Giambattista Bodoni hanno convissuto tutte le anime più nobili del secondo Settecento. Ma è l’unico che sia riuscito a parlare la lingua degli uomini e anche degli angeli: la lingua dei moderni. Della cultura visiva che sarebbe venuta, non che se ne era andata. Un neoclassico sui generis. Che avvertì dentro di sé la risacca delle passioni e si sentì attratto dall’Ellade, simbolo di ordine e serenità, ma che, contrariamente a tanti intellettuali della sua epoca, non guardò indietro, bensì avanti. Fu quello che oggi si definirebbe un genio della grafica, in equilibrio tra arte e industria. Capace di vedere il senso pratico della bellezza, così come il lato autonomo e fantastico di qualsiasi segno sulla carta.Nato a Saluzzo, in provincia di Cuneo, nel 1740 da una famiglia di stampatori, dunque figlio d’inchiostro, Bodoni fu chiamato a Parma nel 1768 dal Duca Ferdinando di Borbone per impiantarvi la governativa Stamperia Reale, che dirigerà sino alla fine della sua vita. E con un tale successo che letterati, bibliofili e viaggiatori del Grand Tour faranno tappa in città, non solo per ammirare gli affreschi del Correggio, ma anche per visitare la sua tipografia nell’ala occidentale della Pilotta, affacciata sul torrente Parma. Per godere sia dei raffinati e rigorosi caratteri tipografici da lui creati già a partire dal 1771, sia degli affascinanti e leggibilissimi lavori a stampa.Proprio alle sue opere d’avanguardia, fatte di conoscenza, inventiva e abilità tecnica, è dedicato l’importante volume «I capolavori della tipografia di Giambattista Bodoni», pubblicato da Mup Editore in collaborazione con Fondazione Monte di Parma e Biblioteca Palatina e realizzato con il contributo di CePIM, in vista delle celebrazioni del bicentenario dalla morte del grande saluzzese, avvenuta a Parma nel 1813. Settimo titolo della collana «Mirabilia Palatina», l’opera è stata scritta da Andrea De Pasquale, responsabile scientifico del Museo Bodoniano di Parma, e sarà presentata martedì prossimo [6 novembre] nell’Aula Magna dell’Istituto d’arte Paolo Toschi alle ore 17. Interverranno Sabina Magrini, direttore della Biblioteca Palatina, Roberto Delsignore, presidente di Fondazione Monte di Parma, Luigi Capitani, amministratore delegato di CePIM Spa, l’autore del volume e Maurizio Dodi, presidente di Mup editore.Ancora una volta, la Palatina apre le porte dei suoi tesori e svela un segreto da condividere: il Museo bodoniano, che ha sede nel palazzo farnesiano della Pilotta, presso la sede della Biblioteca. Terzo museo della stampa in Europa e il primo del suo genere in Italia, raccoglie un migliaio di edizioni bodoniane, alcune uniche o rarissime, che costituiscono una delle più ricche collezioni al mondo, un carteggio di 12mila lettere, documenti, miscellanee di prove e di saggi tipografici, specimen delle più note fonderie italiane e straniere, fogli volanti in carta e pergamena, lo straordinario corredo di punzoni, matrici e attrezzi della stamperia di Bodoni (forme per la fusione dei caratteri, lime, pialle, cucchiaini eccetera) per un totale di circa 80mila pezzi e un torchio tipografico, fedele ricostruzione di quello usato dal famoso tipografo.Protagoniste del volume sono le edizioni che lo stesso Bodoni scelse, come le più rappresentative della sua produzione, per partecipare all’esposizione dei prodotti dell’industria nazionale, indetta a Parigi nel 1806, dove il saluzzese vinse la medaglia d’oro. A questi esemplari, in alcuni casi stampati su supporti speciali quali pergamena e seta, come il Pater Noster poliglotta dell’«Oratio Dominica» pubblicata nel 1806, come memoria del viaggio realizzato da Papa Pio VII a Parigi per assistere all’incoronazione di Napoleone, vero e proprio capolavoro bodoniano in caratteri orientali, sono stati aggiunti l’«Iliade» di Omero e «Les adventures de Télémaque» di Fénelon, non ancora stampati, e l’edizione di «The castle of Otranto» di Walpole, evidentemente scartata da Bodoni per la tradizionale antipatia tra Francia e Inghilterra.Una raccolta di valore, ma non solo: anche un avvincente affresco dell’attività dell’ultima grande tipografia e fonderia dell’Ancien Régime. Prima che arrivassero nuovi procedimenti tipografici. In grado di salvare la praticità, ma forse di smarrire quell’incanto che Bodoni aveva ricercato in ogni pagina.
I capolavori della tipografia di Giambattista Bodoni - Mup, pag.  120, 35,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

La 2° D della scuola media di Sorbolo visita la redazione

QUOTIDIANO IN CLASSE

La 2° D della scuola media di Sorbolo visita la redazione

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

«Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

fidenza

Con una borsa modificata ruba vestiti per 6mila euro all'outlet: arrestato

1commento

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

19commenti

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

INTERVISTA

Pizzarotti e Guerra: «Ora siamo un modello»

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

6commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

OAXACA

Ancora terremoto in Messico: scossa di magnitudo 6.0 nel sud

SPORT

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa