18°

32°

Arte-Cultura

Assisi: c'è la mano di Giotto negli affreschi della cappella San Nicola

Assisi: c'è la mano di Giotto negli affreschi della cappella San Nicola
Ricevi gratis le news
0

Romano Carloni

ASSISI  – C'è la mano di Giotto negli affreschi della cappella di San Nicola, posta a destra dell’altare della Basilica inferiore di San Francesco di Assisi, restaurata dopo lavori durati due anni e mezzo.
Una cappella a lungo trascurata, quasi sempre chiusa al pubblico e lasciata per ultima nel recupero dopo il sisma del '97. Ma proprio da questo scrigno 'abbandonatò arriva la prova della presenza del genio di Giotto.
«Si tratta di una delle prime opere della sua vita artistica e ha una grande importanza per ricostruire la cronologia della sua attività e di quella della Bottega», ha spiegato all’ANSA il capo restauratore, Sergio Fusetti, impegnato dall’aprile nel 2010 nel delicato lavoro su circa 300 metri quadrati di affresco e 80 di materiale lapideo. Un intervento costato circa 360 mila euro, finanziato da Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e Generali.
«Per tanti anni questa cappella è stata chiusa – ha detto Fusetti – veniva utilizzata, ma raramente, dai frati come punto di ascolto. Ora il restauro consentirà di apprezzarne la bellezza e la ricchezza degli affreschi – trovati in cattive condizioni – dove si rileva la presenza di oro zecchino, perchè si trattava della decorazione pittorica della cappella funeraria di Gian Gaetano Orsini, giovane diacono prematuramente scomparso, voluta da suo fratello, il cardinale Napoleone».
Fusetti ha ricordato che il restauro si è sviluppato di pari passo con l’apertura della mostra «I colori di Giotto», svoltasi, da aprile a settembre 2010. E 30 mila visitatori hanno potuto provare l’emozione di poter ammirare, in diretta, sui ponteggi insieme ai restauratori, a pochi centimetri di distanza, gli affreschi durante l’intervento di recupero.
Nella cappella di San Nicola – verrà inaugurata ufficialmente il 6 dicembre prossimo dal ministro dei Beni culturali, Lorenzo Ornaghi – ci sono gli affreschi che raffigurano i Santi, gli Apostoli, le Storie di San Nicola, le figure della Madonna col Bambino, di San Francesco, San Giovanni Battista e di Santa Maria Maddalena penitente.
 
Padre Enzo Fortunato, direttore della rivista San Francesco Patrono d’Italia e portavoce del Sacro Convento, ha sottolineato che è stato «ridato ai pellegrini e ai cultore dell’arte l'ultimo pezzo di Giotto che mancava dal '97». «Siamo certi - ha aggiunto – che anche quest’ultimo restauro aiuterà a far godere del bello e invogliare i pellegrini ad elevare il cuore e la mente verso Dio».
 
Nel contesto dell’eterno dibattito critico sull'attribuzione degli affreschi presenti nel complesso monumentale di Assisi a Giotto e alla sua Bottega – in questo caso non dovrebbero esserci dubbi – oppure ad altri pittori del tempo, come Pietro Cavallini, si colloca la presenza sul materiale lapideo della Cappella di San Nicola di una sorta di sigla, GB, dove la B è visibile in modo molto distinto. E tra le ipotesi è che possa essere la firma di Giotto di Bondone.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

Prevenzione

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

4commenti

nella notte

Scontro auto-scooter in via Toschi: 20enne al Pronto soccorso

TRAVERSETOLO

Quattro profughi in un appartamento: è polemica

8commenti

brescia

Il ritorno di Ghirardi? "Cellino un amico, se vuole lo aiuto"

L'ex presidente del Parma: "Aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso"

OSPEDALE

Pronto soccorso, Brescia «corteggia» Cervellin

sondaggio

I tifosi "promuovono" il nuovo tris di maglie del Parma

Fidenza

Morto a 51 anni Giorgino Ribaldi

Universiadi

Folorunso e Fantini: «Vogliamo la finale»

PERSONAGGI

102 anni, addio alla ricamatrice Lina Zanichelli

Sissa Trecasali

La barca affondata nel Po non si trova

pedoni penalizzati

Marciapiedi dissestati: problemi di sicurezza

1commento

ospedale

Ladri ancora in azione: rubati dei computer al Rasori Video

Il furto è stato compiuto nella notte al Day hospital pneumologico

1commento

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

9commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

15commenti

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

1commento

IL CASO

Il laghetto di Scurano potrebbe sparire

Vignali: "I boschi dell'Appennino stanno seccando" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

14commenti

ITALIA/MONDO

paura

Rotterdam, nessun terrorismo: era un installatore di bombole ubriaco

modena

Gambizzato davanti ristorante a Savignano, fermato 37enne

SPORT

Calciomercato

Paletta, accordo Milan-Lazio

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

SOCIETA'

televisione

La caduta della Guaccero in diretta è virale

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente