18°

Arte-Cultura

Inaugurazione mostra "Medhat Shafik e Luiso Sturla"

Inaugurazione mostra "Medhat Shafik e Luiso Sturla"
0

Inaugurazione della mostra che espone le opere degli artisti Medhat Shafik e Luiso Sturla (i cui archivi sono conservati allo CSAC) organizzata da CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, che si terrà sabato 10 novembre, alle ore 17, presso il Salone delle Scuderie del Palazzo della Pilotta (piazzale Bodoni 1 - Parma). 

La mostra sarà aperta fino al 9 dicembre 2012.
 
MEDHAT SHAFIK
La sezione della mostra dedicata alle opere di Medhat Shafik comprende venticinque dipinti e centosei carte, dagli anni ‘80 al 2011, che sono un’importante acquisizione delle collezioni del CSAC dell’Università di Parma. Il catalogo, edito da Skira, che riproduce l’insieme delle opere, è introdotto da un ampio saggio di Gloria Bianchino, che ripercorre la ricerca dell’artista dalle origini ad oggi.
Egiziano, a vent’anni giunge a Milano, studia e si diploma all’Accademia di Brera, e vive facendo il traduttore e l’interprete. Oggi è una delle figure artistiche più indiscusse del panorama pittorico nazionale e internazionale.
Al centro del dibattito critico, l’interpretazione della sua ricerca: artista d’occidente o artista legato a una civiltà vagamente mediterranea?
Shafik è un grande narratore e le sue origini, le terre d’Egitto, il Nilo, la memoria degli spazi dei suk piuttosto che delle dune, i colori e il cotone, i vasi e i frammenti di scritture che affiorano un poco ovunque nei suoi dipinti, tutto è parte della memoria infantile e della giovinezza dell’artista e diventa, nel suo racconto, il sogno dell’unione delle diverse culture sulle rive del Mediterraneo. La sua arte nasce in occidente, nasce da scelte e passioni precise.
Le sue attenzioni per il Der Blaue Reiter, le attenzioni per Gabriele Mùnter piuttosto che per gli Espressionisti sono evidenti in molti dipinti degli anni ‘80, e ancora sono chiare quelle per Marc e per Macke. Lo provano pezzi significativi come Toro o Cavallo in fugadel 1984. Quelle per Kafka e la letteratura mitteleuropea, come in A tavola con Kafka(1991) o in Luoghi di scavi (1991 e 1994) e in molte altre opere.
La ricerca ulteriore dell’artista si fa più complessa e sono chiare le attenzioni all’Abstract Expressionism e quindi all’Action Painting americana, poi per le scritture pittoriche della più recente ricerca espressiva in Germania e in Italia.
Alcuni suoi pezzi in mostra, come Le porte di Samarcanda, un trittico del 2006, sono imponenti e costruiscono un’opera densa di memorie. In mostra sono esposte anche delle opere scavate nel legno oppure impresse su spesse carte bagnate, forme in negativo o a rilievo di alfabeti perduti, alfabeti mitici che nascono in occidente ma che citano geroglifici e ideogrammi, la grafia islamica e l’alfabeto greco. Shafik sa anche creare spazi vibranti sul foglio (sono qui esposti oltre cento suoi disegni), con una grafia mossa e sottile, che esce da Giacometti piuttosto che dall’illustrazione francese dell’Ottocento, ma anche dalla ricerca più alta dell’Informale.
LUISO STURLA
La sezione espositiva dedicata a Luiso Sturla propone un importante gruppo di opere, 42 dipinti e 68 disegni. Il catalogo, edito da Skira, che riproduce l’insieme delle stesse, è introdotto da un saggio di Ivo Iori; le schede delle opere sono di Marina Travagliati.
Luiso Sturla ha 82 anni ed è una delle poche figure protagoniste della scena pittorica che ancora tiene viva la grande civiltà della pittura informale, di quella pittura che Arcangeli definiva degli “ultimi naturalisti” e che Roberto Tassi evocava come un momento determinante della nostra ricerca artistica.
Sturla ha alle spalle una lunga storia che vede il pittore legarsi al Movimento Arte Concreta, per poi avviarsi verso una nuova ricerca maturata anche in un lungo soggiorno negli Stati Uniti (1960/62) dove, grazie all’Action Painting, scopre una dimensione differente del discorso pittorico, una grande libertà compositiva.
Il ritorno in Italia gli propone esperienze diverse, quelle di Renato Birolli e delle sue immagini delle Cinque Terre, il fascino del ciclo degli Incendi, ma anche la novità dei pastelli a cera su un medesimo tema di Ennio Morlotti che diventerà, dopo le tensioni dei paesaggi lombardi, ricerca sulle rocce, il cielo e il mare della Liguria.
La ricerca di Sturla è comunque diversa, egli lascia lentamente ai margini la rappresentazione del vero per una ricerca che sublima le forme, che le rende trasparenti, incerte, vibranti.
In mostra oltre ai dipinti si propongono anche importanti disegni, alcuni rarissimi, riportati in Italia dopo il soggiorno negli Stati Uniti, mentre i dipinti di quel periodo sono tutti rimasti negli USA. Nei disegni si legge a volte la prima fase della ricerca di Sturla, che muove sempre da un dialogo col naturale e che nei dipinti in genere si fa diversa, diventa stratificarsi di forme, sovrapporsi di memorie. Dunque una mostra importante, da leggere nel quadro della nuova pittura europea contemporanea.
NOTE TECNICHE
LUOGO: Parma, Salone delle Scuderie, Palazzo della Pilotta, Piazzale Bodoni 1
DATE: dal 10 novembre al 9 dicembre 2012
ORARI: dalle 10 alle 19 – chiuso il lunedì
Per informazioni: CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma (tel. 0521/033652 - 0521/235825, csac@unipr.it) 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano

gossip

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano Foto

caclio donne

spagna

Le ragazze che fanno la storia: hanno stravinto il campionato dei maschi

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Schianto contro un camion: gravissimo un motociclista

traversetolo

Pauroso schianto contro un camion: muore un motociclista 42enne 

Il 42enne Andrea Ardenti Morini vittima di un incidente sulla strada per Neviano Video

1commento

tg parma

50enne scomparso a Diolo: continuano le ricerche ma cresce la paura

soragna

Paura a Diolo: incidente, auto nel fosso

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

1commento

raduno

500 Miles...un fiume di Harley Davidson a Parma Gallery

storie di ex

Ancelotti Re d'Europa: scudetto anche in Germania (col Bayern)

lavoro

Occupazione: Bolzano è regina (73%), Parma è quinta (68,7%)

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

domenica

Primarie del Pd: istruzioni per poter votare

Dalle 8 alle 20

tg parma

Forza Italia e Fratelli d'Italia: Vaccaro e Bocchi capolista

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

polizia

"C'è un'auto sospetta": era rubata e carica di arnesi da scasso

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

12commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Gli assassini impuniti e lo Stato impotente

di Paola Guatelli

1commento

ITALIA/MONDO

tunisia-Italia

Strage di Berlino: la salma di Amri custodita (e rimpatriata?) a spese dell'Italia

egitto

Il portavoce di al-Sisi: "Col Papa non si è parlato di Regeni"

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

Caravan, i 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

Calciomercato

Galliani lascia il calcio e cambia vita

formula uno

Gp di Russia: la prima fila è della Ferrari. Vettel in pole

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento