16°

Arte-Cultura

Inaugurazione mostra "Medhat Shafik e Luiso Sturla"

Inaugurazione mostra "Medhat Shafik e Luiso Sturla"
0

Inaugurazione della mostra che espone le opere degli artisti Medhat Shafik e Luiso Sturla (i cui archivi sono conservati allo CSAC) organizzata da CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, che si terrà sabato 10 novembre, alle ore 17, presso il Salone delle Scuderie del Palazzo della Pilotta (piazzale Bodoni 1 - Parma). 

La mostra sarà aperta fino al 9 dicembre 2012.
 
MEDHAT SHAFIK
La sezione della mostra dedicata alle opere di Medhat Shafik comprende venticinque dipinti e centosei carte, dagli anni ‘80 al 2011, che sono un’importante acquisizione delle collezioni del CSAC dell’Università di Parma. Il catalogo, edito da Skira, che riproduce l’insieme delle opere, è introdotto da un ampio saggio di Gloria Bianchino, che ripercorre la ricerca dell’artista dalle origini ad oggi.
Egiziano, a vent’anni giunge a Milano, studia e si diploma all’Accademia di Brera, e vive facendo il traduttore e l’interprete. Oggi è una delle figure artistiche più indiscusse del panorama pittorico nazionale e internazionale.
Al centro del dibattito critico, l’interpretazione della sua ricerca: artista d’occidente o artista legato a una civiltà vagamente mediterranea?
Shafik è un grande narratore e le sue origini, le terre d’Egitto, il Nilo, la memoria degli spazi dei suk piuttosto che delle dune, i colori e il cotone, i vasi e i frammenti di scritture che affiorano un poco ovunque nei suoi dipinti, tutto è parte della memoria infantile e della giovinezza dell’artista e diventa, nel suo racconto, il sogno dell’unione delle diverse culture sulle rive del Mediterraneo. La sua arte nasce in occidente, nasce da scelte e passioni precise.
Le sue attenzioni per il Der Blaue Reiter, le attenzioni per Gabriele Mùnter piuttosto che per gli Espressionisti sono evidenti in molti dipinti degli anni ‘80, e ancora sono chiare quelle per Marc e per Macke. Lo provano pezzi significativi come Toro o Cavallo in fugadel 1984. Quelle per Kafka e la letteratura mitteleuropea, come in A tavola con Kafka(1991) o in Luoghi di scavi (1991 e 1994) e in molte altre opere.
La ricerca ulteriore dell’artista si fa più complessa e sono chiare le attenzioni all’Abstract Expressionism e quindi all’Action Painting americana, poi per le scritture pittoriche della più recente ricerca espressiva in Germania e in Italia.
Alcuni suoi pezzi in mostra, come Le porte di Samarcanda, un trittico del 2006, sono imponenti e costruiscono un’opera densa di memorie. In mostra sono esposte anche delle opere scavate nel legno oppure impresse su spesse carte bagnate, forme in negativo o a rilievo di alfabeti perduti, alfabeti mitici che nascono in occidente ma che citano geroglifici e ideogrammi, la grafia islamica e l’alfabeto greco. Shafik sa anche creare spazi vibranti sul foglio (sono qui esposti oltre cento suoi disegni), con una grafia mossa e sottile, che esce da Giacometti piuttosto che dall’illustrazione francese dell’Ottocento, ma anche dalla ricerca più alta dell’Informale.
LUISO STURLA
La sezione espositiva dedicata a Luiso Sturla propone un importante gruppo di opere, 42 dipinti e 68 disegni. Il catalogo, edito da Skira, che riproduce l’insieme delle stesse, è introdotto da un saggio di Ivo Iori; le schede delle opere sono di Marina Travagliati.
Luiso Sturla ha 82 anni ed è una delle poche figure protagoniste della scena pittorica che ancora tiene viva la grande civiltà della pittura informale, di quella pittura che Arcangeli definiva degli “ultimi naturalisti” e che Roberto Tassi evocava come un momento determinante della nostra ricerca artistica.
Sturla ha alle spalle una lunga storia che vede il pittore legarsi al Movimento Arte Concreta, per poi avviarsi verso una nuova ricerca maturata anche in un lungo soggiorno negli Stati Uniti (1960/62) dove, grazie all’Action Painting, scopre una dimensione differente del discorso pittorico, una grande libertà compositiva.
Il ritorno in Italia gli propone esperienze diverse, quelle di Renato Birolli e delle sue immagini delle Cinque Terre, il fascino del ciclo degli Incendi, ma anche la novità dei pastelli a cera su un medesimo tema di Ennio Morlotti che diventerà, dopo le tensioni dei paesaggi lombardi, ricerca sulle rocce, il cielo e il mare della Liguria.
La ricerca di Sturla è comunque diversa, egli lascia lentamente ai margini la rappresentazione del vero per una ricerca che sublima le forme, che le rende trasparenti, incerte, vibranti.
In mostra oltre ai dipinti si propongono anche importanti disegni, alcuni rarissimi, riportati in Italia dopo il soggiorno negli Stati Uniti, mentre i dipinti di quel periodo sono tutti rimasti negli USA. Nei disegni si legge a volte la prima fase della ricerca di Sturla, che muove sempre da un dialogo col naturale e che nei dipinti in genere si fa diversa, diventa stratificarsi di forme, sovrapporsi di memorie. Dunque una mostra importante, da leggere nel quadro della nuova pittura europea contemporanea.
NOTE TECNICHE
LUOGO: Parma, Salone delle Scuderie, Palazzo della Pilotta, Piazzale Bodoni 1
DATE: dal 10 novembre al 9 dicembre 2012
ORARI: dalle 10 alle 19 – chiuso il lunedì
Per informazioni: CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma (tel. 0521/033652 - 0521/235825, csac@unipr.it) 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Medesano: al Bar sport come in Cina

pgn

Medesano: al Bar sport come in Cina Foto

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Piazzale Dalla Chiesa assediata dal degrado

Emergenza

Piazzale Dalla Chiesa assediata dal degrado

carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti, è giallo

Corniglio

Lupo morto avvelenato

Bologna

Prostituta uccisa a colpi di pistola: confessa un 55enne di Parma

Francesco Serra si era invaghito della 30enne romena Ana Maria Stativa, trovata senza vita a casa sua

Calcio

Parma, che bel poker

Noceto

«Al Pioppo», quel luogo dell'anima

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno fino al 31 marzo

Comune

Taglio alla Cosap del 10%

INTERVISTA

Fresu: «Il mio festival jazz a km 0»

Fede

Viaggio nel cattolicesimo, la mappa delle diocesi

SORBOLO

Verde pubblico, gestione a costo zero

LEGA PRO

Il Parma sbanca Gubbio 4-1. Recuperati 2 punti al Venezia Foto della partita

In gol Calaiò, Nocciolini e Iacoponi. Infortunio muscolare per Giorgino. Crociati terzi a 8 punti

1commento

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno: "Un segno del destino" 

Valeria Vicini si è laureata in Scienze politiche e delle relazioni internazionali, il figlio Leonardo Ranieri in Scienze dell’architettura

1commento

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

21commenti

TRAVERSETOLO

Sotto il parcheggio del Conad c'è un insediamento preistorico?

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

A10

Tir si ribalta e uccide due operai: arrestato il camionista Foto Video

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

SOCIETA'

la peppa

Tartine fiorite

centro giovani

"Noi che....": così si raccontano i giovani di Parma Il video

1commento

SPORT

MOTOGP

vince Vinales dopo una "battaglia" con Dovizioso. Rossi terzo

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017