16°

31°

Arte-Cultura

Inaugurazione mostra "Medhat Shafik e Luiso Sturla"

Inaugurazione mostra "Medhat Shafik e Luiso Sturla"
Ricevi gratis le news
0

Inaugurazione della mostra che espone le opere degli artisti Medhat Shafik e Luiso Sturla (i cui archivi sono conservati allo CSAC) organizzata da CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, che si terrà sabato 10 novembre, alle ore 17, presso il Salone delle Scuderie del Palazzo della Pilotta (piazzale Bodoni 1 - Parma). 

La mostra sarà aperta fino al 9 dicembre 2012.
 
MEDHAT SHAFIK
La sezione della mostra dedicata alle opere di Medhat Shafik comprende venticinque dipinti e centosei carte, dagli anni ‘80 al 2011, che sono un’importante acquisizione delle collezioni del CSAC dell’Università di Parma. Il catalogo, edito da Skira, che riproduce l’insieme delle opere, è introdotto da un ampio saggio di Gloria Bianchino, che ripercorre la ricerca dell’artista dalle origini ad oggi.
Egiziano, a vent’anni giunge a Milano, studia e si diploma all’Accademia di Brera, e vive facendo il traduttore e l’interprete. Oggi è una delle figure artistiche più indiscusse del panorama pittorico nazionale e internazionale.
Al centro del dibattito critico, l’interpretazione della sua ricerca: artista d’occidente o artista legato a una civiltà vagamente mediterranea?
Shafik è un grande narratore e le sue origini, le terre d’Egitto, il Nilo, la memoria degli spazi dei suk piuttosto che delle dune, i colori e il cotone, i vasi e i frammenti di scritture che affiorano un poco ovunque nei suoi dipinti, tutto è parte della memoria infantile e della giovinezza dell’artista e diventa, nel suo racconto, il sogno dell’unione delle diverse culture sulle rive del Mediterraneo. La sua arte nasce in occidente, nasce da scelte e passioni precise.
Le sue attenzioni per il Der Blaue Reiter, le attenzioni per Gabriele Mùnter piuttosto che per gli Espressionisti sono evidenti in molti dipinti degli anni ‘80, e ancora sono chiare quelle per Marc e per Macke. Lo provano pezzi significativi come Toro o Cavallo in fugadel 1984. Quelle per Kafka e la letteratura mitteleuropea, come in A tavola con Kafka(1991) o in Luoghi di scavi (1991 e 1994) e in molte altre opere.
La ricerca ulteriore dell’artista si fa più complessa e sono chiare le attenzioni all’Abstract Expressionism e quindi all’Action Painting americana, poi per le scritture pittoriche della più recente ricerca espressiva in Germania e in Italia.
Alcuni suoi pezzi in mostra, come Le porte di Samarcanda, un trittico del 2006, sono imponenti e costruiscono un’opera densa di memorie. In mostra sono esposte anche delle opere scavate nel legno oppure impresse su spesse carte bagnate, forme in negativo o a rilievo di alfabeti perduti, alfabeti mitici che nascono in occidente ma che citano geroglifici e ideogrammi, la grafia islamica e l’alfabeto greco. Shafik sa anche creare spazi vibranti sul foglio (sono qui esposti oltre cento suoi disegni), con una grafia mossa e sottile, che esce da Giacometti piuttosto che dall’illustrazione francese dell’Ottocento, ma anche dalla ricerca più alta dell’Informale.
LUISO STURLA
La sezione espositiva dedicata a Luiso Sturla propone un importante gruppo di opere, 42 dipinti e 68 disegni. Il catalogo, edito da Skira, che riproduce l’insieme delle stesse, è introdotto da un saggio di Ivo Iori; le schede delle opere sono di Marina Travagliati.
Luiso Sturla ha 82 anni ed è una delle poche figure protagoniste della scena pittorica che ancora tiene viva la grande civiltà della pittura informale, di quella pittura che Arcangeli definiva degli “ultimi naturalisti” e che Roberto Tassi evocava come un momento determinante della nostra ricerca artistica.
Sturla ha alle spalle una lunga storia che vede il pittore legarsi al Movimento Arte Concreta, per poi avviarsi verso una nuova ricerca maturata anche in un lungo soggiorno negli Stati Uniti (1960/62) dove, grazie all’Action Painting, scopre una dimensione differente del discorso pittorico, una grande libertà compositiva.
Il ritorno in Italia gli propone esperienze diverse, quelle di Renato Birolli e delle sue immagini delle Cinque Terre, il fascino del ciclo degli Incendi, ma anche la novità dei pastelli a cera su un medesimo tema di Ennio Morlotti che diventerà, dopo le tensioni dei paesaggi lombardi, ricerca sulle rocce, il cielo e il mare della Liguria.
La ricerca di Sturla è comunque diversa, egli lascia lentamente ai margini la rappresentazione del vero per una ricerca che sublima le forme, che le rende trasparenti, incerte, vibranti.
In mostra oltre ai dipinti si propongono anche importanti disegni, alcuni rarissimi, riportati in Italia dopo il soggiorno negli Stati Uniti, mentre i dipinti di quel periodo sono tutti rimasti negli USA. Nei disegni si legge a volte la prima fase della ricerca di Sturla, che muove sempre da un dialogo col naturale e che nei dipinti in genere si fa diversa, diventa stratificarsi di forme, sovrapporsi di memorie. Dunque una mostra importante, da leggere nel quadro della nuova pittura europea contemporanea.
NOTE TECNICHE
LUOGO: Parma, Salone delle Scuderie, Palazzo della Pilotta, Piazzale Bodoni 1
DATE: dal 10 novembre al 9 dicembre 2012
ORARI: dalle 10 alle 19 – chiuso il lunedì
Per informazioni: CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma (tel. 0521/033652 - 0521/235825, csac@unipr.it) 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

LA STORIA

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

1commento

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

4commenti

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

2commenti

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

1commento

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

2commenti

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

2commenti

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

3commenti

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

7commenti

ITALIA/MONDO

roma

Uova contaminate: altri due casi scoperti dai Nas

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

Irlanda

Il bodybuilder al supermarket è uno show

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti