11°

26°

Arte-Cultura

La Mazzantini: "Sono scrittrice della vita"

La Mazzantini: "Sono scrittrice della vita"
0

Ilaria Moretti

Dice di essere una scrittrice della vita e che non si può raccontare la bellezza del mondo senza descriverne l’alto lato, quello buio della violenza. Parla del suo essere una donna «normale», che tutte le sere cucina per la famiglia, perché sono i figli che ti tengono con i piedi per terra. E poi ritorna sul quel rapporto speciale con il marito Sergio Castellitto, l’uomo che anni fa le regalò il quaderno su cui impresse i suoi primi pensieri da scrittrice e con cui afferma di «condividere la stessa visione del mondo».

Quello stesso  uomo che ora ha tradotto in un film «Venuto al mondo», il libro pubblicato nel 2008 che lei scrisse in una sorta di «stato febbrile», premio Campiello e una marea di copie vendute: una storia epica sulla maternità e l’amore ai tempi della guerra a Sarajevo. Lei, Margaret Mazzantini, ieri pomeriggio era a Parma e sul film non ha dubbi: «Si sente la forza vitale del libro». Ospite a Palazzo del Governatore, ha ricevuto il premio «Donna speciale 2012», nell’ambito della rassegna «Da donna a donna», organizzata dalla sezione parmigiana dell’Associazione mogli medici italiani, con il patrocinio e la collaborazione dell’assessorato alla Cultura del Comune e della Pinacoteca Stuard. Accanto a lei la presidente del sodalizio, Adele Quintavalla, l’ideatrice della manifestazione, Mariangela Rinaldi e, per qualche minuto, anche il marito regista e attore. Che, col sorriso, le riserva un complimento di «kennediana memoria»: «Salve, sono Sergio Castellitto, o meglio sono il marito di Margaret Mazzantini. Siamo venuti qua per un giorno e con una sola valigia, ma con tutti i doni che ci state facendo, credo che dovremo comprarne un’altra».

Applausi  in sala e poi il palcoscenico sarà tutto suo, di Margaret. «Venuto al mondo - la introduce la Quintavalla - non è un romanzo, ma una composizione epica. E’ un’Odissea, una Divina Commedia: c’è guerra e pace, amore e ancora amore».
«Perché nei miei libri descrivo anche la violenza? - spiega la Mazzantini - Perché è nel mondo. Se racconti la bellezza, non puoi tralasciare l’altra faccia delle cose. Venuto al mondo è il viaggio psicanalitico di una maternità sgangherata, un lungo viaggio nel canale del parto per raccontare l’orrore della guerra ma anche un nuovo inizio, perché il mondo va comunque avanti. Alla fine c’è la speranza».

Non si stanca  di ripeterlo la Mazzantini: «Scrivere è una gioia violenta». E la letteratura ha un grande dovere-potere: «Quello - sottolinea - di tirare fuori i dolori murati dentro di noi, perché siamo sempre meno sensibili». Come nasce l’idea del film? «Ovviamente in famiglia - risponde -. Sergio è il mio primo lettore. La trasposizione cinematografica spesso è vista come una riduzione, ma in questo film c’è la forza vitale del libro. C’è la voglia di sporcarsi con una storia grande. Io e Sergio siamo persone completamente diverse, ma abbiamo la stessa visione del mondo: ci commuoviamo, ridiamo e ci indigniamo per le identiche cose».

La scrittrice  racconta e si racconta. Dall’inizio. Da quel suo essere cresciuta in una località di campagna: «In quel tempo della noia si è scatenata la fantasia. Ma la mia non è stata una vocazione facile». Un padre scrittore, la casa zeppa di libri che sembravano bare, l’iniziale rifiuto di un talento che poi sarebbe esploso: «Pensavo che la scrittura allontanasse dalla vita. Io, invece, sono stata una scrittrice della vita, l’ho monitorata».

Le prime pagine  le ha scritte proprio su un quaderno regalatole dal marito: «E’ stato come se una diga si rompesse». Ma la Mazzantini è anche una madre, una che cucina tutte le sere per la sua numerosa famiglia: «Faccio un mestiere stravagante - ammette - e i miei figli (quattro, ndr) sono quelli che mi riportano a terra. A loro non gliene frega niente di chi sei o cosa fai: vogliono - sorride - il sugo buono».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

3commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

6commenti

Lealtrenotizie

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

1commento

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

tardini

Da domani (sabato 27) la prevendita di Parma-Lucchese

COLLECCHIO

Guardia di Finanza alla Copador

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

4commenti

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

3commenti

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

4commenti

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

La denuncia

Asili e materne, graduatorie col «trucco»

3commenti

Lega Pro

Parma, e adesso la Lucchese

1commento

Intervista al dG

Fabi: «Così rilancerò il Maggiore»

Iniziativa

Per il mese di giugno acqua gratis nelle casette Iren

Criminalità

Le «ronde elettroniche» funzionano. Già 260 i parmigiani coinvolti

4commenti

Iniziativa

Acer Parma, bollette listate a lutto per le vittime di Manchester

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

2commenti

ITALIA/MONDO

made in italy

Addio a Laura Biagiotti, "signora della moda" - Gallery

ISLANDA

Turista italiano 20enne muore in un incidente in bici

WEEKEND

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

Moto

Rossi, notte serena all'ospedale

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

2commenti

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima