11°

Arte-Cultura

Tutto Lanfranchi su Wikipedia

Tutto Lanfranchi su Wikipedia
Ricevi gratis le news
0

Valeria Ottolenghi
Regista d’opera, di teatro, di televisione, di cinema... collezionista d’arte... autore di Caroselli... La figura di Mario Lanfranchi è molto nota a Parma, e parlando ciascuno aggiunge nuove informazioni, una vita che pare raccogliere un’infinità di esperienze, e tutte d’eccellenza. Alla nascita della televisione, importanti regie cinematografiche, creatore di eventi straordinari, produttore... e ancora e ancora: tutto vero. E di più! Intorno a lui un alone speciale di fascino aristocratico e limpida intelligenza, di raffinato gusto e brillante ironia. Quindi altri racconti: Anna Moffo, il soprano che lo stesso Lanfranchi aveva reso star in un’unica sera, lei interprete della «Butterfly» su piccolo schermo, divenuta quindi sua moglie, molti anni insieme... la villa di Santa Maria... le feste estive...  Qualcuno poi ricorda El Tenor, il levriero massimo vincitore di corse ad ostacoli, la passione per il biliardo e il tiro a volo. Le informazioni si moltiplicano: i cavalli, il ciclismo, le tante collezioni... E cosa ancora? C'è davvero molto da scoprire, frammenti di vita di cui stupirsi.


Ma: come saperne di più?  Fino a non molto tempo fa se si scriveva il nome di Mario Lanfranchi su Google apparivano sì migliaia di link e, già tra i primi, per le immagini «relative a...», qualche sua foto, ma si rimaneva poi delusi leggendo Wikipedia, l’enciclopedia a cui siamo ormai abituati a guardare per avere maggiori notizie in ogni campo del sapere. Tutto qui? era la reazione immediata leggendo di Mario Lanfranchi. Ma non c'è scritto che... e poi: non si fa neppure cenno a... Wikipedia ha delle regole ferree, e se a volte anche capita di inciampare in qualche errore, si deve riconoscere che le informazioni tendono ad essere rigorose, messe a punto da specialisti. Tra i preziosi confini di chi stende i vari testi la necessità di riferirsi a precisa documentazione. E per lo più quindi - se non vengono riprese, ben virgolettate, particolari citazioni capaci di offrire partecipazione - è dominante il tono distaccato, oggettivo, della pura trasmissione del sapere. Ma cliccate ora http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Lanfranchi, oppure, più semplicemente, scrivete il nome di Mario Lanfranchi su Google e scegliete Wikipedia: avrete da incuriosirvi, divertirvi, imparando a conoscere la persona e le sue avventure culturali ed umane meravigliosamente intrecciate, con una scrittura capace di fondere l’indispensabile rigore, con note, titoli e date, e lieto coinvolgimento.
 Come è stato possibile questo? Semplice: la persona che ha scelto - assai liberamente e del tutto disinteressatamente - di completare la voce Mario Lanfranchi su Wikipedia ha deciso di conoscerlo di persona! Inevitabile il magico contagio. Ed è un vero piacere ora scorrere le molte pagine che raccontano, in una narrazione densa e sciolta, i primi incontri importanti, come Santuccio e la Brignone, e, appena venticinquenne, Mario Lanfranchi invitato all’incoronazione di Elisabetta II, a seguito del vasto successo della National Italian Opera Company. L’avventura della televisione, con la sua citazione: «eravamo convinti di cambiare il mondo, e forse, ahimè, è stato così». Le prime regie liriche in diretta Tv, Lanfranchi soprannominato «l'inauguratore» per le molte occasioni d’avvio di tante nuove esperienze produttive e culturali. Molti i meriti come talent scout. Si legge: «lui affidò la sigla della prima serie di Anna Moffo Show a Luigi Tenco, con lui Lucio Dalla debuttò in tv, Caterina Caselli presentò il futuro tormentone 'Nessuno mi può giudicare’». Ma chi vuole leggere anche del «realismo visionario» (dal Corriere della Sera) di Lanfranchi, del meritatissimo Primo Premio Internazionale Luigi Illica, dei film-opera per il grande schermo, degli slogan pubblicitari, ma anche dei suoi legami sentimentali (alcuni!) e delle sue diverse residenze, tanti gli anni trascorsi a Londra, deve proprio andare su Wikipedia: impossibile riassumere qui una narrazione ampiamente documentata, almeno venti volte più vasta di questo articolo.
 Importante l’amicizia con Federico Zeri, mirabile l’accanito studio nel diventare esperto d’arte, creando «una delle più importanti collezioni d’arte del dopoguerra». E si legge anche dell’intima necessità di cambiare, lasciare mondi alle spalle: così per esempio per la lirica, il cinema, la televisione. Esposti ora nei più grandi musei molti dei suoi quadri. Il titolo di uno dei paragrafi di Wikipedia è intitolato «L'uomo: ironia, culto dell’effimero e cupio dissolvi». Ma molte passioni proseguono, vecchie e nuove. Speciale la capacità di Lanfranchi di valorizzare le competenze delle persone intorno a lui, lasciando spesso in sospeso il confine tra artigianato ed arte. Avendo preziosa cura della sua villa cinquecentesca dove convivono audacemente memoria storica e oggetti dell’assoluta contemporaneità. Con il coraggio della bellezza nello sguardo che sa scegliere.
 In Wikipedia si legge ancora dell’«unica dichiarazione di sapore nostalgico» strappata a Lanfranchi, per aver rinunciato a fare l’attore, apparire sul palcoscenico, ricevere l’applauso. Ma s'immagina, tra tante vite, che sia stato solo per mancanza di tempo, perché lo si ricorda davvero magnifico nell’incontro/ spettacolo «Da Shakespeare a Pezzani attraverso Verdi» quando, abbastanza di recente, con memoria prodigiosa e superba cura nei ritmi della voce, nei gesti scanditi, aveva affrontato il monologo di Bruto e quello di Antonio, ma divenendo poi anche Iago e Falstaff... Maestro sempre Mario Lanfranchi: anche nella recitazione. Davvero molteplici i motivi di stupore e d’assoluta ammirazione: http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Lanfranchi.     
   
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

5commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

spagna

Italiano ucciso in una rissa a Barcellona

MILANO

Ladro ucciso: l'oste pubblica le sue ricette per pagarsi il processo

1commento

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Milan e Atalanta, pari per la Lazio: tutte qualificate

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery