-2°

Arte-Cultura

Il Po, un amico da riscoprire

Il Po, un amico da riscoprire
Ricevi gratis le news
0

Stefano Rotta

Vent’anni di corteggiamento», prima dell’amore fra Po e Paolo Rumiz. Lui triestino di mare, da decenni in cammino su vecchie alture europee, Balcani e Appennini. E genti, e vulcani, e ferrovie. Sempre andando, come si dice, dove ti porta il taccuino. Il fiume umido e lento da millenni, giù acqua dalle Alpi al Mediterraneo. Estate 2012, l’incontro. I pezzi per «la Repubblica», nel consueto appuntamento estivo con il viaggio, e la sua presenza come narratore nel documentario di Alessandro Scillitani «Il risveglio del fiume segreto». Incontriamo un Rumiz molto allegro, e sempre composto, sulla motonave Stradivari, navigando fra Boretto e Guastalla.

Perché, il fiume?
E’ conquistare il mare con una lunga navigazione, e compagnia crescente. Starci fuori è diverso che starci dentro. Dentro, sei all’estero. I collegamenti con la terra, che pure c’è, avvengono per esigenze di rifornimento. Ti prendono per un alieno, quando arrivi dal fiume. E’ libertà, anarchia. Col fiume ci parli.

Se è così bello, come mai gli italiani gli hanno voltato le spalle?
E’ l’altra faccia dell’anarchia. Il bracconaggio, lo scarico incontrollato, il far west. Nonostante tutti gli insulti, il fiume ha una grandissima capacità di auto-depurazione. Lo si vede bene prima di Pavia, questo fenomeno naturale. Il fiume fa quello che può. Con le conoscenze di oggi, potremmo fare moltissimo anche noi, per cambiare qualcosa.

Il bracconaggio?
Una situazione simile l’ho trovata solo in Russia, con le mafie locali, e sul Dnepr, in Ucraina. Esiste un’anarchia positiva e una negativa. Il rischio è il fascino per ciò che è un dramma.

Ne hai mai incontrati, nel lungo viaggio fra Torino e la Dalmazia?
Qualche imbarcazione sospetta di notte a luci spente. Incontri, mai. C’è comunque una totale assenza di controllo.

Proviamo a fare una classifica: chi lo vive di meno, il fiume?
I piemontesi, di certo, che sono una popolazione subalpina. Vivono i torrenti, dove vadano poi a finire lo sanno a malapena. I lombardi ne hanno un concetto utilitaristico: sfruttamento energetico e irrigazione. Fanno eccezione i paesi rivieraschi (cita Mezzana Bigli, Pavia, ndr), ma questo è vero ovunque. Come qui, da Mezzani a Luzzara, sul curvone padano.

E Parma?
Una volta venni in città per una conferenza. In mattinata, vidi il torrente in secca. Chiesi: «Qualcuno di voi sa dirmi quant’acqua c’è nella Parma in questi giorni?». Nessuno seppe rispondere. Penso che se scomparisse il Po, i parmigiani impiegherebbero settimane per accorgersene.

Più giù?
Verso valle è pieno di altri fiumi e canali, l’acqua si vive da millenni, dalla civiltà terramare, è l’anima dei luoghi.
 

Gli incontri più interessanti?
A Valenza Po, fra Casale e Pavia, con alcuni barcaioli. Vogavano con vigore. Gente innamorata del fiume, pronta ad accogliere la nostra curiosità. Il ponte di Valenza è un capolavoro, una bellezza antica difficilmente riscontrabile in Europa. Lì ci sta una locanda, una locandiera, la nebbia, la storia...

Che è successo da queste parti, invece?
Abbiamo navigato con un bellissimo vento laterale da sud-ovest, in corrente senza motore, tramonto. Intonando nel mormorio d’acqua «Un ballo in maschera» di Giuseppe Verdi. Momento di forte intimità col fiume. Grande esperienza.

Quanto avete impiegato?
Molto più del necessario. Il fiume ha i tempi lunghi. L’Italia tutta è un paese nato per la lentezza.

Siete stati accolti...
... Con nobiltà. La nobiltà di chi rema in piedi, col «ramp». (Si tratta di un remo lungo puntato di acciaio in fondo, per spingersi controcorrente, ndr).

Che ne pensa della bacinizzazione del Po?
Sono fortemente contrario.

Un bel ricordo?
I cefali di notte che saltano seguendo la barca, rischiarati dalla luna.

Messaggio?
Il fiume è un luogo dell’anima, ma potrebbe essere anche una risorsa turistica. Le cose possono migliorare di molto, basta volerlo. 
Arriva Moni Ovadia. Rumiz scende dalla motonave Stradivari, capitanata da Giuliano Landini, e gli corre incontro. Gli presenta, con gioia, la sua compagnia in dialetto. Alcuni amici conosciuti in viaggio, e tornati qui, a Boretto. Arrivare in mare in acqua dolce, è soprattutto un’avventura umana.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

7commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa