-5°

Arte-Cultura

Guerra fredda, trame oscure

Guerra fredda, trame oscure
0

Elissa Piccinini

Leggendo «Miele» di Ian McEwan (ultimo romanzo dell’autore britannico pubblicato in Italia da Einaudi, pp. 351, euro 20,00), si ha come la percezione di essere di fronte a una di quelle opere che faranno la storia della letteratura, una di quelle opere che «sono sapide» di letteratura, che di essa hanno tutto il gusto buono e potente. «Miele» è davvero un romanzo splendido. Possiede quella forza narrativa e stilistica che lo rende per così dire «necessario». La storia di Serena Frome, figlia di un vescovo anglicano, cresciuta all’ombra di una cattedrale nella Gran Bretagna degli anni Sessanta,  diventa nelle pagine di McEwan una scommessa colta, astuta e sapiente nel gioco di dissimulazione fra realtà e finzione. Lo scrittore Martin Amis, l’editore Tom Maschler, il critico Ian Hamilton si celano (neppure troppo velatamente) dietro alcuni dei personaggi del romanzo, raccontando di un’epoca - i primi anni '70 - e delle sue suggestioni politiche e culturali, mentre i fermenti sociali delle rivoluzioni sessantottine costruiscono la filigrana sociologica del romanzo. Di estrema suggestione si fa, da un punto di vista più strettamente strutturale e narrativo, il gioco spionistico di Serena, la quale, da appassionata lettrice qual è, viene ingaggiata come agente operativo nell’operazione «Miele», con la quale la prestigiosa agenzia d’intelligence britannica MI5 intende arruolare alla causa occidentale scrittori ritenuti idonei per «combattere» la cosiddetta «guerra fredda culturale». Serena deve «adescare» lo scrittore Tom Haley (dietro cui, per certi aspetti, fa capolino lo stesso McEwan) per conquistarlo alla causa della propaganda anticomunista. Ma l’avvicinamento di Serena al mondo di Haley si trasforma in un progressivo coinvolgimento emotivo che non potrà rimanere senza conseguenze data la delicatezza della situazione. Il romanzo di McEwan diventa così racconto per immagini sulla potenza della letteratura, facendosi illusionistico gioco di specchi fra romanziere e lettore. Serena viene infatti a rappresentare quella Lettrice Disponibile (forse anche la Lettrice Ideale) che vive con piena partecipazione emotiva il momento della lettura, sospendendo momentaneamente e parzialmente la coscienza di sé e della propria condizione di lettore di un’opera fittizia: «Leggere era il mio modo di non pensare... Le mie esigenze erano elementari. Non badavo granché a tematiche o felicità di stile, e saltavo le descrizioni minute di tempo atmosferico, paesaggi e interni. Volevo personaggi in cui potessi credere, e volevo provare curiosità per ciò che avrebbero vissuto.... Romanzi a sensazione, alta letteratura e tutto ciò che stava nel mezzo: a ognuno riservavo lo stesso rude trattamento». È esattamente percorrendo questa strada che Serena si accosta alla narrativa di Haley: «ero il più umile dei lettori. Chiedevo soltanto che il mio mondo, e io con lui, mi venissero restituiti in chiave artistica e in una forma accessibile... Haley mi era entrato nella pelle». La prosa di McEwan scorre così, agile e coinvolgente, ma matura, piena, gustosa. Le sapienti pause descrittive alternano tratteggi paesaggistici con affondi psicologici di estrema verità, così da riconsegnare al lettore (a quello Ingenuo, come pure a quello Critico, per usare la terminologia semiotica di Umberto Eco) un quadro incredibilmente avvincente da un lato, ma anche, dall’altro lato, strutturalmente calibratissimo. Limitante, dunque, a nostro avviso, come pure è stato fatto, definire «Miele» un semplice divertissement di un autore indubbiamente colto e raffinato. Non sentiamo neppure di condividere l’opinione di chi lamenta una trama fiacca e poco coinvolgente, perché è lo stesso passo narrativo di McEwan a farsi necessitante viatico di accompagnamento per il lettore/viaggiatore. Storia, politica, sociologia e letteratura trovano in «Miele» ciascuna il proprio senso e la propria coerente giustificazione, il tutto filtrato attraverso lo sguardo lucido e impietoso di un intellettuale che fugge i cliché e che sta costruendo coi suoi romanzi uno dei momenti più interessanti della storia della letteratura del nuovo millennio.
Miele - Einaudi, pag. 351, 20,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

1commento

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

primarie pd

Dall'Olio-Scarpa: c'è l'accordo

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

1commento

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Tg Parma

Alfieri: "Parma deve tornare ad essere la nostra casa"

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

Parma Calcio

Coric, risoluzione consensuale del contratto

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto