21°

35°

Arte-Cultura

Il Pigmalione del ferro

Il Pigmalione del ferro
Ricevi gratis le news
0

 Mariagrazia Villa

Non va a caccia di fanciulle di rustica famiglia per trasformarle in nobildonne, come nella commedia di George Bernard Shaw. Ma Roberto Mora è un Pigmalione. Sa sgrossare, domare e rieducare tutto il disuso che questa società si lascia alle spalle. E non lo fa in modo manierato. Ma con un balzo rude, quasi duro. Con un talento lucido e spartano, senza ammiccamenti. Con la ferocia della poesia.
Va alla ricerca degli scarti della produzione industriale, soprattutto nelle discariche di materiali ferrosi, vere e proprie terre promesse di una creatività per addizione. Nel mare di segni che sommerge, li sceglie con il futuro messo in conto della visionarietà e li addomestica con l’urto delle braccia e della mente, per assemblarli in danze congeniali. Sviluppa le loro capacità di relazione e li consiglia su come comportarsi dentro nuove forme e nuovi contenuti.
Fino al 6 gennaio è possibile vedere una selezione di pezzi auto-prodotti, unici o a edizione limitata, del grande scultore-designer parmigiano nella personale «Lavaggio rapido» (a cura di Alberto Zanetti) alla Galleria Domus Nova. Non siamo al Cabaret Voltaire di Zurigo nel 1916, ma a Parma nel 2012, ma l’operazione di Mora è scandalosa, come ogni azione dadaista. L’amore e la dedizione per i rifiuti, apparentemente privi di appeal, l’idea di considerare l’industria un maiale «di cui non si butta via nulla», lo spirito caustico e frizzante di provocare una reazione, la volontà di sbalordire pur percorrendo le vie canoniche del design, l’istinto a giocare col caso e a farsi giocare dal caso.
Nella Galleria di vicolo delle Caligarie, un tempo officina meccanica, l’esposizione è allestita nello spazio dell’autolavaggio e raccoglie molti degli oggetti più significativi del percorso di Mora, lungo quella terra di frontiera tra arte e design che lui attraversa come i cowboy di Cormac McCarthy: con poche parole, fiuto e intensità. Dal trono «Ferruccio», nella minimalista versione in ferro verniciato, in quella «d’inverno», rivestita di giubbotti di montone usati, e in quella «delle mie brame», interamente specchiata, alle sedie «Chip Chair», costruite unendo piccoli ferri di risulta, come fossero metalliche patatine. 
Dalle opere «tubiste», fabbricate con tubi da irrigazione, come i vari cestini «Speed» e «Dinamite», il portamatite gadget della mostra, al recente tavolo «Schiena», la cui base in metallo verniciato di bianco ricorda l’ascensione vertebrale.
«Alcuni pezzi nascono da un progetto, altri da cacce fortunate», spiega Mora, una carriera di successo con la prestigiosa galleria Dilmos di Milano e importanti mostre in Italia e all’estero. 
La collezione «Carte & Cartocci» in ferro sbalzato e verniciato di bianco cerca un corto-circuito percettivo: negli oggetti privi di volume, l’effetto è leggero e palpitante, come carta stropicciata, in quelli a volume compatto, la sensazione è massiccia, come marmo scolpito.
 La serie «Sfridi», invece, nasce dall’unione delle parti negative degli stampi industriali e s’ispira alla massima casualità. 
«Un oggetto dovrebbe suggestionarci, aprire una finestra su qualcosa d’altro e, in parte, depistare. Se lo scegliamo per la nostra casa, dovrebbe assomigliarci. Perché ogni oggetto è vivo e ha un’anima...», osserva Mora. Vero. 
E se la materia non è mai muta, può sempre trasformarsi. In fondo, il primo Pigmalione è stato quello di Ovidio nelle «Metamorfosi»: così invaghito di una statua d’avorio che questa iniziò a respirare.
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

Ascolti; Ciao Darwin 7 in replica vince il sabato sera

Televisione

Ascolti in tv: "Ciao Darwin 7" in replica vince il sabato sera

Terremoto, mucca fugge e finisce in un dirupo: recuperata con l'elicottero dei vigili del fuoco

Ascoli Piceno

Terremoto, mucca fugge e finisce in un dirupo: recuperata con l'elicottero Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

1commento

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro nella notte

Scontro attorno all'una e trenta

Anga

Arare la terra? A Collecchio fanno a gara: foto

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

BASSA

Pensionato scomparso: continuano le ricerche nel Po

Da venerdì non si hanno notizie di un 68enne di Soragna

LA TESTIMONIANZA

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

1commento

Il caso

Liti stradali, un'epidemia

4commenti

Soragna

Anziano cade dal trattore: è gravissimo in Rianimazione

polizia

Trova online passaggio in auto fino a Parma: studentessa molestata

6commenti

VALMOZZOLA

Il partigiano russo ritrovato... al museo 

Varano

Salgono a 20 i ragazzi intossicati

OSPEDALE VECCHIO

Quel museo straordinario degli oggetti ordinari

Sant'Ilario

Tari azzerata a chi si occupa del verde pubblico

Gazzareporter

Il lettore Filippo: "Che belli i nuovi quartieri"

Spettacoli

Lorenzo Campani: «Sogno Jesus Christ Superstar»

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Aumenti bollette multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

ITALIA/MONDO

CRONACA

Mistero a Palermo: donna seminuda trovata morta in strada. Due casi in pochi giorni

1commento

GRECIA

Terremoto a Kos: due nuove forti scosse, evacuato l'aeroporto

SPORT

baseball

Scalera, 2 home run in un giorno: Parma Clima vittorioso

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

Cinema

Jasmine Trinca nella giuria del Festival di Venezia

MOTORI

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up