-4°

Arte-Cultura

San Pietro torna alla vita

San Pietro torna alla vita
0

Natalia Conti
Venuto alla luce per la prima volta più di 50 anni fa nel Monastero di San Paolo, è stato presentato ieri alla Pinacoteca Giuseppe Stuard, completamente restaurato e riportato alla sua originale bellezza dopo mesi di lavoro, il «Tondo con San Pietro», affresco staccato degli inizi del XVI  secolo.
Il restauro, che ha visto il coinvolgimento del Comune di Parma, della Pinacoteca Stuard e della Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Parma e Piacenza, reso possibile grazie al finanziamento dell’Ordine e Consiglio Notarile di Parma e al contributo del Lions Club Parma Ducale, è stato dedicato alla memoria di Francesco Barocelli, già direttore della Pinacoteca.
 «Poter contribuire nella restituzione alla città di un pezzo così prezioso della sua storia, è per noi una gioia - dice Giorgio Chiari, presidente dell’Ordine e Consiglio Notarile di Parma -. Il nostro auspicio è che questo possa essere un passo avanti nel percorso di recupero del Monastero, luogo che ancora oggi tiene celate molte sorprese».
 «Assistere alla presentazione di quest’opera è un onore - aggiunge Laura Maria Ferraris, assessore alla Cultura del Comune di Parma -. In un momento in cui sembra che per l’arte e la cultura non ci sia spazio, questo dimostra come unendo le forze sia possibile dare all’arte quell’attenzione di cui ha bisogno per garantire che la nostra tradizione non vada dispersa».
Scoperto nel 1958 da Giovanni Copertini, il tondo si trovava in una zona abbandonata del complesso monastico. Profondamente ammalorato, come ha raccontato il restauratore Carlo Barbieri, il tondo divenne una delle missioni di Francesco Barocelli che già nel 2010 volle farlo restaurare, portandolo in una zona dove potesse essere ammirato e preservato.
«Trovato alla sommità di un’ambiente, quasi un solaio, abbiamo recuperato il tondo superando capriate e scavalcando tubature - spiega Mariangela Giusto, funzionario storico dell’arte della Soprintendenza  -. Si tratta di un affresco, ma non come siamo abituati a riconoscerlo. C’è poca materia e scarso colore, vi è l’uso trasparente dell’intonaco con assenza di disegno, come se fosse stato dipinto su tavola o tela. Per quanto riguarda l’attribuzione, - precisa - se da un lato possiamo senza dubbio datarlo nei primi decenni del ‘500 definendola un’opera pre-correggesca, l’attribuzione susciterà sicuramente un dibattito critico non semplice».
 Valutando quali fossero gli artisti che gravitavano a Parma in quel periodo, ma anche i particolari dell’opera, dall’uso della prospettiva ai dettagli dei ricami dell’abito, l’autore potrebbe essere Alessandro Araldi, ma  il dibattito resta aperto.
Il soggetto, rappresentato ruotato, con la barba bianca, l’aureola in scorcio, la testa scorciata e ben costruita, farebbe pensare alla figura di San Pietro. «Purtroppo l’oggetto che il Santo tiene in mano è indecifrabile a causa della pittura abrasa, - continua Mariangela Giusto - ma se questo fosse, come pensiamo, una chiave, elemento caratteristico del Santo, allora non ci sarebbe alcun dubbio sull’identità di San Pietro». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

DATI

Collecchio, boom di nascite

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

PROTESTA

Le medicine? Prendetele all'ospedale

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

8commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

25commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Cinque estratti vivi, cinque ancora da salvare: i soccorsi continuano nella notte

Mondo

Trump: ''Da oggi l'America viene prima'' Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery