17°

Arte-Cultura

Toscanini, i tesori al ministero: 120 mila euro

Toscanini, i tesori al ministero: 120 mila euro
0

MILANO
DAL NOSTRO INVIATO
Roberto Longoni
A Natale, un anziano milanese potrà vedere il mondo attraverso gli spessi fondi di bottiglia del pince-nez di Toscanini. «Li ho acquistati per fare un regalo allo zio», spiega un giovane in jeans, che per quel pezzo è arrivato a pagare 1400 euro, 900 in più della base d'asta. Se lo goda fin che può, l'illustre pince-nez, lo zio che ha la fortuna d'avere tanto di nipote. A Pasqua, quelle lenti potrebbero non essere più sue. L'ultima parola sul loro destino spetta allo Soprintendenza dei Beni storici e artistici della Lombardia: s'è presa sessanta giorni di tempo per bussare alla porta dei compratori di buona parte dei cimeli e far valere il diritto di prelazione.
Stato che prende tempo. E Stato che si muove deciso, conquistando senza tentennamenti con un suo alto funzionario il lotto più consistente battuto nella sede milanese della Bolaffi. Maurizio Savoja, sovrintendente dell'Archivistica della Lombardia, forte dell'imprimatur di Roma, spara un «120 mila euro» a fine seduta che gli permette di porre il suo sigillo a fotografie autografe, lettere, appunti su spartiti, all'archivio familiare. All'interno di quest'ultimo ci sono 759 lettere e telegrammi con i quali Arturo Toscanini e la moglie Carla De Martini si sono mantenuti in contatto continuo, nonostante le migliaia di chilometri delle tournée del Maestro. Grafomania impensabile per un matrimonio attuale, ai tempi di cellulari, e-mail e chat.  
Non proprio un allegro, ma un andante con moto si esegue al primo piano della Bolaffi, sede milanese. Dirige Maurizio Piumatti, coordinatore generale della casa d'aste: un martelletto di legno al posto della bacchetta. «Soddisfatti, ma poteva andar meglio» è, in sintesi, il suo commento finale. E' lo Stato a impedire che sia il movimento al rialzo che qualcuno avrebbe sperato. Ciò che fu di Toscanini non passa allo straniero (e a nessuno che intenda portarlo fuori dall'Italia), e così una decina di collezionisti che già s'erano fatti avanti da Gran Bretagna, Svizzera, Germania e Brasile sono stati contattati dalla casa d'aste con un «sorry». E così gli americani, che avevano adottato il Maestro parmigiano (non a caso, per scaldare gli animi, prima della tenzone, in sala si riproduce una sua interpretazione dell'inno statunitense con la Philarmonic). «Buona parte dei pezzi non è esportabile» è stato loro annunciato. Qualcuno s'è tenuto lo stesso in contatto, ai più non è rimasto che consolarsi con l'ascolto di una delle migliori interpretazioni di Brahms o Wagner, di Beethoven o Verdi. Quelle frutto d'un genio che s'era esportato già da solo.
E' sulla bacchetta che si scatena un bel duello. La donò un'ammiratrice a Toscanini. Ora, c'è chi vorrebbe donarla al museo Caruso. La base d'asta è di 500 euro, ma su questo pezzo non c'è vincolo alcuno. Più che da direttore d'orchestra, questa diventa una bacchetta da mago, per come moltiplica i rilanci. Le offerte arrivano via telefono (soprattutto dall'estero), da internet (annunciate da un lieve suono) e dalla sala. E' un distinto signore in giacca e cravatta a spuntarla, alla fine: sborsando 6.500 euro.
Il frac confezionato da Caraceni nel 1933 (rientra nel secondo blocco di oggetti che potrebbero essere acquistati tutti insieme dallo Stato, per 45 mila euro, diritti d'asta compresi) viene aggiudicato a 15.230 euro, dopo essere partito da una base di 5000. Una foto di Gabriele D'Annunzio (non vincolata), nella quale il Vate si definisce «L'asceta del Carnaro» da 200 euro sale a 650. Una cartolina, due telegrammi, un biglietto e un frammento di lettera di Maria Callas a Wally Toscanini da 3000 euro arrivano a 4600: non rientrano tra i pezzi soggetti alla prelazione statale, e se li aggiudica uno straniero al telefono. Il monocolo, da 500 euro arriva a 900 ed è un acquisto provvisorio. Lo compra un collezionista che l'ha spuntata anche per altri pezzi. «Amo Toscanini da prima ancora di nascere: in famiglia si ascoltavano i suoi dischi mentre ero ancora nel grembo di mia mamma», dice lui. Felice ora? «Troppo presto, per cantar vittoria. Vediamo che cosa deciderà lo Stato». Esce dalla sala allegro, ma non troppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Autobus

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

Brambilla: "E' la spia di un problema generale molto diffuso"

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

Calcio

Derby, appello di Pizzarotti: "Sia una giornata di divertimento". Ai crociati: "I parmigiani credono in voi"

Il sindaco è intervenuto sul suo profilo Facebook

1commento

lega pro

Trasferta, crociati a Teramo in treno: ecco i convocati

meteo

Tra pioggia e arcobaleno in città, neve al Lago Santo Video

bologna

Aemilia, 7 imputati parmigiani al processo d'appello. La Procura generale vuole sentire Giglio

Bernini non è in aula 

1commento

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

1commento

elezioni 2017

Pellacini si ritira dalla corsa a sindaco: "Sosterrò Scarpa"

9commenti

sorbolo

Danni alla parete del nuovo edificio: il sindaco sequestra i palloni

8commenti

gazzareporter

Quando il buongiorno è uno spettacolo: l'arcobaleno "in posa" Foto

Inviate anche le vostre foto

gazzareporter

Rottura a un tombino: cortile della Pilotta allagato Video

3commenti

ordinanza

Niente alcol in lattine o bottiglie durante lo Street Food Festival

PARMA

Bocconi avvelenati: caccia ai killer dei cani

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

FERRARA

I carabinieri cercano il killer Igor e trovano gli spacciatori

latina

Si finge incinta per comprare neonata. Poi la rifiuta perché mulatta: 3 arresti

SOCIETA'

Fisco

"Amazon ha evaso 130 milioni"

il caso

Così Venezia pensa a conta-turisti e ticket Video

SPORT

calcio

Ecco la nuova maglia della Juve: ce la svela (con gaffe) Cuadrado

Formula 1

Sochi, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

MOTO

500 Miles: da Parma la 24 ore delle Harley

NOVITA'

Bmw 530e iPerformance, Serie 5 in salsa plug-in hybrid