Arte-Cultura

Baricco a Parma: «Giovannino? E' un mio maestro»

Baricco a Parma: «Giovannino? E' un mio maestro»
Ricevi gratis le news
0

di Rita Guidi

Dubbi, domande e baffi. Si conclude come è giusto che sia: col piacere di tanti quesiti aperti, la garanzia di mai superficiali (in)certezze e anche col gusto di un irrinunciabile sorriso, il convegno dedicato a Guareschi. «Un Giovannino che è diventato un Giovannone - come ha affermato Giuseppe Marchetti nell’introdurre la tavola rotonda dal titolo “Scrittore anomalo? Scrittore modello?” della quale è stato moderatore - Perché devo dire che Guareschi l’abbiamo letto, l’abbiamo visto, l’abbiamo ascoltato, ma non lo conoscevamo».

«E’ un termometro, la cartina di tornasole dei tanti pregiudizi che affliggono tanti scrittori - ha sottolieato Guido Conti nel suo intervento - Ma per uno scrittore come Guareschi, autore che ha sorpreso anche me che mi illudevo di conoscerlo, occorre un approccio critico nuovo. Una lettura trasversale necessaria per chi, come lui, scriveva su più tavoli contemporaneamente per l’essere vignettista, scrittore di articoli e di racconti. Solo così lo si può apprezzare nella sua interezza».  Alessandro Baricco,  nel suo intervento ha insistito sulla consapevolezza di certe scelte di Guareschi: quelle che lo hanno reso insieme grande, modernissimo e parallelamente inviso alla critica canonica:  «Di Guareschi sono soprattutto un accanito lettore e paradossalmente so poco di lui - ha esordito Baricco - ma è evidente (e di questo gli sono debitore) che c’è nella sua scrittura più di una profezia. Per esempio? E’ uno scrittore di poche parole. Un talentaccio nell’essere essenziale ma potente. Un maestro dei dialoghi. La mia generazione li ha imparati dagli americani o dagli autori di genere, ma in Italia ad essere venti o trent’anni avanti era lui. I film sono lenti rispetto alla velocità della sua scrittura. E altrettanto grande è la sua capacità di creare paesaggi epici. La cosa più vicina al western. Un mondo che non potrebbe esistere, che è mito in movimento».

Per di più un mondo inserito nel format della serialità, aggiunge Baricco, che, a microfoni spenti, aggiunge provocatorio: «Ha presente Dr. House? Ecco, se dovessi cercare un parallelo contemporaneo di Guareschi direi che è quello. Pensi alla straordinaria intuizione della serialità. Alla sua capacità di fissare un microcosmo con delle regole sulle quali può produrre episodi infiniti...E’ la più alta e raffinata tecnica narrativa di oggi. E anche quello che mi piaceva da bambino...».  Ha scoperto Guareschi già da allora?  «A 13 anni. Partendo dallo Zibaldino. Poi mi sono divorato tutto. Ce l’avevo sul comodino, come Salgari o Kipling...Gli sono insieme affezionato e grato, per tutto quel bagaglio di tecniche narrative che dicevo e che mi ha lasciato. E per le quali è giusto che sia ricordato...».  Oggi più di ieri...dalla critica, intendo...

«Ma a questo proposito non sono così sicuro che non fosse consapevole delle sue scelte. Voglio dire che i suoi riconoscimenti abitano già in quanto ha lasciato nelle pagine degli altri, anche nelle mie...Insomma, siamo sicuri che volesse essere quello che si dice un grande della letteratura»?  Nell'ultima tranche del convegno, cioè «Guareschi e l’Europa»,  la relazione di Olga Gurevic su «Guareschi e la sua visione della Russia» si è soffermata  sulle   descrizioni estreme e paradossali (di un’impossibile “Baffonia”...),  così diverse dai resoconti del giornalismo anticomunista. Perchè Guareschi non aveva  bisogno di essere realistico. Come ha ben sottolineato la Gurevic nel suo intervento, è proprio la sua paradossalità, il suo umorismo grottesco, che racconta al meglio l’assurdo della realtà sovietica. Il motivo per cui, conclude, un bilancio sulla lettura di Guareschi in Russia (bilancio invece tracciato dalle puntuali e insieme divertenti relazioni sul fronte Ovest - Spagna e Portogallo - rispettivamente da Alonso Ibarrola e Luisa Antunes), sarà possibile forse solo nel duecentesimo anniversario dell’autore... Nel caso della Russia, come in quello del suo mondo piccolo, Guareschi crea infatti dei non-luoghi, come ha affermato in chiusura Marzio Dall’Acqua: «Non uno spazio misurabile ma un luogo mitico».

Ed è qui (questo è certo) che abita tutta la sua infinita modernità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

verso le elezioni

Da "W la fisica" a "Poeti d'azione" e "Rinascimento" (Big compresi) Ecco tutte le liste

Chiuso il termine per la presentazione in Viminale dei simboli: tra 48 ore si saprà chi è ammesso

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

brescello

Ricicla su Internet motori diesel rubati, denunciato 50enne parmigiano

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

1commento

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

11commenti

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti