-4°

Arte-Cultura

La ragazza dal golfino rosso

0

Gianni Croci

Cinzia non l'aveva mai davvero dimenticata. Anche se il ricordo non era soltanto la sollecita memoria di un momento della giovinezza, della speranza di trovarsi con la ragazza dal golfino rosso, Cinzia, per la quale aveva perduto la testa, e il cuore, ogni volta che uscivano insieme volava talmente in alto che lui, Elio, non era più in grado di seguirne e ascoltarne i battiti, ma solo i brividi degli occhi, della pelle e del sangue, che gli trasmettevano qualcosa della vita che ancora non conosceva e che presto, molto presto, avrebbe imparato a conoscere.
 Cinzia rappresentava il sogno, esserne respinto l’illusione. Elio era poco più di un ragazzo e la sconfitta di quel primo amore gli bruciava. Sentirsi respinto da quell’organismo a cui voleva affidare l’emancipazione della sua vita, il controllo dei suoi sogni, lo sviluppo elle sue ambizioni, lo faceva sentire battuto in quello scontro: ma in cuor suo meritava una sana rivincita senza porsi un tempo o una data. Provava il naturale odio che fa parte dell’amore.
Cinzia non era la ragazza per Elio, gli aveva detto un giorno il padre che lo aveva fermato per la strada. Come giovane uomo aveva certo le sue ambizioni, nessuno lo metteva in dubbio tanto meno lui che prima di essere padre era uomo e marito. Lui, invece, Elio abbandonato gli studi e il lavoro, la fatica con le mani era ancora da venire. Viveva ancora di promesse, di parole, di chiacchiere da bar all’ora dell’aperitivo o del caffè dopo aver pranzato, far muovere la digestione prima di infilarsi in un cinemino della periferia e sbaciucchiarsi fino alla fine del film quando si accendevano le luci. Lui, Mario Scaltriti, cavaliere del lavoro desiderava qualcosa di più e di meglio del giovane Elio Merli per sua figlia. E Cinzia era d’accordo col padre.
Intanto Elio trasferitosi a Torino aveva sposato Marta. Il tempo trascorso gli aveva dato ragione e con molto lavoro e un po’ di fortuna aveva sfondato. Adesso era ricco e il suo nome di Direttore commerciale della Gandusio Dolciumi viaggiava alto trattenuto dalle sponde di un successo che non accennava ad arrestarsi. Non aveva dimenticato Cinzia, il suo aspro negarsi, quel continuo rifiuto intessuto di piacere sapendo quanto dolore gli procurava. Cinzia, poi, non l’aveva più vista, ma il dente batteva ancora lì. Tutto quell’amore disprezzato ora si era cementato in qualcosa di duro, una posizione in attesa di una liberazione dopo la lunga attesa e una dolorosa espiazione. Il perdono, per Elio, non era la miglior vendetta.
Elio era al corrente delle disgrazie accadute a Cinzia. La perdita del padre, un paio di investimenti finanziari sballati, l’ipoteca sulla casa riscattata dalla banca che l’aveva cacciata senza mezzi termini per il recupero delle somme dovute. Elio e Marta si trovavano per lavoro in una città di antiche vestigia e mura millenarie, Pinacoteca e Galleria Nazionale, monumenti, chiese medioevali, ma Marta aveva espresso il desiderio di fare una passeggiata al Luna Park. A Marta piaceva la gente, il chiasso, la musica ad alto volume, le macchinine dell’autoscontro, le montagne russe, il calcinculo, le giostre con i cavallini dalla criniera dorata, il tiro a segno, il rutilante mondo di luci sgraziate e un po’ volgari dei giostrai di professione.
-Ciao Cinzia. Non sei cambiata, porti sempre i golfini rossi. Lei è Marta, mia moglie. Siamo qui per un seminario di lavoro di cui sono il presidente. Poi ci sarà la cena all’albergo Excelsior-.
 
Elio aveva parlato senza emozione, senza vergogna e senza stupore per averla trovata lì, Cinzia, a caricare le carabine e sostituire i bersagli sforacchiati: era stato come quando leggeva una relazione al Consiglio di Amministrazione della sua azienda.
Cinzia gli aveva caricato il fucile e preparato il dischetto per la fotografia ricordo. Elio sparò centrando il bersaglio, il lampo al magnesio illuminò i volti di Elio e Marta felici di aver trascorso un pomeriggio al tirassegno.
Oggi la foto, dalla quale Elio non si separa mai, è nell’ufficio sul suo tavolo di lavoro. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

terzo furto

Ladri e vandali in azione a "La Bula" che chiede aiuto Video

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

3commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

sisma e gelo

Catastrofe nel Centro Italia: Parma in prima linea nei soccorsi Video

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

2commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INGV

Le onde sismiche della scossa 5.5 nel Centro Italia Video

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta