11°

22°

Arte-Cultura

Auster, cronache dal crepuscolo

Auster, cronache dal crepuscolo
Ricevi gratis le news
0

Anna Folli

A colpire, nell’ultimo libro di Paul Auster, ancor più della qualità della scrittura che ormai i suoi lettori apprezzano da oltre trent’anni, è l’intensità e il coraggio con cui svela la parte più intima di sé, i suoi ricordi, i rapporti con le persone che ama, le sue debolezze e paure.
«Diario d’inverno» è una sorta di memoir scritto in seconda persona, quasi che Auster volesse separare l’io narrante dal personaggio di cui racconta la vita.
Compiuti i sessantaquattro anni, l’autore di «Trilogia di New York» e «Mr. Vertigo» avverte la necessità di fare i conti con il proprio passato e di guardare a un futuro necessariamente più breve: Quante mattine restano?, si chiede. Quante volte ancora potrà godere di quei mille piccoli e grandi piaceri che rendono la vita di un uomo degna di essere vissuta?
Nel suo bilancio esistenziale che parte dal corpo invecchiato per arrivare dritto dentro la propria anima, già il titolo è rivelatore.
Se Auster racconta di avere iniziato il suo libro nei giorni in cui New York era flagellata dalle tormente di neve e tutto attorno era foschia, vento e ghiaccio, è evidente che il tempo cui fa riferimento non è soltanto meteorologico.
E il clima inclemente si adatta alla perfezione con il freddo che sente dentro di sé per l’approssimarsi della fine. Già nell’incipit c’è la lancinante consapevolezza dell’inevitabile: «Pensi che a te non succederà mai, che non ti può succedere, che sei l’unica persona al mondo a cui queste cose non succederanno mai e poi, a una a una, cominciano a succederti tutte, esattamente come succedono a tutti gli altri».
E’ attraverso le cicatrici impresse nel corpo che già porta le tracce indelebili del tempo trascorso, che Auster ricerca i segni della propria fragilità interiore.
«Sei senza dubbio un essere menomato e ferito – scrive - un uomo che si è portato dentro una ferita dalla nascita (altrimenti perché avresti passato la vita a sanguinare parole su una pagina?».
Non c’è una cronologia precisa in questo appassionato diario di un crepuscolo annunciato.
Auster passa dal presente al passato senza un apparente nesso logico, ma seguendo il fil rouge dei propri ricordi impressi a fuoco sul corpo, «il luogo in cui la storia comincia e quello in cui finirà tutto».
Ha cinque anni ed è in cortile accucciato a scrutare un formicaio quando, con una botta in testa che gli causa una ferita, un suo compagno di giochi gli fa scoprire quanto fallaci possano rivelarsi i rapporti di amicizia.
Nella sua ricerca del tempo perduto ricorda i dolci preferiti durante l’infanzia e i primi amori, la scoperta del sesso e il primo viaggio a Parigi.
Elenca (in modo forse troppo insistito) le ventun case in cui ha abitato fino a trovare quella perfetta e definitiva a Brooklyn.
Passa dal racconto del suo primo, breve matrimonio con la scrittrice Lydia Davis a quello invece lungo e felicissimo con Siri Hustvedt, anche lei scrittrice; descrive l’incidente in cui, con lui alla guida, la moglie ha rischiato di morire e narra i tanti incontri con personaggi più o meno illustri, di cui quello con un Jean-Louis Trintignant già anziano, ha una grazia speciale.
Ma il nucleo attorno al quale ruota tutto il libro è il ricordo della madre.
Se in «L’Invenzione della solitudine» che portò Paul Auster al grande successo internazionale, protagonista era il padre con la sua morte precoce e improvvisa, qui centrale è l’immagine della madre «perché dentro di lei tutto è cominciato».
Vittima di un matrimonio male assortito che già aveva esaurito il proprio slancio prima della fine della luna di miele, quella donna ancora giovane e bella aveva concentrato sul figlio un amore e una dedizione assoluta per trovare in lui il conforto e lo scopo che nella vita matrimoniale le erano mancati.
«Se ora in te c’è qualcosa di buono – scrive Auster parlando a sé stesso – se hai dei punti di forza, ti vengono da quel periodo, prima ancora che tu possa ricordare chi eri».
Con il tempo quel legame così intenso durante l’infanzia sembrava essersi allentato.
E invece alla notizia della morte della madre, qualche cosa si spezza dentro di lui e iniziano gli attacchi di panico e il terrore della morte.
Ma è un’altra donna, la moglie Siri, a trascinarlo nuovamente nel fiume della vita.
E a ridargliene il gusto, che si fa ancora più dolce e struggente quando ormai l’inverno incombe su di noi.

Diario d’inverno
Einaudi, pag. 193, 18,50 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto