-2°

Arte-Cultura

Gino Covili incontra lo Zebio Còtal di Guido Cavani

Gino Covili incontra lo Zebio Còtal di Guido Cavani
0

Manuela Bartolotti

Pochi scrittori hanno reso con tanta efficacia la vita contadina negli Appennini come il modenese Guido Cavani (1897-1967) e non c’è artista che l’abbia meglio tradotta visivamente di Gino Covili (1918-2005). Come spesso è accaduto nella vita di quest’ultimo, l’incontro con il romanzo di Cavani nel 1973 è stato un inevitabile segno del destino e ora più che mai si può dire, guardando le 32 illustrazioni di Zebio Còtal esposte a Modena al Centro Studi L. A. Muratori (via Castel Maraldo 19C, fino al 24 febbraio), che queste opere sembrano nate insieme. Nella raffinata rassegna («Gino Covili, Zebio Còtal di Guido Cavani. Nelle terre di buio e di luce») non c’è però soltanto quest’aspra condivisione del dolore e della fatica dipanata in una serie pittorica che ha intensificato a livello espressivo una storia dallo stile di un Verga appenninico, non meno crudo e dolente. Non c’è solo la riproposta espositiva di Zebio Còtal, ma anche il ritorno di Covili a Modena (dopo 7 anni dalla sua grande mostra al Foro Boario) con il cosiddetto «microcosmo», 17 inediti di piccole dimensioni dove risalta quello spirito vangoghiano – ormai riconosciuto dalla critica più attenta - che non è solo nei soggetti, ma proprio nelle contorsioni nervose ed energiche del segno, nel dinamismo luminoso che irradia dalla natura e dalle cose, e nella sensibilità sottile, come un ininterrotto avanzare in punta di pennello e di cuore. Ovunque s’avverte, da animali a uomini a piante a terre a cose, un’energia sotterranea e misteriosa, un vitalismo dove tutto si lega, si confonde. L’hanno insegnato i grandi: nel microcosmo si cela il macrocosmo. Siamo a due passi dalla Cattedrale di Modena e Covili deve aver assimilato più o meno inconsciamente la lezione di Wiligelmo, degli intrecci delle forme e delle loro apofenie, come acutamente le definisce Matteo Meschiari nel suo ultimo libro su Covili «Terre, animali, uomini».
La dimensione esteriore, eroica, delle grandi tele e forse la più nota di Covili, lascia qui il passo ad una interiore, non però meno coinvolgente. Il tema è sempre la vita, raccolta e divorata, prodiga di bellezza, ma avara di sostanza, che pare non concedersi mai, mai saziare davvero.Agli ammiccamenti del cielo e del paesaggio, seguono frustate di tempesta o desolanti siccità. L’uomo si fa uguale alla sua terra, nelle membra e nell’animo, s’indurisce o frana nella consapevolezza del male.Tale è Cavani, tale è Covili. Le parole dell’uno sono diventate i segni, le pennellate dell’altro, con identico coraggio di verità, identico balsamo di poesia. Ecco dunque quelle visioni d’Appennino, «con un sole miracoloso che dava risalto al verde chiaro dei prati, al verde cupo dei boschi, al giallo oro dei frumenti, al bruno delle terre arate», scene restituite alla nostra sensibilità e che fanno dire a proposito del protagonista Zebio: «Il mondo gli parve pieno di felicità; gli parve anche che a soffrire nel mondo ci fosse soltanto lui.» Questo piccolo capolavoro di Cavani del 1958, che uscì nel 1961 anche in un’edizione Feltrinelli con prefazione di Pier Paolo Pasolini, si può rivedere e riscoprire insieme ad una sezione d’inediti Covili in una mostra arricchita da importanti iniziative culturali. Due autentici tesori che si tengono per mano e ci conducono nel cuore, nella storia, nella poesia dell’Appennino. E in fondo, in quella terra vasta tutta da esplorare che è l’esistenza dell’uomo. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

11commenti

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

15commenti

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

16commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017