12°

Arte-Cultura

Gino Covili incontra lo Zebio Còtal di Guido Cavani

Gino Covili incontra lo Zebio Còtal di Guido Cavani
0

Manuela Bartolotti

Pochi scrittori hanno reso con tanta efficacia la vita contadina negli Appennini come il modenese Guido Cavani (1897-1967) e non c’è artista che l’abbia meglio tradotta visivamente di Gino Covili (1918-2005). Come spesso è accaduto nella vita di quest’ultimo, l’incontro con il romanzo di Cavani nel 1973 è stato un inevitabile segno del destino e ora più che mai si può dire, guardando le 32 illustrazioni di Zebio Còtal esposte a Modena al Centro Studi L. A. Muratori (via Castel Maraldo 19C, fino al 24 febbraio), che queste opere sembrano nate insieme. Nella raffinata rassegna («Gino Covili, Zebio Còtal di Guido Cavani. Nelle terre di buio e di luce») non c’è però soltanto quest’aspra condivisione del dolore e della fatica dipanata in una serie pittorica che ha intensificato a livello espressivo una storia dallo stile di un Verga appenninico, non meno crudo e dolente. Non c’è solo la riproposta espositiva di Zebio Còtal, ma anche il ritorno di Covili a Modena (dopo 7 anni dalla sua grande mostra al Foro Boario) con il cosiddetto «microcosmo», 17 inediti di piccole dimensioni dove risalta quello spirito vangoghiano – ormai riconosciuto dalla critica più attenta - che non è solo nei soggetti, ma proprio nelle contorsioni nervose ed energiche del segno, nel dinamismo luminoso che irradia dalla natura e dalle cose, e nella sensibilità sottile, come un ininterrotto avanzare in punta di pennello e di cuore. Ovunque s’avverte, da animali a uomini a piante a terre a cose, un’energia sotterranea e misteriosa, un vitalismo dove tutto si lega, si confonde. L’hanno insegnato i grandi: nel microcosmo si cela il macrocosmo. Siamo a due passi dalla Cattedrale di Modena e Covili deve aver assimilato più o meno inconsciamente la lezione di Wiligelmo, degli intrecci delle forme e delle loro apofenie, come acutamente le definisce Matteo Meschiari nel suo ultimo libro su Covili «Terre, animali, uomini».
La dimensione esteriore, eroica, delle grandi tele e forse la più nota di Covili, lascia qui il passo ad una interiore, non però meno coinvolgente. Il tema è sempre la vita, raccolta e divorata, prodiga di bellezza, ma avara di sostanza, che pare non concedersi mai, mai saziare davvero.Agli ammiccamenti del cielo e del paesaggio, seguono frustate di tempesta o desolanti siccità. L’uomo si fa uguale alla sua terra, nelle membra e nell’animo, s’indurisce o frana nella consapevolezza del male.Tale è Cavani, tale è Covili. Le parole dell’uno sono diventate i segni, le pennellate dell’altro, con identico coraggio di verità, identico balsamo di poesia. Ecco dunque quelle visioni d’Appennino, «con un sole miracoloso che dava risalto al verde chiaro dei prati, al verde cupo dei boschi, al giallo oro dei frumenti, al bruno delle terre arate», scene restituite alla nostra sensibilità e che fanno dire a proposito del protagonista Zebio: «Il mondo gli parve pieno di felicità; gli parve anche che a soffrire nel mondo ci fosse soltanto lui.» Questo piccolo capolavoro di Cavani del 1958, che uscì nel 1961 anche in un’edizione Feltrinelli con prefazione di Pier Paolo Pasolini, si può rivedere e riscoprire insieme ad una sezione d’inediti Covili in una mostra arricchita da importanti iniziative culturali. Due autentici tesori che si tengono per mano e ci conducono nel cuore, nella storia, nella poesia dell’Appennino. E in fondo, in quella terra vasta tutta da esplorare che è l’esistenza dell’uomo. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Aggiudicazione provvisoria⁩

Parma

Trasporto pubblico, gara a Busitalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

Sant'Ilario d'Enza

Rissa a colpi di sedie e tavolini: quattro stranieri in manette

Due indiani e due pakistani si sono affrontati fuori da un kebab di via Roma, nel paese della Val d'Enza

Parma

Mattinata di incidenti: diversi feriti in città e in provincia Foto

Via Mazzini

I commercianti: «Minacciati dalle baby gang»

2commenti

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

1commento

Salsomaggiore

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Il fenomeno dilaga

Bocconi al veleno, allarme anche a San Leonardo

2commenti

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

Guastalla

Vendevano materassi con minacce: denunciati tre truffatori, in azione anche a Parma

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Parma-Samb

D'Aversa: "Nel primo tempo non eravamo aggressivi. Importante l'atteggiamento" Video

2commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

1commento

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

vercelli

Voleva salvare il cane: travolto dal trattore di papà

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

il disco

45 ANNI FA - Mu, il mito secondo Cocciante

SPORT

Stadio Tardini

Parma-Samb 4-2: ecco il gol di Munari

lega pro

La Reggiana vince 2-0 con il Lumezzane

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery