-5°

Arte-Cultura

"Storia naturale, il museo è vivo"

"Storia naturale, il museo è vivo"
0

Enrico Gotti

Undicimila farfalle, esemplari di leopardi e squali che catturò Bottego in Africa, accanto a fossili e colibrì, e all’intera raccolta di varietà animali locali. È il museo di storia naturale, che ha sede in via Farini dall’Orto botanico e in via dell’Università. L’anno scorso sono arrivati in tutto 500 euro per le spese di gestione, bastano per la canfora, non per organizzare una mostra.
Vittorio Parisi, che per oltre venti anni, dal 1980 al 2003, ne è stato direttore, ha lanciato l’allarme: «Se continua così, il museo di storia naturale scomparirà. Mancano attività e progetti. Non è un problema di fondi, ma di volontà». Il professore Davide Csermely, attuale responsabile del museo, ribatte a Parisi e guida all’interno delle collezioni: «Parla di mostruosa riduzione degli orari di apertura, ma l’apertura è rimasta quella di sempre, come pure il numero dei visitatori, l’attività didattica e divulgativa è continua, le richieste di partecipazione ai laboratori didattici organizzati non hanno potuto essere soddisfatte per tutte le scuole che li richiedevano».
«Le aperture straordinarie sono varie lungo tutto l’arco dell’anno - continua Csermely, cognome ungherese ma cresciuto a Parma - i miglioramenti, attuati o progettati, lo sono altrettanto. Parisi dimostra di non conoscere il nuovo angolo biografico dedicato al proessor Strobel, la nuova cartellonistica interna bilingue, per andare incontro ai tanti visitatori stranieri, i progetti di recupero e modernizzazione delle sale finalizzati al potenziamento della diffusione e divulgazione della scienza. I problemi ci sono, indubbiamente: dalla carenza di personale alla limitatezza estrema di fondi a disposizione. Ma tutto questo non dipende dall’apatia del personale presente, quanto dalle limitazioni imposte oggi all’intera università italiana. Semmai possiamo dire che con forze umane ridotte della metà e con fondi a disposizione ridotti a un quarto rispetto anche a pochi anni or sono il personale del Museo è estremamente attivo, altro che “vive malamente di rendita della gestione precedente”».
La frase era stata usata da Vittorio Parisi, che si è speso per ampliare le collezioni visibili al pubblico e le iniziative con la cittadinanza, e che metteva a confronto le attività del passato con quelle recenti. «L'afflusso delle scolaresche in visita è continuo - ribatte Csermely -. Nel corso del 2012 i visitatori nella sede del palazzo centrale dell’Università sono stati circa 2000: non mi pare una cifra da museo agonizzante». Nella sede di via Farini del museo, dall’Orto botanico, c’è la raccolta degli animali parmensi, la smisurata collezione di farfalle, donata da don Boarini, la fauna vertebrati e invertebrati, raccolta dal professore Pellegrino Strobel, a fine 800 e Angelo Andres, a fine 900. Nell’altra sede, in via dell’Università, c’è il museo eritreo Vittorio Bottego, una sala degli scheletri e una collezione vastissima di animali impagliati. Ma in tempi di immagini, video e documentari sulla fauna terrestre, destano ancora interesse modelli di questo tipo? «I documentari fanno vedere come vivono gli animali, ma non fanno capire la loro vera forma e grandezza rispetto a noi, che si può percepire invece con gli animali museali» risponde il professore Csermely.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

2commenti

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

20commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto