-3°

Arte-Cultura

Nella luce del sacro e del mito

Nella luce del sacro e del mito
Ricevi gratis le news
0

 di Pier Paolo Mendogni

Ogni volta che ci si accosta a Giambattista Tiepolo (1695 – 1770) si resta abbagliati dalla scintillante bellezza delle sue opere festose di colori smaglianti che si solidificano sulla tela in forme di una seducente sensualità che però sembra portare in sé i germi di una futura decadenza, quella che coinvolgerà Venezia sul finire del secolo. La freschezza, la teatralità dei gesti possono apparire frutto di improvvisazione mentre sono la risultante di una lunga gestazione attraverso i disegni che fissano sulla carta le intuizioni originali con rapidità stenografica, quasi con furia, per rivestirsi di forme, di luce. E la possibilità di seguire l’artista in tutto il suo percorso creativo costituisce uno dei motivi di richiamo della mostra su «Giambattista Tiepolo. Luce, forma, colore, emozione» in corso nella storica Villa Manin di Passariano (fino al 7 aprile) curata da Giuseppe Bergamini, Alberto Craievich e Filippo Pedrocco che hanno raccolto 145 opere (tra oli, disegni e incisioni) provenienti dai maggiori musei europei e statunitensi. Un bus navetta collega Passariano a Udine per visitare il Palazzo Patriarcale affrescato dal veneziano negli anni giovanili (1726-28) e completare così un percorso traboccante di personaggi storici, mitologici, religiosi in uno scenografico trionfo di grazia solenne e affascinante luminosità. E il dipinto giovanile «Apelle che dipinge Campaspe», che apre il percorso, dimostra come Giambattista avesse già un’alta autostima, dando le proprie sembianze al più celebre pittore dell’antichità e richiamando il Velázquez delle Meninas. Tiepolo, del resto, aveva una vastissima cultura e l’ha manifestata sia nella vastità e varietà dei temi mitologici e letterari trattati sia nelle fantasiose e sconcertanti invenzioni delle sue opere grafiche in cui emerge una profonda conoscenza della filosofia esoterica. Genio precoce come Metastasio e Mozart, Giandomenico a ventun anni era già un maestro indipendente e la sua abilità è testimoniata da alcuni inediti disegni giovanili. Ha bruciato le tappe anche nella vita, sposando nel ’19 Cecilia Guardi, sorella dei pittori Antonio e Francesco; dal matrimonio sono nati nove figli e solo due – Giandomenico (1727-1804) e Lorenzo (1736-1776) - hanno seguito le orme del padre. Nei disegni (una settantina) si coglie la sua versatilità tecnica con l’uso dei gessi rossi e bianchi, della matita, della penna e dell’acquerello e la sua varietà di interessi iniziando dagli studi anatomici su carta azzurra, provenienti dal Museo Correr di Venezia, e proseguendo con le incisive caricature e i Pulcinella del Museo di Trieste, i paesaggi, fino ai personaggi e alle figure allegoriche che si ritrovano nelle sue opere che vengono presentate in un percorso cronologico, introdotto dai pennacchi della chiesa veneziana dell’Ospedaletto, dipinti a diciannove anni. Passo dopo passo la mostra ci conduce nel mondo incantato, senza tempo, sospeso tra immaginazione e realtà, degli eroi cavallereschi, dei santi, degli dèi, delle figure allegoriche, dei personaggi storici tutti nobilitati dal fremito vibrante della luce che si fa materia e respiro, tensione seducente e pausa misurata: un mondo che ha perforato soffitti e pareti dilatandosi in spazi infiniti e che ha trasformato le tele in palcoscenici colti e spumeggianti, incantando uomini di cultura e regnanti di tutta Europa. Zefiro e Flora che si librano luminosi nell’immensità dell’azzurro costituiscono un esempio significativo dei sommi capolavori eseguiti dal Tiepolo nei palazzi nobiliari. Siamo all’inizio degli anni Trenta e da quel momento la carriera dell’artista è un susseguirsi di successi sia nelle decorazioni di interni religiosi e laici sia nelle opere singole realizzate «con un fuoco inesauribile, un colore splendido e una rapidità sorprendente». Nel ritratto di Antonio Riccobono (1743) Tiepolo ci dà una immagine penetrante e dinamica del letterato rodigino, confermandosi all’avanguardia anche in questo settore. E’ il momento della piena maturità e dei maggiori capolavori. «Nettuno che offre doni a Venezia» è un’allegoria dello stato in cui la giovane che personifica Venezia straripa di ricchezza nel luccichio dei gioielli e nello splendore dei drappeggi. In «Rinaldo e Armida nel giardino incantato» (1752) la seducente incantatrice, con una camicia bianca che lascia scoperto un seno, attira a se il cavaliere ormai vinto da una magia che trova un’eco nel paesaggio misterioso. Dalla letteratura alla mitologia nell’esuberanza dei nudi femminili dalle forme generose come la Danae investita dalla pioggia d’oro di Giove, la Diana protetta dalle ninfe all’apparire di Atteone in un paesaggio fiabesco, la Verità scoperta dal vecchio Tempo mentre scaccia la menzogna. Le vicende storiche si svolgono in scenari con architetture classicheggianti tra statue e possenti colonne come «Il banchetto di Antonio e Cleopatra», l’animato «Ratto delle Sabine», il solenne «Mecenate presenta le arti da Augusto». I dipinti religiosi vanno dai temi biblici, come lo splendido «Abramo visitato dagli angeli», alle toccanti scene con la Vergine tra cui l’elegante, grande pala di Piove di Sacco, alle tele dedicate ai santi con la trepidante Santa Tecla che implora Dio Padre di liberare Este dalla peste e col possente, luminoso San Giacomo maggiore che, vestito di bianco su un cavallo bianco, piega i mori dando nell’844 la vittoria all’esercito spagnolo. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Incassi esplosivi per Star Wars

CINEMA

Incassi esplosivi per Star Wars

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Arresti carabinieri

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

GUASTALLA

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 24enne

Il giovane aveva un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

7commenti

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

4commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

1commento

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

APPENNINO

Il divano prende fuoco: muore un'anziana a Villa Minozzo

LIBANO

Diplomatica violentata e uccisa: arrestato un uomo

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento